TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (74) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (1) BUL (73) Camera dei deputati (5) casa (1) cdm (1) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (3) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (9) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (12) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (73) Corte dei Conti (45) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (72) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) Del Cimmuto (16) derivati (3) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) Elezioni Amministrative (4) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) energia (3) Enti Locali (14) enti territoriali (1) Europa (60) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (23) Finanza territoriale (781) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) gioco d'azzardo (2) gioco d'azzardo/ludopatia (27) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (2) Immigrazione (18) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (5) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (79) Macron (1) mafia (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) MIT (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (23) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) povertà (1) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (2) Pubblico Impiego (6) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (4) Rei (11) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) sanità (1) Scuola/Università (22) Seminario (1) Servizi pubblici (1) Sicurezza urbana (43) sindaci (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (23) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) TAR (2) trasparenza (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

MEF Sisma

12 Marzo 2018

MEF, un miliardo di euro per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma

l Ministero dell’Economia è ricorso a un prestito della Banca europea per gli investimenti e ha siglato a Roma, la scorsa settimana, il contratto quadro di finanziamento che consentirà la disponibilità dei fondi. Le risorse saranno erogate in relazione all’esecuzione degli interventi indicati nel contratto di progetto, stipulato dal commissario straordinario per il sisma 2016, Paola De Micheli, con il vicepresidente della Bei. Nella stessa occasione il Mef e la Banca europea per gli investimenti è stata firmata, altresì, la seconda tranche di 167 milioni di euro, su un prestito complessivo di 300, per il finanziamento del piano triennale dell’Anas di ammodernamento e messa in sicurezza della rete stradale italiana, risorse che in buona parte riguarderanno interventi localizzati nel Mezzogiorno e nelle Isole.

Le risorse finanziarie per la ricostruzione saranno destinate a progetti di riqualificazione, costruzione o trasferimento di ospedali, centri sanitari, scuole, poli universitari, alloggi per studenti, servizi sociali, edifici della pubblica amministrazione, restyling di edifici vincolati e opere infrastrutturali quali approvvigionamento idrico, raccolta rifiuti e strade. Per la Bei, il miliardo aggiuntivo per la ricostruzione degli edifici pubblici si somma a un primo stanziamento di pari importo messo a disposizione nel 2017 per la ricostruzione privata. In quel caso i destinatari sono stati le piccole e medie imprese (per strutture come capannoni, laboratori), nonchè le abitazioni private di molte famiglie.

Per quanto riguarda il sistema viario, gli investimenti saranno effettuati su circa 170 strade e superstrade gestite dall’Anas (per 5.800 chilometri complessivi) localizzate in tutte le regioni italiane. Gli interventi previsti sono relativi a opere di miglioramento delle barriere di sicurezza, di ristrutturazione delle gallerie e di costruzione di sistemi anti rumore. La realizzazione di questi interventi servirà anche a contrastare l’incidentalità sulle strade interessate. Grazie, infine, alla sostenibilità dei lavori programmati, non ci saranno impatti negativi sull’ambiente né sul paesaggio.