TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (2) ANCI (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (1) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (94) bando periferie (1) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (2) BUL (93) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cassazione (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (3) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (14) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (12) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) controlli interni (1) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (77) Corte dei Conti (48) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (92) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) Del Cimmuto (16) derivati (3) Di Maio (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) Elezioni Amministrative (4) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) energia (3) Enti Locali (15) enti territoriali (1) Europa (61) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) FSN (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (4) Immigrazione (20) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (86) Macron (1) mafia (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) MIT (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (25) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) povertà (2) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (4) pubblicità (1) Pubblico Impiego (7) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di cittadinanza (1) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (6) Rei (12) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) sanità (3) Scuola/Università (22) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (43) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) Svimez (1) TAR (2) trasparenza (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

02 Luglio 2018

Ripartire dal Rei contro la povertà

I dati diffusi dall’Istat sulla povertà in Italia testimoniano la validità e la necessità, ancora una volta, di un intervento pubblico strutturale di contrasto alla povertà. In questo senso il Reddito di inclusione sociale rappresenta una prima risposta e un punto di riferimento imprescindibile anche per il nuovo esecutivo e per i provvedimenti che esso vorrà mettere a punto.

L’Alleanza contro la Povertà, di cui Legautonomie è soggetto costituente, ha realizzato, a tal fine, una piattaforma di proposte finalizzate al rafforzamento del Reddito di Inclusione. Con l’ampio cartello di forze sociali e Associazioni che hanno dato vita all’Alleanza contro la Povertà, Legautonomie ritiene infatti indispensabile  un adeguamento delle risorse necessarie a rendere pienamente operativo ed efficace il REI e a coprire l’ampia platea dei soggetti interessati. Il Rei è anche uno strumento per il reinserimento sociale ed occupazionale  ed è di primaria importanza pertanto un rafforzamento della rete dei servizi territoriali e un’adeguata presenza di quegli operatori del servizio sociale professionale chiamati a costruire i progetti d’inclusione e a monitorarne l’attuazione. Dagli operatori  arrivano infatti sollecitazioni e appelli allarmanti volti a colmare la patologica carenza di organico nei Comuni italiani e  a consentire l’assunzione a tempo indeterminato di assistenti sociali rimuovendo i vincoli alle assunzioni imposti ai Comuni. Non secondaria, inoltre, è la costruzione di un’adeguata rete di servizi pubblici per il lavoro e un efficace coordinamento tra tutti i soggetti interessati, pubblici e del terzo settore,  nelle attività di presa in carico e di definizione dei percorsi di inclusione lavorativa. Legautonomie infine condivide la necessità di dare stabilità allo strumento del REI, di migliorarlo e di adeguarlo, rifuggendo ogni tentazione di un suo radicale stravolgimento e messa in discussione.