TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (2) ANCI (2) Anpr (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) appalti pubblici (2) Aran (2) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (3) banda (1) Banda Ultra larga (116) bando periferie (1) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (2) BUL (116) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cassazione (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (4) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (15) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Congresso Legautonomie (2) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (13) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) Controlli (1) controlli interni (1) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (84) Corte dei Conti (49) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (115) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) DEF (1) DEF 2018 (2) Del Cimmuto (16) democrazia rappresentativa (1) derivati (3) DGUE (1) Di Maio (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) economia (1) Elezioni Amministrative (5) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) EmiliaRomagna (1) energia (3) Enti Locali (17) enti territoriali (1) Europa (63) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (26) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (786) finanziaria (1) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) FSN (2) funzione pubblica (1) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) Giovanelli (1) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (4) Immigrazione (21) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (7) inps (2) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (87) Macron (1) mafia (1) maltempo (1) Marino Massaro (1) matteo ricci (1) MEF (2) Mezzogiorno (14) milleproroghe (4) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) Misiani (1) MIT (2) NADEF (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) pa digitale (1) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (2) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (25) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) Postdemocrazia (1) povertà (2) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (6) pubblicità (1) Pubblico Impiego (7) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di cittadinanza (2) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (7) Rei (12) Riace (1) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) Riscossione (1) sanità (3) scuola (2) Scuola/Università (23) Seminario (1) Servizi pubblici (3) Sicurezza urbana (43) sindaci (3) Siope (1) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (24) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) Svimez (1) TAR (2) trasparenza (1) Trentino Alto Adige (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPB (1) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

05 Novembre 2018

Nove bambini su 10 respirano smog. Ecosistema urbano, vola Cosenza. Con ora legale risparmio 554 mln kwh

Ogni giorno circa il 93% dei bambini sotto i 15 anni di tutto il mondo – parliamo di 1.8 miliardi di piccoli – respira aria così inquinata da mettere a serio rischio la loro salute e il loro sviluppo.

L’allarme arriva dall’Organizzazione mondiale della Salute in occasione della prima Conferenza globale sull’inquinamento dell’aria e la salute, a Ginevra. Tragicamente, molti di loro muoiono, aggiunge l’Oms, stimando che nel 2016 600mila bambini sono decdeuti a causa di infezioni respiratorie acute causate dall’aria inquinata. L’aria inquinata sta uccidendo milioni di bambini e rovinando le loro vite, dice Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale Oms, tutto ciò non è scusabile.

ECOSISTEMA URBANO, VOLA COSENZA, SPROFONDA ROMA

Spazio ai pedoni, mezzi pubblici, qualità dell’aria, gestione sana dei rifiuti, verde pubblico, risorse ben spese e progettazioni eco, rinnovabili e teleriscaldamento. Mantova, Parma, Bolzano, Trento e Cosenza guidano la classifica sulle performance ambientali delle città italiane. Quello di Cosenza è un vero e proprio exploit, passando dal 13esimo al quinto posto. È la fotografia che scattata Ecosistema Urbano, l’annuale rapporto di Legambiente, giunto alla sua venticinquesima edizione. Qualità ambientale pessima e pratiche inefficienti invece a Catania, Agrigento, Palermo e Massa, oggi agli ultimi posti in un’Italia dove da anni sventolano bandiera bianca per una situazione nera città come Roma e Napoli.

IN 7 MESI DI ORA LEGALE RISPARMIATI 554 MLN KWH

Dopo sette mesi di ora legale è tornata, forse per l’ultima volta, l’ora solare. Terna segnala che dal 25 marzo, grazie a quell’ora quotidiana di luce in più che posticipa l’uso della luce artificiale, l’Italia ha risparmiato complessivamente 554 milioni di kiloWattora, quanto il consumo medio annuo di elettricità di circa 205 mila famiglie, un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 290 mila tonnellate, con un risparmio economico per il minor consumo elettrico di circa 111 milioni di euro. Ora legale oppure ora solare? Dal 2019 ne resterà una sola e saranno i singoli Stati europei a decidere quale, si spera coordinandosi tra loro, dopo che un sondaggio ha indicato come oltre 8 cittadini europei su 10, soprattutto del nord Europa, siano contrari all’ora legale.