AGENDA
30 Marzo 2015
Roma, Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri, Via Santa Maria in via 37/b
dal 26 Marzo 2015
al 29 Marzo 2015
Quartu Sant'Elena

Quarta e ultima tappa del progetto europeo ENPCOM, finanziato dall’Unione Europea e sostenuto da Legautonomie, diretto a promuovere e condividere esperienze e buone pratiche concernenti il percorso previsto dal Patto dei Sindaci.

Dopo Pisa, Bruxelles e la regione spagnola dell'Extremadura, il progetto farà tappa a Quartu Sant'Elena, dove si discuterà di "rafforzamento del ruolo dei cittadini: buone pratiche energetiche quotidiane , loro inclusione nei Paes, e diffusione dei risultati".

30 Marzo 2015
Cremona, STER Lombardia, via Dante, 136

L'iniziativa rappresenta un momento di restituzione e confronto sull'analisi della spesa sociale dei comuni e degli ambiti distrettuali della Provincia.
Lo studio è stato realizzato dall'Università Cattolica di Piacenza-Cremona.
Si intende offrire un contributo al confronto che sta animando la programmazione sociale e la costruzione dei nuovi Piani di Zona.

dal 26 Marzo 2015
al 28 Marzo 2015
Fiera Bolzano - Piazza Fiera 1 - Bolzano
dal 10 Aprile 2015
al 10 Aprile 2015
Collegno - Sala del Consiglio comunale, Villa comunale, Via Torino 9
LE NOSTRE RIVISTE
Home: Documenti: Riforma Servizi pubblici: Incostituzionale l'art. 4 del d.l. 138/2011 sui servizi pubblici locali
DOCUMENTI PER ARGOMENTO
Riforma Servizi pubblici
24 Luglio 2012
Incostituzionale l'art. 4 del d.l. 138/2011 sui servizi pubblici locali
La Corte Costituzionale nella sentenza n. 199 del 17 luglio 2012 ha dichiarato: l’illegittimità costituzionale dell’articolo 4 del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo), convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, sia nel testo originario che in quello risultante dalle successive modificazioni; inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 4 del d.l. n. 138 del 2011, promossa dalla Regione Puglia, in riferimento all’articolo 117, primo comma, della Costituzione ed agli articoli 14, 106 e 345 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, all’articolo 36 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, nonché al principio di preemption, con il ricorso indicato in epigrafe.
In allegato la sentenza.
Approfondimenti
Alleghiamo un commento all’art. 4 del d.l. 6 luglio 2012, n. 95, con alcune considerazioni preliminari alla luce della recentissima sentenza della Corte Costituzionale in ordine alla disciplina dei servizi pubblici locali.
(A cura dell'Avv. Germano Scarafiocca)