Nel 2017 sono raddoppiati gli accessi alla banda ultralarga, che sono passati da 2,3 a 4,5 milioni. Lo ha detto il presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, nella Relazione annuale al Parlamento, aggiungendo che gli accessi a banda larga su rete fissa sono aumentati di un milione.
Giovedì 19 luglio, presso la sede Unioncamere Emilia-Romagna Bologna, si svolgerà il convegno "La Banda Ultra Larga per l’economia digitale", promosso dal sistema camerale come evento del Progetto nazionale “ULTRANET. Banda ultra larga, Italia ultra moderna”. Tra gli altri sarà presente anche il presidente di Legautonomie Marco Filippeschi per illustrare ai partecipanti il Progetto “Crescita Digitale in Comune”. I due progetti, uno destinato al mondo delle imprese (Untranet) e l’altro rivolto agli enti locali (Crescita Digitale in Comune), sono finanziati dal MiSE con l’obiettivo di realizzare azioni integrate di informazione e comunicazione, di rafforzamento della capacità amministrativa e di sviluppo della domanda di connettività al fine di diffondere la conoscenza del Piano BUL.
Il Paese ha bisogno di crescere sul digitale recuperando posizioni che ancora ci vedono agli ultimi posti tra i paesi europei. Dopo i dati sconfortanti emersi dalla annuale pubblicazione dell’indice DESI sul raggiungimento degli obiettivi comunitari sulla digitalizzazione per il 2020,  la Corte dei conti europea stima che se le scelte operate con il Piano BUL, basate sul modello ‘wholesale’, saranno attuate in modo corretto, l’Italia potrebbe centrare gli obiettivi per il 2025 sulla banda ultraveloce a 1 Gigabit.
Sono al via libera i cantieri per i primi sessantacinque comuni toscani per portare internet veloce, fino a un gigabit al secondo, anche nelle frazioni più piccole, nei borghi più isolati o nelle zone meno densamente frequentate.
Pubblicata in Gazzetta ufficiale la Delibera CIPE n. 105-2017 che stanzia 100 milioni di euro per lo sviluppo di beni e servizi di nuova generazione nell'ambito del Piano banda ultralarga a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione.
«Una giornata storica»: il BUL arriva nel cuore dell’Umbria. La presidente della Regione ha inaugurato il primo cantiere a Castel Giorgio.
Il Consorzio: «Senza collegamento ultraveloce le nostre strutture turistiche sono costrette a rinunciare ad ospitare anche convegni di livello internazionale».
A Boville Ernica, comune di poco più di 8.000 abitanti, è stato inaugurato il primo cantiere. Il neo Sindaco Perciballi: «Un progetto importante a cui è necessario garantire la continuità amministrativa».
L’Italia potrebbe non riuscire a raggiungere gli obiettivi Ue per il 2020 sulla banda larga ma, se la sua Strategia del 2015 basata sul modello ‘wholesale’ sarà attuata in modo corretto, potrebbe essere sulla buona strada per centrare gli obiettivi per il 2025 sulla banda ultralarga. Sono le conclusioni a cui è giunta la Corte dei conti Ue (Eca), che ha realizzato un audit sulla diffusione della banda larga nei 28.
Pagina 1 di 8