Il Consiglio delle Autonomie locali della Toscana, in un documento approvato all’unanimità il 9 marzo 2010, esprime pieno sostegno all’iniziativa della Giunta regionale Toscana che ha presentato ricorso di incostituzionalità per due provvedimenti contenuti nella Legge finanziaria 2010 che impongono ai Comuni di sopprimere la figura del Difensore civico e di abolire i concorsi di funzioni tra enti locali. (in allegato una dichiarazione del presidente Filippeschi di adesione all'iniziativa della Regione Toscana)
"Invasione di campo" è il titolo, e la critica che il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani rivolge al Governo, dell'intervista pubblicata sul numero di febbraio di "Autonomie e Comunità", la rivista mensile di Legautonomie. In allegato il testo dell'articolo.
L'insostenibilità del patto di stabilità per gli enti locali, le nuove norme della Finanziaria 2010 che penalizzano i comuni montani, la richiesta di provvedimenti legislativi sulla tariffa di igene ambientale (Tia): questi i temi all'ordine del giorno dell'incontro promosso da Legautonomie di Reggio Emilia il 1° febbraio 2010 sulla Finanza locale e i recenti provvedimenti legislativi sugli assetti istituzionali. In allegato il documento che è stato approvato dai sindaci dei comuni della provincia e dalla Provincia di Reggio Emilia.
Le Commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno votato il 24 febbraio altre modifiche al d.l. in materia di enti locali e regioni. Le modiche riguardano la tabella delle circoscrizioni dei collegi provinciali alla luce della riduzione dei consiglieri provinciali previsti dalla Finanziaria 2010, che dovrà essere definita entro il 30 novembre 2010 e l’importo degli emolumenti dei consiglieri regionali che non dovrà eccedere quello dei parlamentari.
Mercoledì 24 febbraio una delegazione di sindaci della Provincia di Reggio Emilia incontra a Roma il Presidente della Commissione Bilancio per presentare la propria protesta contro le norme sul patto di stabilità contenute nella Finanziaria 2010, che penalizzano le amministrazioni locali. In allegato il comunicato dei sindaci.
L'indagine analizza la domanda e l'offerta di credito a livello territoriale nel 2009. In allegato il rapporto di banca d'Italia presentato nel febbraio 2010.
Le commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera mercoledì 17 febbraio hanno votato le modifiche all'art.1 del decreto su "interventi urgenti sul contenimento delle spese degli enti locali". L'esame del testo in Assemblea è stato posticipato al 26 febbraio 2010.
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con decreto 29-1-2010, ha aggiornato il tasso annuo massimo per i mutui contratti dagli Enti locali.
Pagina 4 di 79