“Campli è uno dei comuni colpiti dal terremoto, è uno dei comuni del cratere ed è di straordinaria importanza dire grazie a chi ha lavorato a Open Fiber, ai suoi ingegneri, ai suoi tecnici, alle maestranze nei cantieri senza i quali non si fanno queste operazioni e queste innovazioni, dirgli grazie perchè lo hanno fatto esattamente qui”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, in occasione dell’inaugurazione del cantiere aperto da Open Fiber nell'ambito del primo bando di gara di Infratel per la banda ultralarga nelle aree a fallimento di mercato.
«Per le aree grigie, dove risiede la larga maggioranza delle imprese italiane, c’è un’interlocuzione con la Commissione europea sugli incentivi ammissibili» ha riferito la scorsa settimana il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda rispondendo al question time alla Camera. E ancora: «si sta verificando anche l’efficienza sulla base dei benchmark di mercato: questa è attualmente la fase, non possiamo procedere finché la Commissione non avrà definito qual è il modello implementabile, riteniamo di riuscirlo a fare nei prossimi due mesi».
La Regione Liguria ha in programma a Genova il giorno 22 novembre 2017 presso la sede regionale di Via Fieschi 15, un evento informativo rivolto a tutti i comuni della regione sul Piano nazionale Banda Ultra larga. L’obiettivo del Piano è quello di portare la connettività a 100 megabit in tutto il territorio nazionale, con una attenzione particolare ai comuni che rientrano nelle aree cosiddette a fallimento di mercato.
Dopo i primi due bandi di gara, che hanno coinvolto 16 regioni e la provincia autonoma di Trento, è stato avviato l’iter per il terzo avviso Infratel  previsto dal Piano strategico nazionale al fine di poter garantire la banda ultra larga nelle cosiddette aree a fallimento di mercato.
Il Report 2017 sulle reti e i servizi di nuova generazione intende analizzare il livello di sviluppo digitale raggiunto dall’Europa e dall’Italia nell’ottica di possibili azioni da mettere in campo per accelerare il coinvolgimento dei cittadini nei processi di digitalizzazione, rafforzando altresì la competitività delle imprese in uno scenario sempre più caratterizzato dai processi di rapida evoluzione.