TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (2) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) appalti pubblici (1) Aran (2) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (107) bando periferie (1) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (2) BUL (106) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cassazione (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (3) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (15) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) controlli interni (1) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (81) Corte dei Conti (49) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (105) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) Di Maio (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (5) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (16) enti territoriali (1) Europa (62) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (1) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (87) Macron (1) mafia (1) maltempo (1) Marino Massaro (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (1) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (25) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (6) pubblicità (1) Pubblico Impiego (7) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (7) Rei (12) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riscossione (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (43) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) Svimez (1) TAR (2) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Crescita Digitale in Comune BUL Banda Ultra larga

23 Luglio 2018

A Pesaro-Urbino è l’ora della banda ultralarga

Con la definizione del crono programma degli interventi, la provincia di Pesaro – Urbino, nelle Marche, è pronta a dotare i suoi territori della banda ultralarga. Conferenze dei servizi e quattro fasi di intervento: è su queste basi che il piano regionale si svilupperà nella provincia marchigiana con l’ambizione di coprire almeno l’80% del territorio con 100 mega e il restante 20% con una banda compresa tra i 30 e 100 mega.

A Riguardo è intervenuto il consigliere regionale Andrea Biancani. “Si tratta di una vasta operazione di modernizzazione digitale che ho seguito fin dall’inizio dall’arrivo della prima bozza del provvedimento in Terza Commissione, alla sua approvazione definitiva, alla lunga serie di incontri ed iniziative sul territorio per promuoverne la conoscenza, l’utilità e e per condividere le scelte. Oggi – ha continuato Biancani – ci troviamo all’inizio di una nuova e importante fase dell’intero progetto, poiché tutti i comuni della provincia hanno raggiunto un accordo sulla firma della convenzione con Infratel. In particolare, tutti i comuni coinvolti nella prima tranche del progetto esecutivo hanno aderito alla convenzione e sono pronti a convocare la conferenza di servizi decisoria. L’attivazione della banda ultralarga a Fossombrone è già partita e a giorni, la convocazione della conferenza di servizi per i primi sei comuni facenti parte della prima fase, cioè Vallefoglia, Mondolfo, Orciano, Saltara, Petriano e Montemaggiore, a cui, subito dopo, farà seguito la conferenza dei servizi di altri sei, Piobbico, Apecchio, Frontino, Serra Sant’Abbondio, Mercatello sul Metauro e Lunano. Per gli interventi nei primi sei comuni – ha spiegato il consigliere – l’investimento previsto è di 3.547.000 euro, per gli altri sei è di 1.541.000 euro, mentre per la copertura dell’intera provincia sono stati stanziati 25.166.000 euro”. Circa i tempi, poi, Biancani ha aggiunto che “per i lavori dalla convocazione della conferenza dei servizi non passeranno più di un paio di mesi, in un quadro generale che prevede la chiusura delle conferenze dei servizi per i comuni rientranti nelle prime due fasi entro l’anno e la chiusura delle stesse, per i comuni della terza e quarta fase, entro marzo 2019″. Tempi certi e ritmi serrati con l’obiettivo, sempre secondo Biancani, di “rendere appetibile e competitivo nel mercato nazionale e globale l’intero territorio della provincia, attraverso un moderno sistema di interconnessione a servizio di sedi pubbliche, zone artigianali, industriali e turistiche. Uno sviluppo – ha concluso il consigliere regionale - che avrà effetti positivi per la costa e per l’entroterra, in un sistema di interconnessione mare-monti, teso a rafforzare e ad offrire nuove opportunità alle attività produttive e commerciali esistenti e a sostenere la creazione di nuove imprese e nuovi posti di lavoro”.