TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (1) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (86) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (2) BUL (85) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cassazione (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (3) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (13) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (12) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) controlli interni (1) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (77) Corte dei Conti (48) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (84) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) Del Cimmuto (16) derivati (3) Di Maio (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) Elezioni Amministrative (4) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) energia (3) Enti Locali (15) enti territoriali (1) Europa (60) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (25) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (785) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) FSN (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (3) Immigrazione (20) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (6) inps (2) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (83) Macron (1) mafia (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) milleproroghe (3) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) MIT (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (23) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) povertà (2) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (3) pubblicità (1) Pubblico Impiego (7) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di cittadinanza (1) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (6) Rei (12) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) sanità (3) Scuola/Università (22) Seminario (1) Servizi pubblici (1) Sicurezza urbana (43) sindaci (2) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (23) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) Svimez (1) TAR (2) trasparenza (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

milleproroghe

07 Agosto 2018

Decreto Milleproroghe 2018: primo ok del Senato

L'Aula di Palazzo Madama ha approvato il decreto con 148 sì, 110 no e 3 astenuti. Il provvedimento passa ora alla Camera. La seconda lettura è prevista a settembre alla ripresa dei lavori parlamentari dopo la pausa estiva.

Scintille in Aula sul decreto (Dl 91/2018) perché tutti i senatori Pd sono intervenuti sul processo verbale della seduta di venerdì, prendendo la parola contro l’emendamento che rinvia di un anno l’obbligo di certificazione vaccinale per l’accesso a nidi e materne. Le sanzioni per chi viola l’obbligo slittano al 2019-2020. In attesa che il decreto venga convertito definitivamente la famiglie a inizio anno scolastico ai primi di settembre dovranno ancora presentare l'autocertificazione.

Allentati vincoli bilancio Comuni virtuosi

«I Comuni virtuosi potranno utilizzare gli avanzi di amministrazione, spendendo sul territorio le risorse che hanno in cassa. Con l'approvazione dell'emendamento di maggioranza al dl Milleproroghe, che allenta i vincoli attuali, diamo una boccata d'ossigeno ai Comuni consentendo loro di espandere la spesa per investimenti» ha dichiarato il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, sottolineando che i Comuni avranno «un miliardo di euro in 4 anni da investire».

Entro 31 ottobre regole fondo ristoro banche

Un emendamento al decreto Milleproroghe approvato dalla commissioni Affari costituzionali del Senato e confermato in Aula, prevede che le regole per rendere operativo il fondo per i risparmiatori 'vittime' di reati finanziari dovranno essere emanate entro fine ottobre, spostando al 31 ottobre il termine fissato in precedenza a 90 giorni dall'entrata in vigore della legge di Bilancio. Tra le modifiche già approvate in commissione, l'assemblea di Palazzo Madama in mattinata ha confermato anche il 'congelamento' delle imposte al consumo sulle sigarette elettroniche fino al 18 dicembre e il rinvio a gennaio 2019 dell'obbligo di ricetta elettronica per i veterinari. Confermate in Aula anche alcune modifiche al capitolo terremoto, come i poteri speciali dei presidi nelle zone colpite dal sisma del 2016, che potranno così anche per il prossimo anno scolastico derogare sui numeri minimi e massimi per formare le classi e creare nuovi posti per i docenti.

Non solo. Resta il bonus cultura per i diciottenni per tutto il 2018. Slittano al 31 dicembre 2019 i rendiconti dei lavori fatti per la messa in sicurezza delle scuole dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe). Parte dal 2019 la possibilità che l'Inps collabori con l'Agenzia delle entrate nella messa a punto della dichiarazione sostitutiva unica per l'Isee, l'indicatore della situazione economica utilizzato per l'accesso a molti servizi sociali. È stato inoltre prorogato dagli attuali 90 giorni a 180 giorni il termine per l'adesione delle banche di credito cooperativo (Bcc) al contratto di coesione che dà vita al gruppo bancario cooperativo. Sono infine stati previsti due anni di tempo in più per la riforma dell’esame di abilitazione degli avvocati, che deve essere attuata entro sette anni anziché cinque.

 

Il testo del Decreto Milleproroghe 2018