TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (1) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (80) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (2) BUL (79) Camera dei deputati (5) casa (1) cassazione (1) cdm (1) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (3) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (10) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (12) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) controlli interni (1) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (76) Corte dei Conti (48) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (78) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) Del Cimmuto (16) derivati (3) Di Maio (1) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) Elezioni Amministrative (4) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) energia (3) Enti Locali (14) enti territoriali (1) Europa (60) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (24) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (783) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) gioco d'azzardo (2) gioco d'azzardo/ludopatia (27) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (2) Immigrazione (19) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (6) inps (1) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (81) Macron (1) mafia (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) MIT (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (23) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) povertà (1) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (3) Pubblico Impiego (7) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di cittadinanza (1) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (4) Rei (11) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) sanità (1) Scuola/Università (22) Seminario (1) Servizi pubblici (1) Sicurezza urbana (43) sindaci (2) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (23) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) TAR (2) trasparenza (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

02 Luglio 2018

Sport Bonus: Al via le domande per usufruire del credito d'imposta

Il 21 giugno scorso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha reso noto che i soggetti che intendono sfruttare dello sconto fiscale, ovvero lo Sport Bonus concesso dall'ultima legge di bilancio (legge n. 205/2017), possono farne richiesta entro trenta giorni dalla data di pubblicazione.

E perciò entro il 21 luglio 2018 compilando il modulo per la richiesta predisposto dalla Presidenza del Consiglio-Ufficio per lo Sport ed inviandolo a mezzo posta elettronica a ufficiosport@pec.governo.it, nel quale devono indicare l'importo e il beneficiario dell'erogazione liberale. L'importo è suddiviso in due tranche di cinque milioni di euro e lo Sport bonus è riconosciuto in due finestre temporali di 120 giorni ciascuna di cui la seconda si aprirà il prossimo 20 agosto, come previsto dal citato Dpcm 23 aprile 2018, attuativo dell'agevolazione fiscale. Il Credito d’imposta, eventualmente richiesto con il modulo predisposto dalla Presidenza del Consiglio-Ufficio per lo Sport, deve rispettare alcuni criteri, come:

  • le prescrizioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2018 recante «disciplina del contributo denominato sport bonus» di cui all’articolo 1, da comma 363 a comma 366, della legge 27 dicembre 2017, n. 205;
  • l’erogazione liberale in denaro deve essere destinata ad interventi di restauro, risanamento conservativo nonché ristrutturazione edilizia di impianti sportivi pubblici, come definiti dall’articolo 3, comma 1, let. c) e d) del Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380;
  • il fatto che il contributo richiesto, sotto forma di credito d’imposta, è riconosciuto nel limite del 3 per mille dei ricavi annui, nella misura del cinquanta per cento delle erogazioni liberali in denaro fino a 40.000 euro;
  • il fatto che il credito d’imposta è utilizzabile in tre quote annuali di pari importo in ciascuno degli esercizi finanziari 2018, 2019, 2020 esclusivamente in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.