21 Aprile 2015
Legautonomie invita gli amministratori ad aderire al Manifesto per chiedere maggiori risorse al Governo per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade
Dopo droga e alcool, la cattiva manutenzione delle strade rappresenta una delle cause principali degli incidenti che si registrano sulla strade italiane, che, nonostante ciò, hanno subito una netta riduzione di interventi sia in termini di quantità che di qualità. La media UE conta 51 morti per milione di abitanti. L'Italia è passata negli ultimi quattro anni da 70 a 52 per milione di abitanti di cui il 21% dei decessi coinvolge i motociclisti, a fronte di una media UE del 15%. I dati diffusi da Siteb (Associazione costruttori e manutentori delle strade) evidenziano come i consumi di asfalto, per la manutenzione ordinaria e straordinaria sono passati dai 44 milioni di tonnellate del 2006 a 22,3 nel 2014.
Legautonomie ha accolto favorevolmente l'atto di indirizzo proposto dalla IX Commissione (Trasporti, Poste e Telecomunicazioni) della Camera, la Risoluzione in Commissione 7-00635, che impegna il Governo ad attribuire carattere prioritario alla ricerca e allo stanziamento di risorse per la manutenzione ordinaria e straordinaria della rete stradale italiana in modo da aumentare la sicurezza nei trasporti e rilanciare un settore fondamentale per l'economia italiana.
Con questo atto, presentato il 23 marzo scorso, Il Governo è anche chiamato ad assumere iniziative per risolvere l'incertezza relativa alle competenze sulla manutenzione delle strade provinciali che si è creata in seguito alla recente riforma delle province. "La situazione delle nuove province è disastrosa - sottolin... continua
23 Aprile 2015
Poste Italiane, Legautonomie: "Contrari a piano industriale annunciato, si pregiudicano diritti cittadinanza"
Legautonomie esprime contrarietà per i contenuti dell'annunciato piano industriale di Poste Italiane, che prevede la chiusura di 455 uffici postali e la consegna della corrispondenza a giorni alterni per oltre 5 mila centri. Tale piano, se attuato, pregiudicherebbe i diritti di cittadinanza costituzionalmente tutelati di milioni di cittadini, soprattutto quelli residenti nei piccoli comuni e nelle aree interne, già penalizzati dalla marginalità economica e dal digital divide, ne danneggerebbe altresì le attività economiche e sarebbe contrario alle direttive comunitarie sull'accesso ai servizi universali come quello postale.
Legautonomie chiederà alla Autorità garante (AGCOM) di essere ascoltata e altresì chiede ai comuni propri aderenti di far sentire la propria voce presso l'Autorità stessa e presso il Governo, anche al fine di conoscere quali sono le eventuali modalità alternative di garanzia del servizio per realizzare economie di gestione e abbattimento dei costi nella piena tutela dell'accessibilità al servizio.
5 Maggio 2015
Sono stati perfezionati il 28 aprile u.s., con la firma del Ministro dell’interno, On.le Angelino ALFANO, tre decreti ministeriali che determinano il riparto del contributo alla finanza pubblica posto a carico delle città metropolitane e delle province ricomprese nelle regioni a statuto ordinario e nelle regioni Siciliana e Sardegna, pari complessivamente a 516,7 milioni di euro per l’anno 2015
4 Maggio 2015
La Presidenza della Commissione federalismo fiscale ha curato la predisposizione della sesta Relazione semestrale della Commissione, la seconda della XVII legislatura, di verifica dello stato di attuazione di quanto previsto dalla legge di delega n. 42/2009.
Nell'introduzione sono indicate le principali questioni aperte, all'esito dell'attività consultiva e conoscitiva svolta in questi mesi dalla Commissione. È poi dato conto dello stato di attuazione della legge delega e dell'attività della Commissione, sono richiamati i provvedimenti esaminati, le modifiche al federalismo fiscale apportate nel periodo intercorrente dalla precedente relazione.
In allegato alla relazione sono riportati i pareri approvati dalla Commissione bicamerale in questa legislatura e il prospetto degli adempimenti previsti dai decreti legislativi attuativi della legge 42 del 2009.
30 Aprile 2015
Riforma PA. Senato approva, testo passa alla Camera
Questa mattina l'Assemblea del Senato ha approvato la Riforma PA con 144 voti favorevoli e 1 astenuto. Uscendo dall’Aula per protesta, le opposizioni non hanno partecipato al voto. A favore del testo si sono pronunciati i partiti di maggioranza (Pd, area popolare) e il gruppo per le autonomie. Ora il provvedimento passa alla Camera.
30 Aprile 2015
A conclusione dell’esame del Documento di economia e finanza, Camera e Senato hanno approvato una identica risoluzione della maggioranza (prima firma sen. Zanda - PD e prima firma Marchi – PD (600106- n. 5 e 6-00136) che impegna il Governo a:
1. conseguire i saldi di finanza pubblica in termini di indebitamento netto rispetto al PIL, nonché il rapporto programmatico debito-PIL, nei termini indicati nel quadro programmatico del DEF, utilizzando nel 2015 lo spazio di manovra rispetto all'andamento tendenziale dei conti pubblici, con riferimento alla componente di spesa per interessi, per rafforzare l'implementazione delle riforme strutturali già avviate, nel limite dell'obiettivo programmatico indicato, e disponendo, prudenzialmente e in attesa di registrare tale margine con la presentazione del disegno di legge di assestamento, l'accantonamento di corrispondenti risorse nel bilancio dello Stato;
30 Aprile 2015
Rapporto UrBes 2015: il benessere equo e sostenibile nelle città
Il "Rapporto Urbes sul benessere equo e sostenibile nelle città italiane" - edizione 2015, offre una lettura integrata sul benessere nelle realtà locali. Il rapporto è corredato dalle schede delle città e offre una panoramica multidimensionale dello stato e delle tendenze del benessere nelle realtà urbane, applicando in termini omogenei i concetti e le metodologie del Bes.
30 Aprile 2015
Sulle piccole imprese continua ad accanirsi un fisco fra i più voraci d’Europa. Ma questa voracità sta cominciando, di poco e lentamente, a calare. Nel 2015 il peso complessivo del fisco (Total Tax Rate) si profila un calo dell’1,7%, passando dal 63,9% del 2014 al 62,2%. Siamo ancora, come si vede, ben al di sopra del 59,2% raggiunto nel 2011, l’anno zero del federalismo fiscale.
Il calo del 2015 va interamente intestato all’abolizione della componente lavoro dell’Irap. Un beneficio che poteva essere ben più corposo, se non fosse stato dimezzato dal maggior prelievo dell’Irpef e dei contributi previdenziali degli imprenditori (IVS).
30 Aprile 2015
Il Ministero dell'Interno ha pubblicato le istruzioni per la presentazione delle liste e l'ammissione delle candidature alle prossime elezioni amministrative del 31 maggio.
In allegato le istruzioni per l'lezione del presidente della giunta regionale e del consiglio regionale nelle regioni a statuto ordinario, e per l'elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale.
29 Aprile 2015
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ricorda che verrà pubblicata il 28 aprile sulla Gazzetta Ufficiale la Convenzione Mit-Anci per i “Nuovi progetti di intervento” per i piccoli Comuni. Dal momento della pubblicazione dalle ore 9.00 del 13 maggio i Comuni interessati potranno procedere all’invio delle richieste.
si tratta di un nuovo bando nazionale da 100 milioni di euro per progetti di opere infrastrutturali nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti.
29 Aprile 2015
L’Autorità garante delle comunicazioni ha avviato una consultazione pubblica per acquisire osservazioni ed elementi di informazione sul documento relativo alla “Autorizzazione all’attuazione di un modello di recapito a giorni alterni degli invii postali rientranti nel servizio universale”.
27 Aprile 2015
E’ disponibile all’indirizzo http://www.mobilita.gov.it/ la funzionalità che consente a ciascun ente di area vasta l’inserimento dei dati relativi al personale destinatario della ricollocazione mediante procedure gestite dal portale della mobilità, ai sensi dei commi 423 e seguenti della legge 23 dicembre 2014, n. 190. L’inserimento è finalizzato a favorire l’incontro della domanda e dell’offerta di mobilità.
27 Aprile 2015
Il servizio di erogazione dell’assistenza educativa e scolastica soggiace alle norme ordinamentali ed organizzative introdotte con la legge 8 novembre 2000, n. 328; alla materia dei servizi pubblici non si applicano le norme in tema di centrali di committenza contenute nel codice degli appalti.
24 Aprile 2015
"Spetta al sindaco il compito di coordinare ed organizzare, sulla base degli indirizzi espressi dal consiglio comunale e nell’ambito dei criteri eventualmente indicati dalla regione, gli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, al fine di armonizzare l’espletamento dei servizi con le esigenze complessive e generali degli utenti".
Con questa motivazione il Tar Lombardia ha respinto il ricorso presentato da un esercente contro l'ordinanza del sindaco del Comune di Lecco che nel novembre 2013 ha stabilito per le sale gioco l'orario massimo di attivazione dalle 10 alle 24.
23 Aprile 2015
Pubblichiamo due articoli scritti da Fabrizio Pezzani sul tema della finanza, diventata uno strumento di esercizio di un potere non coincidente con il bene comune, intitolati: “La bolla speculativa della politica” – “La nemesi e la Grecia”.
Il prof. Pezzani,ordinario di economia aziendale all'Università Bocconi, è autore di numerose pubblicazioni in tema di problemi di economia aziendale e sociale