La Gazzetta Ufficiale del 10 dicembre 2010, s.o. n. 269, pubblica il Dlg n. 205/2010 "Disposizioni di attuazione della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 novembre 2008 relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive". Il provvedimento entra in vigore dal 25 dicembre 2010
Sul Suppl. Ordinario n. 262 alla Gazzetta Ufficiale n. 281 del 1° dicembre 2010 è stata pubblicata l’ordinanza del Presidente del consiglio dei ministri 13 novembre 2010, n. 3907, “Attuazione dell'articolo 11 del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77 in materia di contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico”.
Il Ministero dell'ambiente, organismo intermedio del POIn Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007 - 2013 comunica che, al fine di favorire la partecipazione del maggior numero di comuni all'avviso pubblico ai comuni fino a 15000 abitanti, compresi i borghi antichi e di pregio, e le loro forme associative, per la presentazione di manifestazioni di interesse nell'ambito delle linee di attività 2.2 "Interventi di efficientamento energetico degli edifici e utenze energetiche pubbliche o ad uso pubblico" e 2.5 "Interventi sulle reti di distribuzione del calore, in particolare da cogenerazione e per teleriscaldamento e teleraffrescamento", il termine per l'invio delle manifestazioni di interesse, è prorogato al 18 dicembre 2010.
E' iniziato il 1° dicembre in Commissione Ambiente della Camera dei deputati l'esame del DL n. 196/2010 (GU n. 277/2010), relativo al subentro delle amministrazioni territoriali della Regione Campania nelle attività di gestione del ciclo integrato dei rifiuti. Dopo la presentazione degli emendamenti al testo, termine ultimo il 10 dicembre, inizierà il 15 dicembre il dibattito in Aula.
E' stato approvato da parte del Consiglio dei Ministri il decreto legislativo che recepisce la direttiva rifiuti 2008/98 della Comunità Europea.
"All’indomani dei disastri naturali specie se con vittime – quasi sempre annunciati - le polemiche si sprecano con accuse anche di sciacallaggio a chi ne denuncia le cause e soprattutto le responsabilità..." Nota di Renzo Moschini, responsabile parchi e aree protette di Legautonomie
Il 15 dicembre scade la domanda per l'iscrizione al master di secondo livello dell'Università "La Sapienza" di Roma, ACT "Valorizzazione e gestione dei centri storici minori. AmbienteCulturaTerritorio, azioni integrate". Il Master è aperto a tutti i tipi di laurea, propone infatti un approccio interdisciplinare per affrontare i problemi della valorizzazione e delle strategie territoriali. Intende formare una figura complessa in grado di gestire programmi e progetti di riqualificazione e valorizzazione ampiamente richiesti dal mercato. In allegato la brochure e il bando.
E' stata presentata a Roma la ricerca "Terra e Sviluppo. Decalogo della terra 2010", realizzata dal neonato Centro Studi del Consiglio nazionale dei geologi, con la collaborazione del Cresme. In sintesi: 6 milioni di persone abitano in un territorio ad alto rischio idrogeologico, 3 milioni ad alto rischio sismico, 22 milioni in zone a rischio medio. Dal 1944 al 2009 il costo del dissesto idrogeologico e dei terremoti è stato di 213 miliardi di euro.
Pagina 4 di 11