Al convegno sarà illustrata la Strategia Italiana per la banda ultralarga che ha come obiettivo generale quello di sviluppare una infrastruttura di telecomunicazioni sull’intero territorio nazionale, intervenendo in questa fase, nelle aree cosiddette bianche, a fallimento di mercato. 
Risparmio di risorse pubbliche, abbattimento dei tempi di flusso informativo centro-periferia, univocità degli standard operativi, certezza degli indirizzi da seguire per i Comuni e abbattimento dei worst-cases, omogeneità dei messaggi comunicazionali, fluidificazione nei tempi e nelle modalità operative degli iter autorizzatori e virtuosità che può favorire l’attrazione di investimenti privati, diminuendo l’impiego di risorse pubbliche: sono questi gli obiettivi del progetto “Crescita Digitale in Comune”, realizzato da Legautonomie con il supporto di Ancitel e Leganet, nell’ambito del Piano per la Crescita Digitale promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Infratel Italia ha ufficialmente aggiudicato a Open Fiber i cinque lotti della prima gara per realizzare infrastrutture a banda ultralarga nelle aree bianche del Paese, denominate “a fallimento di mercato”. www.infratel
Pagina 19 di 19