Sono più 160 i Comuni che hanno già sottoscritto il "Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo", promosso da Terre di Mezzo e Legautonomie, con cui gli amministratori chiedono di avere più poteri di programmazione, controllo e ordinanza per contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo e limitare le conseguenze sociali sui territori che amministrano. Legautonomie e Terre di Mezzo hanno affiancato alla diffusione del manifesto il lavoro di scrittura - da parte di un team di esperti che coinvolge costituzionalisti, sindaci e assessori - di una legge quadro nazionale di iniziativa popolare sul gioco d’azzardo.  
E' on line, nella sezione del sito del CAL Lazio dedicata ai dossier, lo studio su "Il controllo sulla gestione finanziaria delle Regioni: il ruolo della Corte dei conti alla luce delle modifiche introdotte dagli artt. 1 e 1 bis del d.l. 174/2012 (convertito con modificazioni dalla L. 7 dicembre 2012, n. 213)". Il dossier ha l'obiettivo di fare il punto sulle disposizioni introdotte dal d.l. 174/2012, volte a rafforzare le forme di controllo da parte delle competenti sezioni regionali di controllo della Corte dei conti sulla gestione finanziaria delle risorse pubbliche da parte delle Regioni. In allegato il dossier.
Il tema della gestione associata delle funzioni dei piccoli comuni si inserisce nel contesto di un processo di riforme istituzionali – dal titolo V alla legge delega sul federalismo fiscale - oggi rafforzate dall’esigenza di introdurre meccanismi di razionalizzazione delle entrate e contenimento della spesa pubblica locale. Nella sezione "dossier" del sito di Legautonomie è possibile scaricare una serie di contributi che fanno il punto sul quadro normativo, sul percorso metodologico e su alcune esperienze di cooperazione intercomunale , rilevando criticità e punti di forza, e delineandone le prospettive future.
Si allega uno studio predisposto dalla Struttura di supporto al CAL del Lazio che fa il punto sulla nuova disciplina delle città metropolitane, alla luce delle modifiche apportate all'art. 18 del D.L. n. 95/2012, conv. con modifiche dalla legge n. 135/2012, dal D.L. n. 188/2012, attualmente in fase di conversione.
Pagina 2 di 5