Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di utilizzare i proventi derivanti dalle alienazioni patrimoniali realizzate negli anni 2011, 2012 e 2013 per finanziare le quote capitali dei mutui o dei prestiti obbligazionari in ammortamento per l’annualità 2019. I magistrati contabili del Piemonte con la deliberazione 23/2019, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 22 marzo, hanno  evidenziato che la disposizione normativa di cui all’art. 1, comma 866 della legge 208/2017, che consente agli enti locali di destinare i proventi derivanti dalle alienazioni patrimoniali per finanziare le quote capitali dei mutui o dei prestiti obbligazionari in ammortamento nell’anno o in anticipo rispetto all’originario piano di ammortamento, non possiede natura retroattiva. 
Le progressioni verticali erodono il budget assunzionale nel loro intero importo e non per la sola differenza tra una categoria e l'altra. È questa la conclusione della Corte dei conti Abruzzo che, con la deliberazione n. 38/2019, coglie l'occasione per precisare i diversi impatti dell'applicazione dell'articolo 22 del Dlgs 75/2017 sulle spese di personale e sulle regole del turn over. 
I trasferimenti per mobilità volontaria non possono essere calcolati come risparmio utile perché il loro costo permane per la pubblica amministrazione, per cui non si può far valere la deroga prevista dalla legge di bilancio 2016. Lo afferma la sezione regionale di controllo per la Lombardia della Corte dei conti con la delibera n. 90/2019. Della stessa tematica si occupa la sezione Marche con la delibera n. 11/2019che individua nel piano dei fabbisogno di personale lo strumento principe tramite cui maturare le scelte opportune.
I resti della capacità assunzionale si possono investire in nuove assunzioni anche se gli stessi non erano già stati inseriti nel piano triennale dei fabbisogni degli anni precedenti. È questa l'importantissima conclusione della Corte dei conti dell'Abruzzo contenuta nella deliberazione n. 26/2019che giunge, tra l'altro, alla vigilia dell'ampliamento a cinque anni degli esercizi utilizzabili per il turn over. 
Il legislatore con il Dl 78/2015 ha permesso agli enti locali, per un periodo di tempo determinato (dal 2015 al 2020), di poter utilizzare liberamente le economie di spesa generate dalla rinegoziazione dei mutui. Secondo la Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per le Marche (deliberazione n. 12/2019) queste agevolazioni sono estensibili anche alle economie derivanti dalla surroga dei mutui, in considerazione dell'adesione alla nozione di surroga quale "rinegoziazione" in senso funzionale.  
Pubblichiamo l'audizione del Presidente della Corte dei conti Angelo Buscema sulla Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2018 presso le Commissioni riunite Bilancio della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.
Pubblichiamo in allegato le linee guida della Corte dei Conti per le relazioni annuali del sindaco dei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, del sindaco delle città metropolitane e del presidente delle province sul funzionamento del sistema integrato dei controlli interni nell’esercizio 2017 (ai sensi dell’art. 148 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 - Tuel)
Il Rapporto sul coordinamento della finanza pubblica ha l’obiettivo di mettere a disposizione del Parlamento e del Governo elementi di valutazione dell’efficacia dimostrata dagli strumenti di sostegno alla crescita, di controllo e regolazione dei principali settori dell’intervento pubblico, nonché dalla gestione e della distribuzione del carico fiscale. Nella edizione di quest’anno, come nel passato, la prima sezione del Rapporto è dedicata ad un esame delle prospettive della finanza pubblica e delle principali determinanti nel quadro degli obblighi posti dall’adesione all’Unione europea. Tali andamenti sono letti nel secondo e nel terzo capitolo guardando alle politiche di bilancio dei principali paesi dell’eurozona e, in particolare, al posizionamento dell’Italia in Europa quanto alla spesa pubblica primaria.
Pagina 2 di 7