"L'appello del presidente Napolitano per la Camera delle Autonomie è sacrosanto e si dimostra sempre più l'urgenza di una riforma del Parlamento. E' la battaglia di Legautonomie e deve diventare la battaglia di tutto il sistema regioni-enti locali” così Marco Filippeschi, Presidente di Legautonomie e sindaco di Pisa, commenta le parole del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul federalismo fiscale.
Contestualmente all’entrata in vigore dal 7 aprile 2011 del decreto legislativo sul fisco municipale, sono state pubblicate dall’Agenzia delle Entrate le disposizione attuative e le modalità per esercitare l’opzione per l’applicazione del regime della cedolare secca.
In allegato un nota del CeRM sul riparto del Fondo Sanitario Nazionale per il 2001 e Il Working Paper CeRM n. 1-2001 che risponde a due quesiti: ? Quale distribuzione di risorse tra Regioni emergerebbe se i 106,4 miliardi di Euro del Fsn-2011fossero ripartiti in maniera tale da riconoscere, su tutto il territorio nazionale, i medesimi rapporti di fabbisogno pro-capite tra fasce di età che si registrano nelle Regioni benchmark (senza introdurre un esplicito indicatore di deprivazione)?;? Quanto differirebbero le proporzioni di riparto così determinate da quelle sulla cui base è stato suddiviso il Fsn-2010?
"Serve una logica di sistema e lo strumento politico adatto non può che essere il Senato della autonomie...", così dichiara il direttore di Legautonomie, Loreto Del Cimmuto, intervenuto a margine del convegno che la Fondazione Socialismo ha organizzato il 15 aprile 2011 a Roma sul tema: "federalismo all'italiana: dalla secessione alla confusione". In allegato l'agenzia Dire e Italia Oggi che riprendono la dichiarazione rilasciata dal direttore di Legautonomie.  
Dossier a cura del Servizio studi del Senato sulla riforma costituzionale tedesca del 2009
In allegato il testo a fronte degli artt. 55, 56, 57 e 70 della Costituzione con le modifiche avanzate nella XIV ª legislatura (non confermate poi dal referendum del 25-26 giugno 2006), esaminate nella XV legislatura e quelle presentate nella legislatura in corso (XVIª). Accanto la proposta di riforma di Legautonomie.
"Ora il Senato federale, che è riforma costituzionale con più consenso di quella sulla giustizia e taglia i costi della politica. Ripartire dalla ‘Bozza Violante’. Una campagna di Legautonomie per la rappresentanza e l'equilibrio fra i poteri" "E' il momento di rilanciare la battaglia autonomista. Il Senato federale, la camera delle regioni e delle autonomie locali è l'obiettivo più alto e più necessario, via via che si realizza un impianto federalistico dello Stato. E' una riforma costituzionale che, a differenza di quella sulla giustizia, ha dalla sua parte un consenso larghissimo e trasversale nel Paese: è una riforma che semplifica e consente risparmi, riducendo i costi della politica. E ciò mentre il Governo moltiplica i centri di spesa. Deve essere messa sul binario giusto, in Parlamento, con una spinta dal basso. Per Legautonomie sarà un distintivo, in una campagna aperta a chiunque sia d'accordo".
Alleghiamo il documento della Corte dei conti predisposto per l'audizione svolta presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria il 23 marzo 2011
Con la firma del Presidente Napolitano e la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 23 marzo 2011, n. 67, Il Decreto legislativo in materia di federalismo fiscale municipale dal prossimo 7 aprile entrerà in vigore. Alleghiamo copia della pubblicazione del provvedimento.
Pagina 9 di 21