Con la firma del Presidente Napolitano e la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 23 marzo 2011, n. 67, Il Decreto legislativo in materia di federalismo fiscale municipale dal prossimo 7 aprile entrerà in vigore. Alleghiamo copia della pubblicazione del provvedimento.
Il 16 dicembre il presidente della Commissione parlamentare per il federalismo fiscale Enrico La Loggia ha chiesto ai presidenti delle Camere i 20 giorni di proroga previsti dalla legge 42, per l’espressione del parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale (atto n. 292), che assegna ai comuni il gettito dei tributi immobiliari e dovrebbe introdurre dal 2011 la cedolare secca al 20% sugli affitti e dal 2014 l'imposta municipale unica. Slitta così il termine per il sì parlamentare dall'8 al 28 gennaio.
Gli aggiornamenti sono messi a disposizione dall''Agenzia del Demanio nell'ambito del processo d'avvio del federalismo demaniale. In allegato i link per scaricare le liste dei beni patrimoniali dello Stato esclusi e non dal trasferimento agli enti locali.
"Il pronunciamento limpido del Presidente della Repubblica era prevedibile, tanto era palese la forzatura. Un atto di propaganda politica ha creato una nuova lesione istituzionale e ha messo sul binario sbagliato una riforma importantissima qual è il federalismo municipale".
"Ribadiamo il nostro no molto fermo al federalismo municipale proposto dal governo e chiediamo un percorso di condivisione con autonomie locali e regioni. Dopo l'azzardo di un decreto incostituzionale si deve ripartire col piede giusto.
Verrà esaminato dalla Camera ai primi di marzo il decreto sul fisco municipale. La data esatta verrà fissata la prossima settimana dalla Conferenza dei Capigruppo. In allegato, pubblichiamo il nuovo testo del federalismo municipale trasmesso dal Governo alle Camere.
“Oltre ad esprimere profonda amarezza per l’occasione persa di compiere una grande riforma come quella federalista seguendo la via di un percorso sereno e condiviso, ricorrendo cioè alla fiducia, vorrei rivolgere un invito a tutti i parlamentari che in queste ore devono decidere se votare o meno il decreto sul federalismo municipale affinché si eviti di approvare un provvedimento come questo, miope, sbagliato nell’impianto e che provocherà gravi danni al sistema delle autonomie”. Così il presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, commenta il voto di fiducia di oggi sul decreto relativo al fisco municipale.
A seguito della votazione favorevole delle Camere, il Consiglio ha definitivamente approvato il decreto legislativo in materia di federalismo fiscale municipale proposto dai Ministri Tremonti, Bossi, Calderoli e Fitto.
Nel corso dell’indagine conoscitiva avviata in Commissioni riunite Camera e Senato bilancio e federalismo fiscale, sullo schema di dlg riguardante il fabbisogno della sanità, si è svolta l’audizione di rappresentanti della Corte dei conti. La relazione, in allegato, è stata presentata dal Presidente Luigi Giampaolino.
Un'analisi sull'ultima versione del Dlgs sul federalismo municipale di Antonio Misiani, responsabile federalismo fiscale di Legautonomie e componente Commissione bicamerale per il federalismo
Pagina 14 di 21