Il Programma "Europa Creativa" finanzia l'innovazione in ambito artistico e culturale, attraverso un bando pubblicato annualmente dalla Commissione europea .
Nella primavera 2017 aprirà il bando annuale LIFE per progetti "tradizionali" con probabile scadenza a settembre 2017.
Una vero e proprio manuale per principianti che mira ad illustrare le modalità per poter accedere ai programmi tematici, a gestione diretta dell’Unione europea, del periodo di programmazione 2014-2020.
La Commissione europea ha approvato il piano dell'Italia per la banda ultralarga per il periodo 2016-2022, stabilendo che il piano, con un bilancio da circa 4 miliardi di euro, è in linea con le norme dell'Unione in materia di aiuti di Stato. Il piano è stato presentato il 3 marzo 2015 dal Consiglio dei Ministri.
Si è tenuta a Firenze la Conferenza annuale della rete Major Cities of Europe alla quale ha partecipato il PON Città Metropolitane 2014-2020 con l’obiettivo di illustrare il valore realizzato dal Programma attraverso l’uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella gestione delle Città Metropolitane e confrontarsi con i rappresentanti delle diverse città europee, insieme ad esperti mondiali provenienti da aziende Ict e dal mondo accademico sulla tematica delle Aree urbane attraverso lo scambio di informazioni, strategie, esperienze.
Si è concluso il progetto "EU-FIN, European Union Fishing Network", finanziato da "Europe for Citizens Programme 2014-2020", che ha coinvolto Spagna, Portogallo, Grecia, Montenegro, Croazia, Albania, Macedonia, Serbia, Cipro e l'Italia.
Il rapporto, per l’Italia, evidenzia una tassazione sul lavoro eccessiva e auspica un aumento del carico fiscale sulle proprietà immobiliari. Sul versante delle tassazione sulla casa, infatti, le tasse sono relativamente basse mentre sono elevate le imposte sulle transizioni immobiliari. Inoltre, sarebbe necessario rivedere al rialzo le rendite catastali.
Il Dipartimento Coesione Economica ha pubblicato i risultati del monitoraggio finanziario al 30 giugno 2015 per il ciclo 2007-2013, elaborati su dati della Ragioneria generale dello Stato, che racchiudono in due tavole l'avanzamento dell'attuazione alla stessa data e quello della spesa dal dicembre 2013. I dati di monitoraggio finanziario al 30 giugno 2015 mostrano che la spese effettivamente sostenute dai 52 Programmi Operativi Nazionali e Regionali, cofinanziati da FESR e FSE, sono pari a 37,3 miliardi di euro, il 79,8% delle risorse complessivamente programmate.
Pagina 7 di 7