AGENDA
2 Gennaio 2015
Dipartimento Ricerche e Studi aziendali Università di Salerno

Master di II livello promosso dall'Università di Salerno e dal Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali (DISTRA).
Scadenza presentazione domande il 10/11/2014.
Legautonomie è tra i Special Partner.

dal 15 Gennaio 2015
al 17 Ottobre 2015
Padiglione Celtico, Via Lombardini n.5 - Forli'

Università di Bologna - Sede di Forlì

Fra gli obiettivi del Master, quello di formare figure professionali (direttori generali o settoriali e consulenti) in grado di orientare ed innovare il modus operandi di amministrazioni e di aziende di servizi pubblici, fornendo conoscenze di base ed approfondimenti tematici in merito ai processi, alle metodologie ed agli strumenti di direzione e governo aziendale.

Il bando scade il 25 novembre 2014.

Per maggiori informazioni: www.mastercity.it

LE NOSTRE RIVISTE
12 Dicembre 2014
“Le province rischiano il dissesto generalizzato e i comuni una situazione insostenibile. Gli impegni presi dal Governo e dalla sua maggioranza con l’approvazione della legge Delrio e nell’assemblea nazionale dell’Anci, dove si garantiva l’introduzione della Local Tax in autonomia fiscale, non possono essere ancora disattesi. Il tempo sta per scadere. Fino a che c’è tempo chiediamo un’assunzione di responsabilità. Questi tagli ai comuni, alle nuove province e alle città metropolitane non possono essere considerati il pilastro sul quale si regge la legge di stabilità. Non è giusto e i patti non erano questi”. Così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie, commenta l’iter della legge di stabilità in corso al Senato.
Legge di stabilità, Filippeschi: "Impegni Governo su Local Tax non posso essere ancora disattesi"
“Si deve ascoltare l’allarme che viene dai territori – aggiunge Filippeschi – da chi ha già gestito pesanti sacrifici come hanno fatto i sindaci. Se colpendo le province si taglieranno le risorse per gestire servizi e investimenti irrinunciabili, quali quelli per le scuole secondarie superiori e quelli per la viabilità, pe... continua
17 Dicembre 2014
La Conferenza Stato-Città ha dato oggi il via libera alla proroga dei termini per la presentazione dei Bilanci di previsione per il 2015 da parte dei Comuni: la nuova scadenza è fissata al 31 marzo prossimo.
16 Dicembre 2014
"Vi sono alcune situazioni assai note, che incidono in modo fortemente negativo sulla competitività del nostro paese. Ad esse ci si riferisce quando si afferma che servono quelle riforme che siano in grado di riequilibrare i rapporti con i paesi più evoluti. La Germania, ad esempio, ha affrontato, con successo, circa dieci anni
addietro, sia il tema dell’efficienza/efficacia della pubblica amministrazione, sia quello della flessibilità del lavoro e così, oggi, ne può trarre vantaggio.
La nostra pubblica amministrazione costa molto e produce poco è dunque inefficiente e inefficace, ad un tempo. L’opinione di chi scrive è che questo fatto non consegue solamente da un quadro normativo che non ha saputo adeguarsi, ma, piuttosto, da comportamenti che non hanno saputo evolversi. In particolare le norme". Pubblichiamo in allegato il testo del Professor Giuseppe Farneti, pubblicato sulla Rovosta della Corte dei Conti n. 3-4/2014.
15 Dicembre 2014
In allegato il fascicolo degli emendamenti presentati da relatore e Governo al ddl di stabilità. Il termine per subemendare scade oggi, lunedì 15 dicembre, alle ore 16.00.
Si segnalano tra l'altro:

2.9823 – interventi nel settore dei trasporti
3.4104 – credito di imposta per il 2014 per le fondazioni commisurato all’aggravio subito per l’aumento dell’imposizione sui dividendi;
3.4109 – differimento al 26.1.2015 del termine di versamento dell’IMU relativa al 2014 per i terreni montani;
3.4116 – meccanismi di incentivazione fiscale (credito di imposta) della negoziazione assistita e dell’arbitrato;
3.4107 – confermato per il 2015 il livello massimo di imposizione della TASI previsto per il 2014m che non può superare il 2,5 per mille.
10 Dicembre 2014
Il ruolo delle istituzioni nella lotta al gioco d'azzardo patologico in un convegno a Formia
L'appuntamento è per lunedì 15 dicembre, ore 10.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Formia
Legautonomie è impegnata da tempo, in collaborazione con Terre di Mezzo, a promuovere l'adesione da parte degli Enti Locali al Manifesto degli amministratori a contrasto del gioco d'azzardo, con l'obiettivo di contrastare una pratica che sempre più sta prendendo piede nel nostro Paese tanto da contare 800.000 giocatori definiti “problematici”, cioè a rischio dipendenza dal gioco d’azzardo, e 15 milioni di giocatori abituali di cui 3 milioni a rischio patologico.
Il Manifesto dei sindaci per la legalità e contro il gioco di azzardo che Legautonomie Lazio sta promuovendo sull'intero territorio regionale è innanzitutto uno strumento di sensibilizzazione contro una pratica che preoccupa molto le amministrazioni locali proprio per le ricadute sociali, relazionali ed economiche, sulle proprie comunità.
L'iniziativa si svolgerà a Formia, Comune che da un anno e mezzo ha manifestato la sua sensibilità alla problematica, tanto tanto da adottare un regolamento ad hoc per disciplinare le sale da gioco e gli stessi giochi leciti.
3 Dicembre 2014
L'ufficio parlamentare ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il primo "Rapporto sulla politica di bilancio", che riprendendo con integrazioni e sviluppi quanto già esposto nelle recenti audizioni alle competenti Commissioni di Camera e Senato, analizza le previsioni macroeconomiche e il quadro tendenziale e programmatico della finanza pubblica prospettato dal Governo nella Nota di aggiornamento al Def, valuta il rispetto delle regole di bilancio nazionali ed europee ed esamina gli effetti economici di alcune misure di particolare rilievo.
28 Novembre 2014
Istituzioni, associazioni, persone: in campo contro le patologie da gioco d’azzardo
Giovedì 27 novembre il convegno organizzato da Legautonomie Campania e il Comune di Napoli
La capillare diffusione di giochi leciti ha determinato, in diversi casi, una degenerazione patologica del fenomeno del gioco, con ricadute negative sulla collettività e sulle famiglie, e con costi sociali notevoli che si ripercuotono anche sul sistema delle amministrazioni locali.
Nella sola città di Napoli operano, ad oggi, 106 sale gioco mentre il numero degli esercizi commerciali ove sono installati giochi leciti arriva a ben 2.115 unità. Il gioco d’azzardo è l’unico settore che non conosce contrazione né crisi: con 100 miliardi di fatturato (4% del PIL nazionale) il gioco d’azzardo è di fatto la terza industria italiana, 8 sono i miliardi di tasse corrispondenti, i dati parlano del 12% della spesa delle famiglie italiane, del 15% del mercato europeo del gioco d’azzardo, del 4,4% del mercato mondiale, di 400.000 slot-machine e di 6.181 locali e agenzie autorizzate. Ancora: 15 milioni sono i giocatori abituali, 3 milioni a rischio patologico, circa 800.000 i giocatori già patologici. La spesa necessaria per curare i dipendenti dal gioco patologico è pari a 5-6 miliardi l’anno.
28 Novembre 2014
In Commissione per il federalismo fiscale si è tenuta l’Audizione di rappresentati della Corte dei conti su armonizzazione dei bilanci degli enti territoriali e sistema contabile delle regioni.
Nel corso dell’esposizione, sono stati evidenziati i nodi problematici e le potenzialità legate all’avvio del processo di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti locali e dei loro organismi. In particolare, la Sezione delle autonomie intende ha fornito un quadro delle più rilevanti criticità emerse nei giudizi di parificazione sui rendiconti generali delle Regioni per gli esercizi 2012 e 2013, nonché nei referti allegati agli stessi rendiconti.
26 Novembre 2014
In Spagna sindaci e agenzie energetiche UE a confronto sull'energia sostenibile: il progetto Enpcom
Le possibilità di collaborazione tra pubblico e privato nel settore dell'industria manifatturiera: innovazione, condivisione ed efficienza energetica. Questo il tema del terzo evento di ENPCOM, European network for the promotion of the Covenant of Mayors, il progetto europeo finanziato dall’Unione Europea e sostenuto da Legautonomie, diretto a promuovere e condividere esperienze e buone pratiche concernenti il percorso previsto dal Patto dei Sindaci, che ha coinvolto 29 soggetti, pubblici e privati, provenienti da otto Paesi dell'Unione Europea, svoltosi a Badajoz, in Extremadura (Spagna).
25 Novembre 2014
Presso l’Aula della Camera, si è svolta la discussione generale sul disegno di legge delega di riforma del mercato del lavoro, come licenziato dalla Commissione lavoro della Camera, a cui sono seguite le repliche del Ministro del lavoro, Poletti.
L'Aula - bocciate, con 279 no e 121 sì, le pregiudiziali per motivi di costituzionalità presentate dall'opposizione - proseguirà l’esame oggi, lunedì 24, in vista del voto finale in programma per mercoledì 26.
19 Novembre 2014
I Piani di riequilibrio finanziario pluriennale dei Comuni
Il Decreto legge 10 ottobre 2012, n. 174 “Disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali, nonché ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 2012”, con l’art. 3, co. 1 lettera r), ha inserito nel Titolo VIII – Enti locali deficitari o dissestati – del D. Lgs. 267 del 18 agosto 2000 (il Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali o TUEL), l’art. 243-bis che prevede un’apposita procedura di riequilibrio finanziario pluriennale per gli enti nei quali sussistano squilibri strutturali del bilancio in grado di provocare il dissesto finanziario.
Si tratta di una terza fattispecie che si aggiunge alle situazioni, elencate dagli artt. 242 e 244 del TUEL, di Enti in condizioni strutturalmente deficitarie ed Enti in situazioni di dissesto finanziario.
La procedura di riequilibrio finanziario pluriennale, disciplinata dai nuovi articoli 243-bis, ter e quater del TUEL, si inserisce, quindi, in un sistema in cui sono prefigurate, in una graduale articolazione, le situazioni di precarietà delle gestioni amministrative ed in parallelo i rimedi per farvi fronte.
18 Novembre 2014
È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale, il 12 novembre, il decreto del presidente del Consiglio dei ministri 26 settembre 2014 - in applicazione della legge Delrio - sui criteri per l''individuazione dei beni e delle risorse finanziarie, umane, strumentali e organizzative connesse con l''esercizio delle funzioni provinciali.
17 Novembre 2014
Legge di stabilità, Filippeschi: "Contraddice processo di riordino funzioni delle province previsto da legge Delrio. Province costrette a disavanzo nel 2015 senza risorse"
"Scuole, strade, investimenti contro il dissesto idrogeologico, sono servizi essenziali. La manovra non può essere cieca. Le drammatizzazioni incombono, ma si possono evitare. Ad oggi il governo dimostra di non capire, o fa finta. La legge di stabilità contraddice il processo di riordino delle funzioni delle province previsto dalla legge Delrio poiché presuppone che possano avere meno risorse senza una contestuale riduzione delle funzioni svolte. Tutte le province dunque saranno costrette al disavanzo nel 2015 poiché dovranno svolgere sia le funzioni fondamentali, sia quelle che dovevano essere riordinate e non sono ancora state trasferite, senza le relative risorse. In questa situazione anche gli stipendi sono a rischio". Così il presidente nazionale di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco e presidente della provincia di Pisa, risponde al sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta intervenuto al convegno organizzato da Legautonomie oggi a Roma, nella Sala delle Colonne della Camera dei Deputati, sui piani di risanamento pluriennali per gli enti locali in difficoltà finanziarie.
12 Novembre 2014
In allegato la Legge 11 novembre 2014, n. 164 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, recante misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attivita' produttive. (GU Serie Generale n.262 del 11-11-2014 - Suppl. Ordinario n. 85)
10 Novembre 2014
“Come sindaci siamo pronti ad accettare la sfida dei cambiamenti istituzionali e ci siamo messi a disposizione per realizzare al meglio la ‘riforma Delrio’. Ma abbiamo bisogno di certezze per avere la possibilità di operare al meglio”. Lo ha detto il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, tra gli amministratori coinvolti in una tavola rotonda sull’autonomia finanziaria e fiscale dei Comuni, coordinata dal giornalista del Sole 24 Ore, Gianni Trovati.