Con 235 voti favorevoli, 11 contrari e 34 astensioni, il Senato ha definitivamente approvato il disegno di legge costituzionale che introduce il principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale. Avendo raggiunto il quorum dei due terzi dei componenti del Senato, la modifica non sarà sottoposta a referendum popolare.
A seguito al precedente comunicato del 20 settembre 2011, la Direzione centrale per la finanza locale rende noto che, in sede di assestamento al bilancio dello Stato del corrente esercizio, sono state rese disponibili le risorse necessarie per il pagamento a saldo del contributo assegnato ai comuni per la partecipazione al contrasto all'evasione fiscale e contributiva. A fronte di tale disponibilità di risorse finanziarie, con D.M. n. 96050 del 30 novembre 2011 si è provveduto ad erogare agli enti beneficiari il saldo del contributo stesso relativo al periodo 1° gennaio 2008 - 31 dicembre 2010.
Articolo di Mario Collevecchio, estratto dalla pagina di Legautonomie pubblicata su Italia Oggi il 25 novembre 2011. "Tra le misure rivolte alla riduzione del debito, la legge di stabilità per il 2012 prevede un'imponente operazione di dismissione dei beni immonili e dei terreni agricoli dello stato e degli enti pubblici non territoriali..."
Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento ha trasmesso la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto legislativo recante ulteriori disposizioni in materia di ordinamento di Roma Capitale, approvato nel Cdm del 21 novembre 2011. La Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale dovrà esprimere i prescritti pareri entro il 19 febbraio 2012.
Il documento pubblicato è stato illustrato nel corso del Convegno di Legautonomie su "la disciplina della dirigenza e la figura unica apicale negli enti locali per superare il dualismo direttori/segretari" - Viareggio 17 ottobre 2011
Pubblichiamo la prolusione del Presidente della Corte dei Conti Luigi Giampaolino tenuta in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico 2011-2012 alla "scuola di specializzazione in studi sull'amministrazione pubblica" lo scorso 12 novembre 2011. Molti i temi affrontati dal presidente della Corte dei Conti, dalla governance europea e i riflessi sull’organizzazione della pubblica amministrazione al federalismo fiscale e le questioni ancora aperte, passando per la crisi economica, la costituzionalizzazione del vincolo del c.d. pareggio del bilancio e le complessiveregole della governance europea.
“Quando la crisi sarà aperta, dobbiamo chiedere ascolto al presidente Napolitano. Per uscire dal tunnel serve proporre agli italiani vere riforme. A partire da quelle della politica. Cambiare il Parlamento è necessario, perché il bicameralismo ripetitivo è una palla al piede del paese, è uno spreco di risorse, un pesante costo della politica, e uno spreco di tempo. Per questo diciamo: una sola camera che fa le leggi e dà la fiducia ai governi, metà parlamentari eletti e un senato delle autonomie fatto da chi già rappresenta le comunità locali”.
"Il ruolo della Corte dei conti nella riforma degli enti locali e nell'attuazione del federalismo" è il titolo dell'intervento svolto dal Presidente Giampaolino durante un convegno dedicato alla memoria di Francesco Staderini.
Recante disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 26 novembre 2010, n. 216, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, del decreto legislativo 6 maggio 2011 n. 68 e del decreto legislativo 23 giugno 2011 n. 118
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome presieduta da Vasco Errani, ha approvato nella riunione del 13 ottobre un ordine del giorno su federalismo fiscale municipale e sistema dell’ edilizia residenziale pubblica.
Pagina 13 di 21