TAGS PER ARGOMENTO

AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) ALI/Municipia SpA (1) Alleanza contro la povertà (16) Ambiente (108) anac (4) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (4) ASviS (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomia (2) autonomie locali (4) Banda Ultra larga (179) bando periferie (1) Bergamo (1) Bes (2) bilanci (2) BUL (179) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) clima (2) codice appalti (4) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (16) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Congresso Legautonomie (2) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Controlli (3) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (93) Corte dei Conti (68) Corte di Cassazione (17) Crescita Digitale in Comune (178) Criminalità (2) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) dignità amministratori (3) Di Maio (2) DL Sicurezza (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (6) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (18) enti territoriali (1) Europa (67) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (19) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (3) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (2) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (48) L'Associazione (81) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (93) Legge di Bilancio (2) Lucciarini (1) Macron (1) maltempo (1) marche (1) Marino Massaro (1) Matteo Ricci (31) MEF (2) Mezzogiorno (16) migranti (1) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (2) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (3) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (2) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (26) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (2) Prodi (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (7) pubblicità (1) Pubblico Impiego (8) pums (1) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (8) Rei (14) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riforme Territoriali (1) Riscossione (1) Roma (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (44) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (14) Startup (1) startup tunisia (4) Statocittà (1) Sviluppo economico/sociale (76) sviluppo sostenibile (1) TAR (4) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Politiche territoriali

14 Febbraio 2017

Imu/Tasi, ai Comuni il ristoro completo per gli imbullonati: gli importi Comune per Comune

Con comunicato del ministero dell'Interno dà atto dell'avvenuto completamento dell'erogazione del contributo a copertura della perdita di gettito Imu e Tasi conseguente alla rideterminazione delle rendite catastali dei cosiddetti imbullonati. I dati sono allegati al decreto del ministero dell'Economia del 29 dicembre scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2017. Ecco gli importi Comune per Comune.

Con comunicato di ieri il ministero dell'Interno dà atto dell'avvenuto completamento dell'erogazione del contributo a copertura della perdita di gettito Imu e Tasi conseguente alla rideterminazione delle rendite catastali dei cosiddetti imbullonati. I dati sono allegati al decreto del ministero dell'Economia del 29 dicembre scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2017.

La cornice normativa

Si ricorda che la legge di stabilità ha previsto che a decorrere dal 1° gennaio 2016, la determinazione della rendita catastale degli immobili censibili nelle categorie catastali dei gruppi D ed E, è effettuata, tramite stima diretta, tenendo conto del suolo e delle costruzioni, nonché degli elementi ad essi strutturalmente connessi che ne accrescono la qualità e l'utilità. Sono esclusi dalla stima diretta i macchinari, congegni, attrezzature e altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo. La normativa prevedeva poi che se il Documento catasto fabbricati (Docfa) è presentato entro il 15 giugno 2016, il contribuente poteva considerare tale rendita retroattivamente dal 1° gennaio, per pagare l'Imu e la Tasi dovuta per l'intero anno. Per i Docfa presentati dal 16 giugno in avanti, invece, la rendita esplica i suoi effetti a decorrere dal 1° gennaio 2017.

Le risorse

La normativa ha previsto uno stanziamento di 155 milioni annui, sia per il 2016 che per gli anni successivi. Per il 2016 lo stanziamento è capiente, perché, come spiegato nella nota metodologia allegata al comunicato, si sono registrate complessivamente 29.237 variazioni (alcune multiple con riferimento allo stesso immobili) che hanno dato luogo a una perdita di gettito complessiva pari a 127.270.436,44 euro.

Per il 2017 il contributo dovrà però tener conto anche dei Docfa presentatati dal 16 giugno al 31 dicembre, e quindi non si è certi che l'importo di 155 milioni sarà sufficiente.

Va, infine, precisato che nella determinazione degli importi spettanti per ciascun Comune si sono considerate le aliquote rilevate da Ifel, tenendo conto anche dei casi in cui il Comune ha ritenuto di differenziare le aliquote per diverse tipologie di fabbricati del gruppo catastale D.

Gli importi Comune per Comune

Fonte: Enti Locali & PA Sole 24 Ore