TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (64) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (1) BUL (63) Camera dei deputati (5) casa (1) cdm (1) città metropolitane (2) codice appalti (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (6) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (12) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (62) Corte dei Conti (43) Corte di Cassazione (14) Corte di conti (1) Crescita Digitale in Comune (63) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) Del Cimmuto (16) derivati (3) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) Elezioni Amministrative (2) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) energia (3) Enti Locali (12) enti territoriali (1) Europa (58) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (23) Finanza territoriale (781) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) gioco d'azzardo (2) gioco d'azzardo/ludopatia (27) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (1) Immigrazione (18) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (3) Interno (3) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (78) Macron (1) mafia (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) MIT (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (23) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) povertà (1) Privacy (1) Province (10) pubblica ammnistrazione (1) Pubblico Impiego (6) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (4) Rei (11) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) sanità (1) Scuola/Università (22) Seminario (1) Servizi pubblici (1) Sicurezza urbana (43) sindaci (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (23) spid (1) Sprar (13) Startup (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (74) TAR (2) Tributi (4) Unione Europea (15) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

polizia locale Lavoro Contratti pubblici

10 Maggio 2018

Per la polizia locale assunzioni stagionali oltre i limiti solo dopo il via al contratto

Le assunzioni di vigili stagionali restano, fino alla sottoscrizione definitiva del rinnovo contrattuale, soggette al solo limite della percentuale non superiore al 20% del numero dei lavoratori a tempo indeterminato, anche nel caso in cui la spesa fosse finanziata da terzi, mentre non sono valgono i limiti di durata (cinque mesi non rinnovabili) previsti in costanza del riassorbimento del personale degli enti di area vasta. Queste, in sintesi, le indicazioni formulate dalla Corte dei conti ligure, con la deliberazione n. 83/2018.

Avendo la necessità di potenziare le attività di polizia locale nella stagione estiva, il sindaco di un Comune costiero ha chiesto ai magistrati contabili quale sia la percentuale massima di assunzione di personale stagionale nel caso in cui il rafforzamento del personale temporaneo sia finanziato da terzi. Ha chiesto, inoltre, se sia ancora operante la limitazione della durata massima dei cinque mesi non prorogabili prevista nell'ultimo periodo dell'articolo 5, comma 6, del Dl 78/2015 secondo cui «Sono fatte salve le assunzioni di personale a tempo determinato effettuate dopo la data di entrata in vigore del presente decreto … per lo svolgimento di funzioni di polizia locale, esclusivamente per esigenze di carattere strettamente stagionale e comunque per periodi non superiori a cinque mesi nell'anno solare, non prorogabili».

Secondo la Corte, il contingente massimo di personale stagionale assumibile, fino alla sottoscrizione definitiva del rinnovo contrattuale delle funzioni locali, è stabilito dall'articolo 23 del Dlgs 81/2015 (Jobs Act 2) secondo cui «salvo diversa disposizione dei contratti collettivi, non possono essere assunti lavoratori a tempo determinato in misura superiore al 20 per cento del numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza al 1° gennaio dell'anno di assunzione, con un arrotondamento del decimale all'unità superiore qualora esso sia eguale o superiore a 0,5 …»

Leggi la delibera della Corte dei Conti