Materiale didattico del Seminario organizzato da Legautonomie mercoledì 25 gennaio a cui hanno partecipato amministratori locali italiani e soggetti interessati al tema della riscossione delle entrate.
"Il superamento del bicameralismo paritario e la configurazione di una seconda camera come espressione delle autonomie territoriali costituisce anche un''esigenza diventata oramai imprescindibile per arginare il crescente contenzioso dinanzi alla Corte Costituzionale". Lo sottolinea il presidente di Legautonomie e sindaco di Pisa Marco Filippeschi durante il convegno su ''Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell''ordinamento locale'', che si è svolto questa mattina a Roma, al Tempio di Adriano. Sono intervenuti anche: Gaetano Quagliariello, Ministro per le Riforme Costituzionali; Luciano Violante, Membro della Commissione per le Riforme Costituzionali; Antonio Misiani, responsabile federalismo fiscale Legautonomie e membro della commissione bilancio della Camera; Stefano Ceccanti, Membro della Commissione per le Riforme Costituzionali; Beniamino Caravita di Toritto, Membro della Commissione per le Riforme Costituzionali; Alberto Zanardi, Commissione tecnica paritetica per l’attuazione del federalismo fiscale, oltre a numerosi amministratori locali. In allegato la relazione del presidente Filippeschi, l'intervento e le slide del prof. Alberto Zanardi, della Commissione paritetica per l’attuazione del federalismo fiscale, l'intervento di Francesca Ferroni, dottore di ricerca in Stato e persona negli ordinamenti giuridici dell'Università degli Studi di Bologna e il programma dell'evento.
Relazione di Luigi Marattin, Assessore al Bilancio del Comune di Ferrara, svolta al convegno di Legautonomie su: "Bilanci degli enti locali per il 2014, patto di stabilità e le novità sull'imposizione immobiliare" (Firenze, 7 marzo 2014)
Relazione di Sergio Trovato, esperto tributario e consulente "Italia Oggi", svolta al convegno di Legautonomie su: "Bilanci degli enti locali per il 2014, patto di stabilità e le novità sull'imposizione immobiliare" (Firenze, 7 marzo 2014)
“Affinare il coordinamento tra il Governo centrale e gli enti locali per essere più incisivi sul territorio in materia di sostenibilità ambientale e risparmio energetico”. Così Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e presidente nazionale di Legautonomie, ha aperto i lavori questa mattina alla prima iniziativa del progetto ENPCOM - European network for the promotion of the Covenant of Mayors - sulla rete europea per la promozione del Patto dei sindaci. Il progetto è finanziato dall’Unione Europea e sostenuto da Legautonomie ed è diretto a promuovere e condividere le esperienze e le buone pratiche concernenti il percorso previsto dal Patto dei Sindaci, che ad oggi coinvolge 179 mln di abitanti e 5460 comuni in tutta Europa.
Seminario di Legautonomie svolto il 4 febbraio 2013 a Roma. Pubblichiamo alcuni dei materiali distribuiti.  
Entro il 31 gennaio 2014 gli enti locali dovranno adempiere a quanto previsto dalla legge n.190 del 2012 sulla prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione e dai successivi decreti attuativi (d.lgs. n. 33 e n. 39, dPR n. 62 del 2013), ed adottare il Piano Triennale di prevenzione della corruzione (P.T.P.C.) e il Piano triennale per la trasparenza e l'integrità (P.T.T.I.). Legautonomie han organizzato a Roma, nella giornata di martedì 19 novembre, un seminario che, con un’impostazione tecnico/metodologica e fortemente operativa e anche attraverso la presentazione di linee guida, intende offrire alla platea dei partecipanti gli strumenti necessari per adempiere agli obblighi di legge. In allegato pubblichiamo alcuni dei materiali distribuiti al seminario.
Ancora il tutto esaurito all'annuale appuntamento con gli amministratori toscani del 5 marzo su "La gestione dei bilanci di previsione 2013" promosso da legautonomie Toscana in Palazzo Vecchio, a Firenze. Ad aprire i lavori è stato il presidente di Legautonomie Toscana Andrea Barducci, presidente della Provincia di Firenze, al quale è seguito l'intervento del vice sindaco di Firenze, Dario Nardella, che ha portato il saluto dell'amministrazione comunale e di ANCI Toscana.
Pagina 7 di 7