TAGS PER ARGOMENTO

AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (16) Ambiente (108) anac (3) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (4) ASviS (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomia (1) autonomie locali (4) Banda Ultra larga (166) bando periferie (1) Bergamo (1) Bes (2) bilanci (2) BUL (166) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) clima (2) codice appalti (4) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (16) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Congresso Legautonomie (2) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Controlli (3) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (93) Corte dei Conti (67) Corte di Cassazione (17) Crescita Digitale in Comune (165) Criminalità (2) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) dignità amministratori (3) Di Maio (2) DL Sicurezza (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (6) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (18) enti territoriali (1) Europa (67) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (19) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (3) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (2) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (48) L'Associazione (80) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (93) Legge di Bilancio (2) Lucciarini (1) Macron (1) maltempo (1) Marino Massaro (1) Matteo Ricci (26) MEF (2) Mezzogiorno (16) migranti (1) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (2) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (3) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (2) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (26) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (2) Prodi (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (7) pubblicità (1) Pubblico Impiego (8) pums (1) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (8) Rei (14) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riforme Territoriali (1) Riscossione (1) Roma (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (44) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (14) Startup (1) startup tunisia (4) Statocittà (1) Sviluppo economico/sociale (76) sviluppo sostenibile (1) TAR (4) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Documenti

Il soccorso istruttorio integrativo (articolo 83, comma 9, del codice dei contratti) può essere utilizzato per sanare residuali difetti delle sottoscrizioni delle offerte tecnico/economiche. L'integrazione/completamento deve ritenersi ammissibile, in particolare, nel caso in cui le offerte non siano assolutamente anonime e quindi con esclusione dei casi di assoluta incertezza sulla provenienza. In questi termini si è espressa l'Anac con la delibera parere n. 420/2019.
La Tia2 non è assimilabile alla Tia1 e, di conseguenza, non segue le stesse regole riguardo all'assoggettamento a Iva;  la Corte di Cassazione , con la sentenza n. 15706, depositata l’11 giugno, ha accolto il ricorso del gestore della Tia per conto del Comune (si trattava di Venezia) che si era opposto alla restituzione delle somme corrisposte. 
Nel 2018, si stima siano oltre 1,8 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta, con un'incidenza pari al 7,0%, per un numero complessivo di 5 milioni di individui (8,4% del totale). Secondo i dati Istat, pur rimanendo ai livelli massimi dal 2005, si arresta dopo tre anni la crescita del numero e della quota di famiglie in povertà assoluta. Le famiglie in condizioni di povertà relativa nel 2018 sono poco più di 3 milioni (11,8%), quasi 9 milioni di persone (15,0% del totale). 
"Basta correntismo! Dividere il fronte democratico sarebbe drammatico. Da tempo c’è una parte della maggioranza e una parte della minoranza  del Partito democratico che teorizzano di fare due partiti. I sindaci non permetteranno divisioni. I sindaci popolari contro il populismo e le correnti". Lo scrive su twitter Matteo Ricci, presidente di ALI-Autonomie Locali italiane e sindaco di Pesaro.
"Basta correntismo! Dividere il fronte democratico sarebbe drammatico. Da tempo c’è una parte della maggioranza e una parte della minoranza  del Partito democratico che teorizzano di fare due partiti. I sindaci non permetteranno divisioni. I sindaci popolari contro il populismo e le correnti". Lo scrive su twitter Matteo Ricci, presidente di ALI-Autonomie Locali italiane e sindaco di Pesaro.
"Basta correntismo! Dividere il fronte democratico sarebbe drammatico. Da tempo c’è una parte della maggioranza e una parte della minoranza  del Partito democratico che teorizzano di fare due partiti. I sindaci non permetteranno divisioni. I sindaci popolari contro il populismo e le correnti". Lo scrive su twitter Matteo Ricci, presidente di ALI-Autonomie Locali italiane e sindaco di Pesaro.
Guerrini (Arera): «Una Spa pubblica per portare l’acqua al Sud» di Giorgio Santilli «Il nuovo collegio dell’Autorità sta dando continuità al lavoro che negli ultimi anni ha incentivato la crescita degli investimenti nel settore idrico e avviato l’Italia verso un allineamento con le migliori prassi europee. La spesa per investimenti in infrastrutture idriche è passata, per i due terzi della popolazione in cui la regolazione è a regime, da 961 milioni nel 2012 a 1,49 miliardi nel 2015 (+55%). Nel periodo 2016-2019 sono programmati investimenti da finanziare con tariffa per 8,4 miliardi (166 euro per abitante): si passa da 1,8 miliardi nel 2016 a 2,1 miliardi nel 2017 a 2,3 miliardi nel 2018 e a 2,2 miliardi nel 2019. Nel 2018-2019, inoltre, per effetto degli obiettivi posti dalla regolazione della qualità tecnica, i piani di investimento sono stati rivisti al rialzo del 20%. Ci sarà una riduzione del 19% delle perdite idriche in cinque anni. Il tutto con variazione media delle tariffe dello 0,3% nel 2018 e dello 0,7% nel 2019». Andrea Guerrini, consigliere dell’Arera (Autorità regolazione energia, rifiuti e acqua) racconta il lavoro di questi primi mesi sull’acqua e prende posizione sulle iniziative legislative che vorrebbero ripubblicizzare le gestioni idriche e riportare la regolazione al ministero.
Per ciascun comune viene individuata la fase di appartenenza, lo stato delle attività, e l’eventuale firma della convenzione con Infratel che è condizione necessaria per l’avvio della progettazione esecutiva.
Sergio Mattarella apre il Meeting delle città creative a Fabriano, nella giornata del forum dei sindaci: "L’iniziativa sottolinea l’importanza del ruolo dell’Unesco, che l’Italia sostiene con grande convinzione", rimarca il presidente della Repubblica. Dall’ambiente allo sviluppo sostenibile: l’assemblea mondiale dei primi cittadini discute delle sfide del futuro. "La missione dei sindaci è la qualità della crescita", ha detto Matteo Ricci salendo sul palco del teatro Gentile. Insieme a lui, nel ristretto novero tricolore delle città creative Unesco, anche Giuseppe Sala (Milano), Virginio Merola (Bologna) e Francesco De Pasquale (Carrara). "Sempre più persone vivranno nelle città - ha continuato - La sfida è fare combaciare l’esigenza di crescita, perché senza non c’è lavoro né redistribuzione della ricchezza, con la qualità della vita".
La Commissione europea ha pubblicato la Relazione annuale sull'Indice di digitalizzazione dell’economia e della società (Desi 2019), che monitora le prestazioni digitali complessive dell'Europa e tiene traccia dei progressi dei paesi dell'UE rispetto alla loro competitività digitale. L’Italia è in buona posizione, commenta Bruxelles, ma resta al di sotto della media dell’Ue in materia di connettività e servizi pubblici digitali.
Pubblichiamo le slide di Luca Fanelli, ActionAid, con le evidenze del monitoraggio del Reddito di inclusione dell’Alleanza contro la povertà in Italia, presentate durante il convegno "Dare voce agli invisibili" (Milano, 7 giugno 2019).
Open Fiber di sfruttare la rete di Acantho, la società di telecomunicazioni e digital company del Gruppo Hera, per interconnettere alcune delle centrali che sta costruendo nelle cosiddette aree bianche delle province di Modena, Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Le aree bianche sono zone in cui non è disponibile il servizio di banda ultra larga, e nelle quali Open Fiber sta realizzando, come società concessionaria dei bandi pubblici Infratel, una nuova rete interamente in fibra ottica. Utilizzando 450 km di infrastrutture di Acantho, Open Fiber riuscirà così a estendere ulteriormente la rete in fibra ottica, rendendo più capillare il servizio e permettendo a cittadini e imprese di accedere alla banda ultra larga.
In vendita un pacchetto di 39 beni dello Statao nelle Regioni Lombardia, Abruzzo e Molise nell'ambito del piano di dismissioni degli immobili dello Stato in corso da gennaio 2019 per cui l'Agenzia del Demanio ha già messo sul mercato altri 450 beni dislocati su tutto il territorio nazionale.
I relatori al decreto Crescita hanno presentato in commissione un nuovo pacchetto di 16 emendamenti che, tra l'altro, contiene una proposta per passare allo Stato parte del debito storico della Capitale (1,4 miliardi) e per venire incontro ai Comuni in dissesto e pre-dissesto. Si prevede l’istituzione di un fondo ad hoc dove far confluire gli eventuali minori esborsi per la rinegoziazione dei mutui da parte dell’attuale Commissario al debito di Roma, che serviranno per i debiti delle città metropolitane. 
Lunedì 10 giugno presso la sede di ALI- Autonomie Locali Italiane si è svolto il workshop sul decreto-legge "sblocca cantieri" (n. 32/2019), che è ora in fase di conversione. Il testo interviene su molte parti dell’attuale Codice degli Appalti (d.lgs. 50/2016). Uno degli aspetti di maggior rilievo di tali interventi è dato dalla previsione del nuovo regolamento unico di attuazione - che sostituirebbe le attuali prescrizioni e disposizioni normative di varia fonte, tra cui le linee guida ANAC - nonché  innovazioni significative in materia di progettazione, direzione dei lavori e collaudo e  in materia di affidamenti. Significative sono le nuove norme  che disciplinano i criteri di aggiudicazione, le norme sulle stazioni appaltanti e il responsabile unico del procedimento. Pubblichiamo le slide dell'Avv. Mariangela Di Giandomenico, esperta, consulente ALI-Autonomie Locali Italiane e partner studio legale Eversheds Sutherland, con le principali novità per gli enti locali contenute nel testo del DL "sblocca cantieri".
Nella seduta di giovedì 6 giugno l'Assemblea di Palazzo Madama ha approvato il ddl di conversione del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici (A.S. n. 1248). Il testo passa ora alla Camera.
Infratel Italia, la società in-house del Ministero dello sviluppo economico, ha comunicato di aver completato il Monitoraggio della Consultazione Aree Grigie e Nere, ovvero l’attività di aggiornamento della mappatura delle aree del territorio nazionale, già individuate in precedenti Consultazioni come Aree Grigie e Nere NGA. Le aree grigie e nere sono quelle in cui gli operatori sono finora intervenuti con i propri programmi infrastrutturali o hanno interesse a farlo entro i successivi tre anni. Questa attività di mappatura è propedeutica ad eventuali nuovi interventi pubblici previsti nella ”Strategia Italiana per la Banda Ultralarga”. 
Rispetto al divieto generalizzato di conferimento di incarichi professionali ai titolari di cariche elettive, previsto dal Dl 78/2010, il Dl 50/2017 e la successiva legge di conversione hanno individuato alcune deroghe specifiche per gli enti locali. Mentre da un punto di vista soggettivo i titolari di cariche elettive sono ben individuabili (sindaci, sindaci metropolitani, presidenti di provincia e consiglieri comunali, metropolitani e provinciali), da un punto di vista oggettivo si deve trattare esclusivamente del conferimento di incarichi per prestazioni professionali. 
Dopo le modifiche legislative sulla rimborsabilità delle spese legali agli amministratori assolti in ambito di procedimenti penali, la questione di maggior interesse si è spostata sull'invarianza della spesa. L'orientamento maggioritario dei giudici contabili ha confermato che l'invarianza finanziaria deve essere circoscritta alle sole spese della missione 1 con i «Servizi istituzionali, generali e di gestione». Questa indicazione è stata ribadita anche dalla Corte della Campania (deliberazione n. 102/2019) precisando, inoltre, la necessaria previa regolamentazione per poter aderire ai canoni di legalità, imparzialità e buon andamento dell'azione amministrativa ed evitare anche ogni possibile conflitto di interesse.
La delibera n. 116/2019 della Corte dei conti, sezione di controllo per la Lombardia offre rilevanti spunti interpretativi sulla procedura di dismissione delle partecipazioni ritenute non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali. In particolare, i magistrati hanno analizzato gli effetti della liquidazione delle quote sui soci che rimangono proprietari. Si tratta, spiega la delibera, di effetti differenziati a seconda che si proceda direttamente alla liquidazione della partecipazione del socio recedente o meno. 
“L’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia è al lavoro per redigere il Piano BUL che doterà la nostra regione di importanti infrastrutture di comunicazione digitale. Gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea prevedono entro il 2020, la copertura dell’85% della popolazione con infrastrutture capaci di trasmettere servizi a velocità pari e superiori a 100 Megabit per secondo (Mbps) assicurando nello stesso tempo l’accesso alla rete internet ad almeno 30Mbps al 100% dei cittadini". Così in una nota l’assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino ha fatto il punto sullo stato dell’arte BUL regionale.  In Puglia a febbraio 2019 la copertura in banda a 30 Mbps, secondo i dati Agcom (maps.agcom), ha raggiunto l’83% delle famiglie mentre la velocità da 100 Mbps in su è disponibile per il 45% delle famiglie. 
"Essere rieletto al primo turno con un consenso così grande è il migliore riconoscimento del lavoro fatto in questi 5 anni, anni in cui la città è cambiata ed è diventata più bella. Rispetto a cinque anni fa, ora avevamo il vento contro, per questo aver vinto in questo momento è commovente". Così il presidente di ALI-Autonomie Locali italiane, Matteo Ricci, rieletto sindaco di Pesaro, ha commentato a Tgcom24 i risultati del voto di domenica. "Il Pd è ripartito, e la sua base - è evidente - sono i sindaci e gli amministratori locali: penso anche ad altre città in cui si è vinto al primo turno, come Bari, Bergamo, Firenze. I sindaci, pur avendo il vento contrario, hanno vinto perché sui territori abbiamo una grande classe dirigente che lavora bene e che viene riconosciuta e votata dai cittadini. Noi siamo l'approccio popolare contro il populismo, che si sconfigge stando in mezzo alla gente, nelle strade, nelle piazze, non soffiando sulle paure, ma ascoltando e risolvendo i problemi della gente. Noi sindaci siamo un'alternativa di popolo. Questi risultati elettorali - conclude Ricci - parlano chiaro: il centrosinistra deve ripartire, basarsi fortemente, sui sindaci e gli amministratori locali".
"Grazie a tutti, è un risultato quasi commovente". Matteo Ricci alle 19 in punto rompe il silenzio, a pochi seggi che restano ancora da scrutinare: è ancora lui il sindaco di Pesaro - con il 57,32% dei voti - e lo dice quasi commosso. "Pronti a lavorare per una città che vogliamo sempre più nazionale e dinamica. Viva Pesaro, è una grandissima città e ne dobbiamo essere orgogliosi tutti". "Le mie congratulazioni al Sindaco di Pesaro Matteo Ricci per la riconferma alla guida del capoluogo marchigiano. Un risultato straordinario - ha commentato il vicepresidente vicario di Ali- Autonomie Locali italiane, Claudio Mancini - che premia l'esperienza positiva dell'amministrazione di centrosinistra e che rappresenta un successo importante per l'intero sistema delle Autonomie Locali. L'esperienza del Presidente nazionale di ALI - aggiunge - è confermata dai cittadini di Pesaro che hanno scelto di continuare l'azione della giunta Ricci per altri cinque anni. A Matteo, i miei migliori auguri di buon lavoro".
Il tema delle regole per conferire gli incarichi dirigenziali della pubblica amministrazione è quanto mai attuale ed è attraversato da questioni sempre più rilevanti: basti pensare alle recenti indagini penali e a quelle per responsabilità contabile che evidenziano l'esigenza di un intervento chiarificatore del legislatore in grado di fare sintesi tra il necessario rapporto fiduciario alla base dell'incarico e la scelta della migliore professionalità, previa selezione pubblica trasparente e tale da garantire il buon andamento e l'imparzialità della Pa. 
Il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ha annunciato – in occasione del suo incontro con l’assemblea di Confindustria – il piano che il governo si appresta a battezzare per portare la connettività ultraveloce nelle aree a metà strada fra quelle “periferiche” e persino sperdute, e le città. Aree dove si concentra un elevato numero di aziende. “A giugno convocherò il Comitato Banda Ultralarga(Cobul, ndr) proponendo alle Regioni l’avvio del Piano Aree grigie per portare la banda ultralarga a 1 giga e il lancio di voucher per la connettività. Per questi obiettivi sono stati già allocati oltre 3 miliardi di euro”. Il piano Strategico per la Banda Ultralarga è coordinato dalla Presidenza del Consiglio tramite Il Comitato per la diffusione della Banda Ultralarga (COBUL), composto dalla Presidenza stessa, dal Ministero dello Sviluppo Economico, Infratel e AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), che ha definito la presente strategia nazionale e ne monitora la corretta attuazione.
Investimenti per 4 milioni, raggiunti 13 mila case e uffici. open Fiber, la società partecipata al 50% da Enel e al 50% da Cassa depositi e prestiti, ha siglato una convenzione con il comune di Chieri per realizzare sul territorio una nuova infrastruttura, interamente in fibra ottica, in modalità FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa). 
E' online il nuovo numero di Governare il Territorio, la rivista telematica di ALI-Autonomie Locali Italiane, su emergenza climatica, città e Agende Locali 2030. 
Il terzo Festival dello Sviluppo Sostenibile si svolgerà in un momento cruciale per il futuro del Paese e dell’Europa. Il 2019, infatti, vedrà l’inizio di un nuovo ciclo politico per il nostro continente con considerevoli ripercussioni sulla vita di mezzo miliardo di persone, caratterizzato dalle elezioni del Parlamento Europeo, la nomina della nuova Commissione Europea e del Presidente della Banca Centrale Europea. L’Unione Europea, così come il resto del mondo, si trova di fronte a enormi sfide economiche, sociali, ambientali e istituzionali. La nuova legislatura europea avrà quindi il compito di attuare politiche credibili ed efficaci per migliorare la qualità di vita dei cittadini e contribuire a un futuro pacifico e prosperoso sul nostro pianeta.Sarà possibile seguire l'evento in diretta streaming sia in italiano che in inglese su www.festivalsvilupposostenibile.it, sulla pagina Facebook dell'ASviS (@asvisitalia) in italiano, sulla pagina Youtube dell'ASviS in inglese e con live tweeting dalla pagina Twitter dell'ASviS (@ASviSItalia). 
L'articolo 35 del contratto Funzioni Centrali (con la stessa numerazione e formulazione nel contratto Funzioni Locali) ha introdotto un permesso retribuito nuovo che giustifica le assenze per effettuare visite, terapie, prestazioni specialistiche o esami diagnostici, che si distinguono dalla malattia in quanto assenze non caratterizzate da patologia in atto o incapacità lavorativa. I dipendenti pubblici hanno ora a disposizione 18 ore all'anno di permesso per visite che, non producendo incapacità lavorativa, consentono di rientrare in servizio.
EOLO, azienda leader nel fixed-wireless ultra-broadband per i segmenti business e residenziale, e UNCEM, organizzazione nazionale che associa e rappresenta i Comuni montani, le Unioni montane di Comuni e le Comunità montane, hanno annunciato la firma di un protocollo d’intesa volto alla riqualificazione e al rilancio dei Comuni montani e dei territori alpini e appenninici grazie alla diffusione della banda ultralarga.
Pagina 1 di 208