Con 290 voti favorevoli, 118 contrari e 3 astenuti è arrivato il voto finale della Camera sul ddl bilancio 2017. Arrivato in Aula, dopo quasi 24 ore ininterrotte di esame, il testo modificato dalla Commissione bilancio è stato approvato dopo il rinnovo della fiducia al Governo che aveva posto la questione sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’art. 1 del ddl (votata con 348 voti a favore e 144 contrari). L'Assemblea ha poi concluso l'esame degli articoli e degli ordini del giorno e, quindi, con il voto finale arrivato dopo la votazione della I Nota di variazione. Il testo ora passa al Senato.
Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha trasmesso al Parlamento la Nota di aggiornamento del DEF 2016, in merito alla quale le Commissioni Bilancio di Senato e Camera, in seduta congiunta, hanno svolto alcune audizioni preliminari. Sono già stati ascoltati i rappresentanti di Banca d'Italia, Istat, Corte dei conti e Ufficio Parlamentare di Bilancio.
Si chiama ‘Bilancio Aperto’ la APP sviluppata dalla Ragioneria Generale dello Stato in collaborazione con Sogei che consente a tutti, comuni cittadini oltre che addetti ai lavori, di consultare il bilancio dello Stato attraverso uno Smartphone o un Tablet.
Una profonda analisi su un aspetto particolare della revisione costituzionale. Di Mario Collevecchio. Pubblicato per gentile concessione dell'autore.
E’ stato pubblicato sul sito del ministero dell’Economia il testo del Documento di Economia e Finanza 2016 (DEF) ed è il terzo predisposto dal Governo Renzi. Si tratta di un testo che “si inscrive in una strategia di programmazione economica di natura pluriennale, che abbiamo cominciato ad implementare con le prime misure fin dal 2014”, così il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, descrive il DEF 2016, approvato l’8 aprile dal Consiglio dei Ministri. Il Def si compone di tre sezioni: Programma di Stabilità dell’Italia; Analisi e tendenze della finanza pubblica; Programma nazionale di riforma (PNR).
la Camera dei Deputati ha approvato la Legge di stabilità 2016 con 291 voti favorevoli e 68 contrari. La lunga discussione in Aula ha portato all’aumento del valore complessivo della manovra di oltre 30 miliardi di euro. Restano confermati i pilastri della manovra: l’abolizione della Tasi sulla prima casa a eccezione degli immobili di lusso, l’eliminazione delle clausole di salvaguardia da 16,8 miliardi che avrebbero fatto scattare da gennaio gli aumenti di Iva e accise. Novità il canone Rai in bolletta elettrica e l’aumento da 1.000 a 3.000 euro del tetto all’uso del contante con l’eccezione del money transfer e dei pagamenti per le PA.
Pubblichiamo una scheda di sintesi sulle nuove disposizioni contenute nell'articolo 48 del Ddl di stabilita 2016 in materia di giochi, slot e videolottery.
Pagina 1 di 6