TAGS PER ARGOMENTO

AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) ALI/Municipia SpA (1) Alleanza contro la povertà (16) Ambiente (108) anac (4) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (4) ASviS (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomia (2) autonomie locali (4) Banda Ultra larga (179) bando periferie (1) Bergamo (1) Bes (2) bilanci (2) BUL (179) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) clima (2) codice appalti (4) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (16) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Congresso Legautonomie (2) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Controlli (3) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (93) Corte dei Conti (68) Corte di Cassazione (17) Crescita Digitale in Comune (178) Criminalità (2) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) dignità amministratori (3) Di Maio (2) DL Sicurezza (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (6) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (18) enti territoriali (1) Europa (67) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (19) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (3) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (2) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (48) L'Associazione (81) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (93) Legge di Bilancio (2) Lucciarini (1) Macron (1) maltempo (1) marche (1) Marino Massaro (1) Matteo Ricci (31) MEF (2) Mezzogiorno (16) migranti (1) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (2) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (3) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (2) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (26) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (2) Prodi (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (7) pubblicità (1) Pubblico Impiego (8) pums (1) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (8) Rei (14) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riforme Territoriali (1) Riscossione (1) Roma (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (44) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (14) Startup (1) startup tunisia (4) Statocittà (1) Sviluppo economico/sociale (76) sviluppo sostenibile (1) TAR (4) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Finanza territoriale Federalismo

14 Luglio 2010

Federalismo Fiscale: le audizioni di Fitto e Calderoli

Saranno attentamente valutate le osservazioni delle Regioni su demanio, lo ha assicurato il ministro dei Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto nel corso dell’audizione di giovedì 29 aprile alla Commissione bicamerale per l'attuazione del Federalismo fiscale.

Il ministro ha poi annunciato l’ipotesi di una legge di riorganizzazione del ruolo della Conferenza delle Regioni. Ed ha aggiunto che sarebbe anche favorevole "all'abolizione del diritto di sciopero della Conferenza". Una modalità discutibile, secondo Fitto, "quella secondo cui non trovando un punto d'intesa si decide di non partecipare".

Con l'insediamento nei prossimi giorni della nuova Conferenza delle Regioni, Fitto ha comunque assicurato che si riuscirà a rispettare i tempi previsti dalla legge delega per l’approvazione dei decreti. Sul federalismo nel complesso, ha infine osservato che "c'è la preoccupazione che spaccherà in due il Paese", ma che "con il meccanismo di perequazione verticale totale su sanità, assistenza e istruzione, che accompagnerà anche i decreti attuativi, questo non avverrà e migliorerà la spesa pubblica".

Nel corso della precedente audizione del 27 aprile il ministro Calderoli aveva invece annunciato una “service tax” per gli enti locali, una tassa semplificata per le entrate locali, tributarie e non. "L'interesse è quello di introdurre una tassa legata a tutti quelli che sono i servizi che un ente locale gestisce e offre al cittadino”, aveva spiegato Calderoli. Ed aveva proseguito sottolineando che "il federalismo fiscale da solo non basta, funziona se si fanno insieme il codice delle autonomie e le riforme costituzionali".

Quella del ministro Calderoli è stata la prima del ciclo di audizioni, iniziato il 27 aprile, presso la Commissione bicamerale per l'attuazione del federalismo fiscale. Sempre il 27 aprile è intervenuto il Presidente della Commissione paritetica per l'attuazione del federalismo fiscale Luca Antonini.
Le audizioni sono proseguite mercoledì 28 alle 14,30 con l'intervento del direttore dell'Agenzia del Demanio, Maurizio Prato, nell’ambito dell’esame dello schema di decreto legislativo sul Federalismo fiscale, e giovedì 29 con il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto.