TAGS PER ARGOMENTO

AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) ALI/Municipia SpA (1) Alleanza contro la povertà (16) Ambiente (108) anac (4) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (4) ASviS (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomia (2) autonomie locali (4) Banda Ultra larga (179) bando periferie (1) Bergamo (1) Bes (2) bilanci (2) BUL (179) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) clima (2) codice appalti (4) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (16) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Congresso Legautonomie (2) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Controlli (3) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (93) Corte dei Conti (68) Corte di Cassazione (17) Crescita Digitale in Comune (178) Criminalità (2) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) dignità amministratori (3) Di Maio (2) DL Sicurezza (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (6) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (18) enti territoriali (1) Europa (67) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (19) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (3) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (2) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (48) L'Associazione (81) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (93) Legge di Bilancio (2) Lucciarini (1) Macron (1) maltempo (1) marche (1) Marino Massaro (1) Matteo Ricci (31) MEF (2) Mezzogiorno (16) migranti (1) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (2) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (3) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (2) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (26) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (2) Prodi (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (7) pubblicità (1) Pubblico Impiego (8) pums (1) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (8) Rei (14) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riforme Territoriali (1) Riscossione (1) Roma (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (44) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (14) Startup (1) startup tunisia (4) Statocittà (1) Sviluppo economico/sociale (76) sviluppo sostenibile (1) TAR (4) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Welfare locale/sanità gioco d'azzardo/ludopatia

19 Febbraio 2015

Mettiamoci in gioco... nel Lazio: l'impegno di Legautonomie per contrastare il gioco d'azzardo

La crisi c'è, ma non per il gioco d'azzardo. I numeri parlano chiaro: 100 miliardi è il fatturato (4% del PIL nazionale) dell'industria del gioco d'azzardo; 8 sono i miliardi di tasse corrispondenti; 400.000 sono le slot-machine dislocate nel territorio nazionale; oltre 6000 i locali e agenzie autorizzate.  

Un sistema, quello del gioco d'azzardo, che a oggi conta 15 milioni di giocatori abituali, di cui 3 milioni a rischio patologico e 800.000 già patologici.
Dati che destano grave preoccupazione soprattutto nel mondo dell'associazionismo e della pubblica amministrazione che hanno il dovere di confrontarsi con l'obiettivo di analizzare e studiare forme di sensibilizzazione al fine di contrastare un fenomeno degenerativo che, tra l'altro, registra in molti casi forti collegamenti con la criminalità organizzata, il riciclaggio di denaro e la prostituzione.
Per incentivare il dibattito e la discussione, è nata la campagna nazionale di comunicazione "Mettiamoci in gioco" con l'obiettivo di promuovere un percorso condiviso tra le Istituzioni e la società civile per un impegno comune a tutela della salute e della libertà dei cittadini.
"La ludopatia - ha detto Bruno Manzi, Presidente di Legautonomie Lazio - è una condizione molto seria che merita una grande attenzione da parte delle Istituzioni al fine di contrastare in maniera seria un fenomeno che può arrivare anche a distruggere la vita dei giocatori il cui numero, dagli ultimi dati, aumenta progressivamente. Legautonomie - ha continuato Manzi - aderendo alla campagna di comunicazione, si pone come obiettivo quello di affrontare questo problema e studiare insieme agli amministratori locali adeguate soluzioni anche da un punto di vista normativo".
Dopo l'interessante incontro di Formia dello scorso dicembre che ha visto la presenza del mondo della scuola, delle istituzioni locali e dell'associazionismo, dunque, continua l'impegno di Legautonomie Lazio che da appuntamento a tutti gli amministratori locali della regione a mercoledì 25 febbraio nella magnifica cornice del Campidoglio (Sala del Carroccio) a partire dalle 10.30.
"Sarà un momento di discussione e analisi del fenomeno - ha concluso il Presidente Manzi - al fine di porre nella nostra regione basi solide per contrastare una pratica così diffusa anche attraverso l'adozione di specifiche misure regolamentari e la creazione di reti territoriali". In allegato il programma completo dei lavori.