TAGS PER ARGOMENTO

AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) ALI/Municipia SpA (1) Alleanza contro la povertà (16) Ambiente (108) anac (4) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (4) ASviS (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomia (2) autonomie locali (4) Banda Ultra larga (179) bando periferie (1) Bergamo (1) Bes (2) bilanci (2) BUL (179) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) clima (2) codice appalti (4) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (16) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Congresso Legautonomie (2) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Controlli (3) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (93) Corte dei Conti (68) Corte di Cassazione (17) Crescita Digitale in Comune (178) Criminalità (2) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) dignità amministratori (3) Di Maio (2) DL Sicurezza (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (6) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (18) enti territoriali (1) Europa (67) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (19) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (3) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (2) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (48) L'Associazione (81) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (93) Legge di Bilancio (2) Lucciarini (1) Macron (1) maltempo (1) marche (1) Marino Massaro (1) Matteo Ricci (31) MEF (2) Mezzogiorno (16) migranti (1) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (2) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (3) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (2) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (26) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (2) Prodi (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (7) pubblicità (1) Pubblico Impiego (8) pums (1) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (8) Rei (14) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riforme Territoriali (1) Riscossione (1) Roma (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (44) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (14) Startup (1) startup tunisia (4) Statocittà (1) Sviluppo economico/sociale (76) sviluppo sostenibile (1) TAR (4) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Ambiente Politiche territoriali

08 Marzo 2011

Prevenzione incendi e tutela ambiente, due nuovi regolamenti semplificano la normativa per le Pmi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato due regolamenti di interventi di semplificazione in materia di prevenzione degli incendi e di tutela dell’ambiente che intervengono su adempimenti particolarmente onerosi per circa 2 milioni di Piccole e Medie Imprese italiane.

L'applicazione dei due regolamenti, previsti dall'art.49 comma 4-quater del decreto-legge 78/2010, convertito con modificazioni dalla legge 122/2010, e proposti dai ministri della Semplificazione normativa, della Pubblica Amministrazione e innovazione e dello Sviluppo economico, in collaborazione con i ministri competenti in materia, quali quello dell'Ambiente e dell'Interno, produrrà un risparmio, per le imprese, di 1,5 miliardi di euro.

Le semplificazioni interessano oltre 2 milioni di imprese che risparmieranno circa 1,5 miliardi di euro all’anno senza far calare, tuttavia, i livelli di protezione degli interessi pubblici. Gli uffici interessati, infatti, potranno concentrare sui casi davvero necessari l’attività di verifica e di controllo.

I regolamenti introducono, in particolare, nuove procedure informatizzate per la prevenzione incendi e favoriscono l’impiego di autocertificazioni e di attestazioni redatte da tecnici abilitati e da agenzie per le imprese. È prevista una disciplina differenziata, secondo tre categorie di rischio, riguardo alle seguenti procedure:

•richiesta del parere di conformità sul progetto

•certificato di prevenzione incendi

•rinnovo del certificato di prevenzione incendi

•registro dei controlli

•autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali

•documentazione di impatto acustico

Il ministro Brunetta ha auspicato che le semplificazioni si concretizzino prima dell’estate, dopo che il provvedimento avrà completato il suo iter. Faranno seguito altri interventi che riguardano la privacy, la sicurezza sul lavoro, gli appalti.