Il Dossier che pubblichiamo, curato da Legautonomie, raccoglie gli "atti" del seminario organizzato a Roma lo scorso 25 giugno intitolato: "La diffusione del gioco d'azzardo nei territori urbani: riflessi sulle competenze amministrative degli enti locali"; nella documentazione sono presenti anche alcuni regolamenti comunali, la normativa attuale e l'attività parlamentare. Nell’arco di dieci anni il territorio urbano è stato via via occupato capillarmente da istallazioni di gioco di alea generando rilevanti problemi di pertinenza delle amministrazioni comunali e delle Asl, il seminario di Legautonomie ha cercato di fare il luce sul mondo dei giochi d'alea, con particolare attenzione al ruolo dei sindaci e i loro poteri in campo urbanistico e della sicurezza urbana.  
Nel dossier si riporta il quadro di sintesi delle principali disposizioni in materia di servizi pubblici locali (art. 25), segnalando altresì, le disposizioni riguardanti i principi generali di liberalizzazione e le funzioni della Presidenza del Consiglio per la promozione e la tutela della concorrenza nelle Regioni e negli enti locali (art. 1, art. 4), nonché l’articolo 8 in materia di carte dei servizi, l’articolo 11 sulle farmacie, l’articolo 36 in materia di regolazione dei trasporti (v. servizio taxi) e l’articolo 88 in materia di fiscalità di imprese pubbliche di gestione di servizi pubblici .
Il sistema regionale delle autonomie locali, ossia l'articolazione dei rapporti tra regioni ed enti locali, delineato dalla riforma costituzionale 3/2001 ha reso indispensabile l'introduzione di nuove forme di coordinamento tra i due livelli di governo. L'inserimento, all'art. 123, c. 4, del Consiglio delle Autonomie Locali, quale organo di consultazione costituzionalmente necessario è la naturale appendice di una riforma che ha consacrato la pari dignità costituzionale di Comuni, Province, Regioni, Città metropolitane e Stato e costituzionalizzato il principio di sussidiarietà. Il dossier pubblicato in allegato, curato da Legautonomie, evidenzia le differenze, sia sul piano della composizione che delle funzioni, che hanno caratterizzato l’attuazione della scarna previsione costituzionale.
Il dossier, tratto dalla rivista Mondoperaio n. 8/9 del 2011, contiene le relazioni svolte da diverse personalità del mondo della politica e della cultura che hanno portato il loro contributo ai lavori del seminario organizzato lo scorso 15 aprile dalla Fondazione Socialismo e dalla Fondazione Di Vagno sui decreti attuativi del federalismo fiscale. Tra i vari iinterventi Legautonomie è presente con Giovanni Crema dell'Ufficio di presidenza e col direttore generale Loreto Del Cimmuto.
Pagina 3 di 5