Nel testo pervenuto dal Senato, la Commissione affari costituzionali della Camera ha licenziato per l’Aula il disegno di legge del Governo per la codificazione in materia di pubblica amministrazione.
Il Senato ha approvato, con modificazioni, il ddl n. 2156 recante disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione. Il provvedimento passa quindi alla Camera.
"Mettiamoci la faccia", il sistema di rilevazione della customer satisfaction dei servizi della PA tramite emoticon (le cosiddette faccine sorridente, neutra o arrabbiata), registra una crescita per il secondo anno consecutivo. I dati di marzo confermano infatti come negli ultimi dodici mesi le sedi dotate di dispositivi per il voto siano aumentate del 93% (passando da 275 a 532), gli sportelli siano più che raddoppiati (passando da 1.112 a 2.588) e i giudizi raccolti siano stati complessivamente 4,3 milioni (nel solo mese di marzo di quest'anno si è registrata una media di 101.065 giudizi settimanali).
Pubblichiamo in allegato la relazione al Parlamento, anno 2010, del Servizio anticorruzione e trasparenza (SAeT) sul tema della prevenzione e contrasto della corruzione e di altre forme di illecito nella pubblica amministrazione.
Corte dei conti - Sezioni riunite in sede di controllo - Delibera n. 11/2011/CONTR/CL: ipotesi di CCNL dei segretari comunali e provinciali per il biennio economico 2008-2009. In allegato il testo della delibera.
"Scrivere bene: un dovere (e un piacere) per la pubblica amministrazione..." questo è l'intento della "Guida alla redazione degli atti amministrativi. Regole e suggerimenti", che si presenta come uno strumento di lavoro che intende migliorare la professionalità dei redattori degli atti amministrativi e favorire la scrittura di testi più chiari e comprensibili. Si rivolge non solo ai dipendenti degli enti locali, ma a chiunque, all’interno di un’istituzione pubblica o privata, si occupi di comunicazione e relazioni con il pubblico. Gli atti amministrativi costituiscono infatti un universo molto eterogeneo sia per la molteplicità delle loro funzioni, sia per la pluralità dei soggetti coinvolti. Pubblicata sul sito dell’Istituto di teoria e tecniche dell’informazione giuridica del Cnr, la guida è a cura del gruppo di lavoro promosso dall'Istituto e dall’Accademia della Crusca.
Il Ministro per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta e il Ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna hanno firmato la direttiva che detta le Linee guida sulle modalità di funzionamento dei "Comitati unici di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni" (CUG). Introdotti dall'articolo 21 della legge n. 183/2010 (il cosiddetto 'collegato Lavoro'), i CUG assumono - unificandole - tutte le funzioni che la legge, i contratti collettivi e altre disposizioni attribuiscono ai Comitati per le Pari Opportunità e ai Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, fino a oggi operanti presso le Pubbliche Amministrazioni. Si tratta di un intervento di semplificazione e razionalizzazione che risponde all'esigenza di garantire maggiore efficacia ed efficienza nell'esercizio delle funzioni alle quali il nuovo organismo è preposto. La direttiva è stata firmata lo scorso 4 marzo all'indomani del parere positivo espresso dalla Conferenza Unificata ed è attualmente in corso di registrazione da parte dei competenti organi di controllo. A breve sarà attiva la casella di posta elettronica monitoraggiocug@governo.it, attraverso la quale i Dipartimenti Funzione Pubblica e Pari Opportunità, in collaborazione con la Consigliera nazionale di parità, forniranno supporto alle amministrazioni nella prima fase di avvio dei CUG. (7.3.2011)
E’ in vigore dal 25 gennaio il nuovo CAD, il Codice dell'Amministrazione Digitale (Decreto legislativo n. 235/2010). Il nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale si basa su due principi: effettività della riforma: si introducono misure premiali e sanzionatorie favorendo, da una parte, le amministrazioni virtuose (anche con la possibilità di quantificare e riutilizzare i risparmi ottenuti grazie alle tecnologie digitali) e sanzionando, dall'altra, le amministrazioni inadempienti; incentivi all'innovazione della PA: dalla razionalizzazione della propria organizzazione e dall'informatizzazione dei procedimenti, le pubbliche amministrazioni ricaveranno dei risparmi che potranno utilizzare per il finanziamento di progetti di innovazione e per l'incentivazione del personale in essi coinvolto.
"Statistiche per ogni comune" è un progetto della SIS (Società Italiana di Statistica) realizzato in collaborazione con l'Istituto Guglielmo Tagliacarne per promuovere l'impiego della statistica nei comuni dove non sempre le informazioni statistiche sono facilmente reperibili.
Pagina 6 di 23