TAGS PER ARGOMENTO

Acque reflue (2) AGCM (2) Agcom (1) agenda digitale (1) agenda urbana (1) Alleanza contro la povertà (14) Ambiente (108) anac (1) Anticorruzione (14) antimafia (1) antiriciclaggio (3) Antitrust (1) Aran (1) associazionismo comunale (1) atac (1) Atti convegni (68) Attualità (109) autonomie locali (2) Banda Ultra larga (86) Beni Comuni (1) Bergamo (1) bilanci (2) BUL (85) Camera dei deputati (5) Campania (1) casa (1) cassazione (1) cdm (2) circoscrizioni (1) città metropolitane (2) codice appalti (3) coesione (1) Comitato dei saggi (2) Comuni (13) comuni sciolti (1) conferenza statocittà (1) Conferenza Unificata (2) Conferimento cariche elettive (1) Consiglio dei Ministri (31) Consiglio di Stato (12) contabilità armonizzata (1) Contratti pubblici (2) controlli interni (1) Cooperazione internazionale (2) Corte Costituzionale (77) Corte dei Conti (48) Corte di Cassazione (15) Crescita Digitale in Comune (84) Criminalità (3) Cultura (26) Decentramento (10) Del Cimmuto (16) derivati (3) Di Maio (2) Documenti di finanza pubblica (52) Dossier (42) Elezioni Amministrative (4) elezioni politiche (1) elezioni regionali (1) energia (3) Enti Locali (15) enti territoriali (1) Europa (60) famiglie (1) Federalismo (201) Filippeschi (25) finanza pubblica (1) Finanza territoriale (785) Focus (35) Formazione (18) Forum PA (1) FSN (2) gioco d'azzardo (3) gioco d'azzardo/ludopatia (27) giovani (1) GIT (1) Giustizia (57) Governare il territorio (2) Governo (3) Immigrazione (20) indennità (1) infiltrazioni mafiose (1) Infrastrutture (1) Innovazione digitale (6) inps (2) Interno (3) Istat (1) L'Associazione (78) Lavoro (32) Leganet (2) Legautonomie (83) Macron (1) mafia (1) matteo ricci (1) MEF (1) Mezzogiorno (14) milleproroghe (3) Ministero economia e finanze (1) Minnucci (1) MIT (1) nord (1) nuovo codice appalti (2) Ordinamento Enti Locali (179) pareggio bilancio (1) Parlamento Europeo (1) Partecipate (1) patrimonio pubblico (1) PEG (1) pensioni (1) piani di riequilibrio finanziario (12) Piano Urbano Mobilità Sostenibile (1) Piccoli comuni (23) Pil (1) Pmi innovative (1) Politiche territoriali (185) polizia locale (1) povertà (2) Privacy (1) Province (11) Provincia Viterbo (1) pubblica ammnistrazione (3) pubblicità (1) Pubblico Impiego (7) pums (1) Rapporto annuale Istat (3) reddito (1) reddito di cittadinanza (1) reddito di inclusione sociale (2) reddito medio equivalente (1) Referendum (2) regioni (6) Rei (12) Ricerche (146) Riforma PA (228) Riforma Servizi pubblici (140) Riforme (1) sanità (3) Scuola/Università (22) Seminario (1) Servizi pubblici (1) Sicurezza urbana (43) sindaci (2) Sisma (4) smart city (3) smart road (1) Società partecipate (23) spesa pubblica (1) spid (1) Sprar (13) Startup (1) Statocittà (1) sussidiarietà (1) Sviluppo economico/sociale (75) Svimez (1) TAR (2) trasparenza (1) Tributi (4) Unione Europea (15) UPI (1) Welfare locale/sanità (185) XV Congresso nazionale Legautonomie (9)

Documenti

l Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio ha presieduto il Comitato interministeriale per la Banda Ultra Larga (COBUL) nella sua nuova composizione. Nella riunione, ha reso noto un comunicato del MISE,  si è provveduto a modificare le “Linee guida per il Piano di comunicazione – Strategia banda ultralarga 2016-2020” al fine di assicurare lo stanziamento di risorse sufficienti per svolgere la rendicontazione, nonché i controlli di primo livello sulle opere realizzate nell’ambito del progetto aree bianche.
"La sospensione delle convenzioni del Bando periferie contenuto nel decreto Milleproroghe approvato in prima lettura al Senato è un tradimento dei Comuni e un voltafaccia mai visto che dimostra inaffidabilità o assoluta incapacità di governo, una rapina inaccettabile ai cittadini delle città italiane e, in molti casi, delle periferie delle città italiane. I comuni avvieranno ricorsi e chiederanno con tutti i mezzi una battaglia parlamentare per annullare la decisione", dichiara Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie.
Agcom ha comunicato il rilascio di un importante aggiornamento della broadband map, la banca dati che consente la visualizzazione dello sviluppo delle reti di accesso ad Internet, fisse e mobili, su tutto il territorio italiano, a livello di singolo indirizzo. Le novità riguardano sia l’upgrading di alcune funzionalità, sia i risultati della più recente rilevazione dati, con una fotografia della connettività Broadband al 15 giugno 2018.
La mini ripresa del Mezzogiorno rallenterà già quest’anno, complice il basso livello di spesa pubblica che vanifica la vivacità degli investimenti privati e dell’industria. Secondo le anticipazioni del rapporto annuale dell’Associazione Svimez, nel 2017 il Pil è aumentato al Sud dell’1,4%, praticamente ai livelli del Centro-Nord (1,5%), ma nel 2018 la crescita scenderà all’1% e l’anno dopo allo 0,7% (contro l’1,2% del resto del paese).
Primi effetti concreti del programma LavoRas: 200 assunzioni (e non 97, come reso noto in un primo momento dalla Regione) nell’ambito del piano da 127,7 milioni di euro per il 2018 (più 70 milioni per il 2019 e per il 2020). Si tratta di giovani under 35 destinatari della misura sulle politiche attive prevista dal piano. Le assunzioni sono arrivate grazie alle 160 imprese che dal 23 luglio (data di apertura del bando under 35) al 3 agosto, hanno presentato richiesta di agevolazione nei settori dei servizi di alloggio e di ristorazione, commercio e riparazione di auto, sanità e assistenza sociale, trasporto e magazzinaggio, ma anche attività manifatturiere, gestione dei rifiuti e risanamento, servizi di noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese e attività finanziarie e assicurative.
L'Aula di Palazzo Madama ha approvato il decreto con 148 sì, 110 no e 3 astenuti. Il provvedimento passa ora alla Camera. La seconda lettura è prevista a settembre alla ripresa dei lavori parlamentari dopo la pausa estiva.
Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato lo stato dell'arte delle gare 1 e 2 del progetto BUL su tutto il territorio nazionale. Dopo la firma del contratto di concessione tra Infratel e Open Fiber avvenuta nel 2017, è stata avviata l’attività di progettazione definitiva per i Comuni di fase 1, 2 e 3, la verifica della progettazione esecutiva e il successivo avvio di lavori ove siano state ottenute le autorizzazioni necessarie dagli Enti competenti.
Non è possibile aderire alla definizione agevolata della lite fiscale se la sentenza è già passata in giudicato alla data di approvazione del regolamento comunale. Lo ha affermato la Commissione tributaria provinciale di Modena con la sentenza n. 448/1/2018, respingendo il ricorso di un contribuente che aveva presentato istanza per la rottamazione per una controversia relativa all'Imu, decisa a favore del Comune con sentenza passata in giudicato il 18 maggio 2017, prima dell'adozione del regolamento comunale del 31 luglio. 
Il Manifesto "Inclusione per una società aperta" è rivolto a tutti gli amministratori locali d'Italia che abbiano a cuore la tematica dell'immigrazione e voglio rifiutare, con azioni concrete, la narrazione distorta che parla di invasione, sostituzione etnica e difesa dei confini. 
In questo triste giorno Legautonomie si stringe, con affetto e partecipazione, intorno ai familiari di Stefano Vetrano, attento e acuto dirigente della nostra associazione. Noi tutti lo vogliamo ricordare per la sua tenacia e il protagonismo con cui ha vissuto tutte le battaglie per lo sviluppo del mezzogiorno, a partire dalla ricostruzione dopo il drammatico terremoto del 1980, sempre a fianco delle autonomie locali. Legautonomie Nazionale
Dopo l’accordo politico che le Regioni avevano raggiunto a febbraio, è arrivata l’intesa sulla ripartizione del Fondo Sanitario 2018. "Complessivamente 110,1 miliardi di euro, in gran parte per il così detto fondo indistinto, a cui bisogna aggiungere 1,1 miliardi di euro per i fondi vincolati agli obiettivi del piano sanitario” ha preannunciato il vicepresidente Giovanni Toti, Presidente della Liguria, al termine della Conferenza delle Regioni e delle province autonome del 1° agosto.
Dopo l’accordo politico che le Regioni avevano raggiunto a febbraio, è arrivata l’intesa sulla ripartizione del Fondo Sanitario 2018. "Complessivamente 110,1 miliardi di euro, in gran parte per il così detto fondo indistinto, a cui bisogna aggiungere 1,1 miliardi di euro per i fondi vincolati agli obiettivi del piano sanitario” ha preannunciato il vicepresidente Giovanni Toti, Presidente della Liguria, al termine della Conferenza delle Regioni e delle province autonome del 1° agosto.
Per contribuire a far fronte alle difficoltà finanziarie in cui versano gli enti locali della Campania, l’amministrazione regionale, su iniziativa del Presidente Vincenzo De Luca, mette in campo 114,4 milioni destinati in particolare ai Comuni che si trovano nell’impossibilità di poter completare o realizzare opere. Nell’imminente manovra di bilancio, la nuova normativa regionale si pone l’obiettivo di sbloccare immediatamente importanti risorse finanziarie depositate presso la Cassa Depositi e Prestiti da destinare esclusivamente ad investimenti.
Nei primi sei mesi del 2018 il Reddito d’inclusione (Rei) ha toccato "267 mila nuclei familiari raggiungendo 841 mila persone". A questi si aggiungono i trattamenti per il sostegno all’inclusione attiva, ancora non trasformati in Rei, "erogati ad ulteriori 44 mila nuclei". Lo rileva l’Inps, spiegando come nel complesso siano "stati raggiunti dalle misure contro la povertà circa 311 mila nuclei con il coinvolgimento di oltre un milione di persone". La maggior parte dei benefici vengono erogati nelle regioni del Sud (70%), ha spiegato l'inps.
Il Tribunale amministrativo regionale per la Campania ha sollevato questioni di legittimità costituzionale dell’art. 15, commi 3 e 4, della legge della Regione Campania 5 aprile 2016, n. 6 (Prime misure per la razionalizzazione della spesa e il rilancio dell’economia campana.
“La piena realizzazione degli obiettivi della Strategia italiana per la banda ultra larga è essenziale per lo sviluppo sociale ed economico del Paese. Il riconoscimento e la garanzia dell’effettività dei diritti di cittadinanza digitale passa attraverso la realizzazione di un’infrastruttura di rete efficiente, accessibile e sicura”. Così il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, in audizione in Commissione Trasporti alla Camera sulle linee programmatiche del suo ministero in materia di poste e telecomunicazioni.
Il 19 luglio scorso si è svolto, presso la sede della Regione Campania, al Centro Direzionale, un incontro per la presentazione del Piano Banda Ultra larga da realizzare nel territorio regionale. Erano presenti i sindaci dei 70 comuni interessati alla realizzazione della prima fase del Piano, che si compone di 4 fasi e riguarderà 546 comuni della Regione. All’appuntamento hanno partecipato l’Assessore alle Attività produttive Antonio Marchiello e l’ Assessore all'Innovazione StartUp e Internazionalizzazione, Valeria Fascione, i dirigenti della regione nonché i rappresentanti di Infratel, Open Fiber e di Legautonomie per la presentazione del progetto “Crescita Digitale in Comune”.
* Articolo di Maurizio Fiasco, sociologo e consulente della Consulta Nazionale Antiusura, pubblicato il 27 luglio 2018 su Italia Oggi ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Nessuno ha battuto ciglio quando il direttore dei Monopoli di Stato, Giovanni  Kessler, convocato l’11 luglio in audizione alla Commissione finanze della Camera, ha prospettato che gli acquisti di gioco d’azzardo alla fine dell’anno 2018 potranno contabilizzare 105,6 miliardi euro. Il che significherà 3,8 in più sul record dell’anno precedente (“attestato” a 101,8). Non vi è stata sorpresa, perché anche i commentatori più raffinati delle cronache di economia ignorano il paradosso di un consumo inflazionato, diremmo sudamericano, di gioco d’azzardo a fronte di una domanda interna di beni e servizi in stagnazione inveterata. Una qualche scossa all’opinione pubblica dormiente è venuta con l’articolo 9 del “decreto Dignità”: divieto drastico di messaggi commerciali per i 47 giochi pubblici con denaro per denaro e a scopo di lucro. Toni allarmati e ricerca di stimare le conseguenze della “restrizione” per il fisco. Operazione non facile, tant’è che la Ragioneria Generale, nel compilare la relazione detta di “bollinatura” (senza di essa il Capo dello Stato non firma gli atti di legge) si è profusa in calcoli “spannometrici”, privi di un fondamento analitico dei ricavi erariali: che si dispiegano in un range compreso tra il 2 per mille (per le scommesse “virtuali”) e il 52 per cento delle puntate al Superenalotto.
Il Consiglio dei Ministri nella seduta del 24 luglio ha approvato il decreto Milleproroghe. Dal rinvio della riforma delle intercettazioni all’Isee precompilato, dalla proroga del fondo sperimentale di riequilibrio provinciale all’edilizia scolastica, dalla proroga dei termini per la legge sulle banche di credito cooperativo al bonus cultura per i 18enni. Sono questi alcuni dei contenuti nel dl Milleproroghe.  Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, l’ha definita “una riforma della riforma”, “restituiamo più potere”. Conte infatti spiega che nel decreto milleproroghe “abbiamo prorogato il termine per la piena efficacia della riforma sulle banche di credito cooperativo e popolari. Siamo intervenuti con alcune misure di disciplina che in sostanza realizzano una riforma della riforma. 
Nonostante qualche ritardo nell’avvio rispetto agli altri Paesi europei, le velocità medie delle connessioni a Internet sono sempre migliori, in particolar modo nelle regioni del Sud. Il Mezzogiorno infatti sembra eccellere in termini di copertura e di velocità e la Sicilia, insieme alla Calabria, risulta essere una delle regioni con la situazione migliore in assoluto in questo ambito.
In attesa della pubblicazione in G.U., si ritiene utile diffondere il testo del decreto del Ministero dell'economia e delle finanze 23 luglio 2018, n. 182944, concernente il monitoraggio del saldo di finanza pubblica, di cui al comma 466 dell'articolo 1 della legge 11 dicembre 2016, n. 232 delle città metropolitane, delle province e dei comuni per l'anno 2018, emanato ai sensi dell'articolo 1, comma 469, della legge 11 dicembre 2016, n. 232.
La connettività a banda ultra larga è uno strumento che abilita all’innovazione e alla trasformazione digitale dell’azienda. Dalla diffusione della banda ultra larga derivano benefici per le imprese che possono meglio competere sul mercato globale e opportunità di sviluppo territoriale. Questo è quanto ribadito nel convegno che si è svolto nella sede di Unioncamere Emilia-Romagna giovedì 19 luglio, a cui è intervenuto tra gli altri anche il presidente di Legautonomie Marco Filippeschi. Durante il convegno si è parlato dello stato di avanzamento del Piano strategico a livello nazionale, e nel caso specifico degli interventi previsti dalla Regione Emilia-Romagna, nonché del ruolo giocato da tutti gli attori coinvolti nella diffusione della BUL sul territorio. "In questi 10 mesi di operatività del progetto "Crescita Digitale in Comune" - ha spiegato Filippeschi alla platea di Unioncamere Emilia-Romagna - abbiamo realizzato numerosi incontri in Lazio, Liguria, Abruzzo, Trentino, Molise, Umbria e, dopo la pausa estiva, saremo in Lombardia, Sicilia e nelle regioni del terzo bando BUL. 
Il mercato della consegna di multe ed atti giudiziari non è più esclusivo monopolio delle Poste ma si apre anche ad altri operatori. Il Ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ha firmato il decreto ministeriale che definisce le procedure per il rilascio delle licenze speciali per i servizi postali relativi alle notifiche degli atti giudiziari e delle multe previste dal codice della strada.
Prosegue anche in provincia di Biella il piano di cablaggio in modalità FTTH che consentirà di beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo. Con l’inaugurazione dei cantieri di Ternengo, Ronco e Sostegno, prende corpo il progetto che abiliterà nei prossimi mesi una serie di servizi innovativi per Enti, cittadini e imprese del territorio.
Con la definizione del crono programma degli interventi, la provincia di Pesaro – Urbino, nelle Marche, è pronta a dotare i suoi territori della banda ultralarga. Conferenze dei servizi e quattro fasi di intervento: è su queste basi che il piano regionale si svilupperà nella provincia marchigiana con l’ambizione di coprire almeno l’80% del territorio con 100 mega e il restante 20% con una banda compresa tra i 30 e 100 mega.
Pubblichiamo in allegato le linee guida della Corte dei Conti per le relazioni annuali del sindaco dei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, del sindaco delle città metropolitane e del presidente delle province sul funzionamento del sistema integrato dei controlli interni nell’esercizio 2017 (ai sensi dell’art. 148 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 - Tuel)
Il Rapporto sul coordinamento della finanza pubblica ha l’obiettivo di mettere a disposizione del Parlamento e del Governo elementi di valutazione dell’efficacia dimostrata dagli strumenti di sostegno alla crescita, di controllo e regolazione dei principali settori dell’intervento pubblico, nonché dalla gestione e della distribuzione del carico fiscale. Nella edizione di quest’anno, come nel passato, la prima sezione del Rapporto è dedicata ad un esame delle prospettive della finanza pubblica e delle principali determinanti nel quadro degli obblighi posti dall’adesione all’Unione europea. Tali andamenti sono letti nel secondo e nel terzo capitolo guardando alle politiche di bilancio dei principali paesi dell’eurozona e, in particolare, al posizionamento dell’Italia in Europa quanto alla spesa pubblica primaria.
Il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha pubblicato le linee di indirizzo per la predisposizione dei piani dei fabbisogni di personale da parte delle amministrazioni pubbliche al fine di orientarle nella predisposizione dei propri piani, se­condo le previsioni degli articoli 6 e 6-ter del decreto legislativo n. 165/2001, come novellati dall’articolo 4 del decreto legislativo n. 75 del 2017.
Il sindaco di Limatola, Domenico parisi, ha scritto una lettera aperta a Luigi Di Maio per richiedere misure urgenti per la proroga dei lavoratori APU (attività di pubblica utilità). Di seguito il testo integrale.  “Illustre Ministro, nella mia veste di Sindaco del Comune di Limatola mi corre l’obbligo di portare alla Sua attenzione la necessità, soprattutto dopo l’adozione del cosiddetto “decreto dignità”, di adottare misure urgenti onde procedere al rifinanziamento dei progetti APU a favore di ex percettori di ammortizzatori sociali ed ex percettori di sostegno al reddito che, attraverso tali misure riescono a permanere nel mondo del lavoro.
Pagina 1 di 199