"Il pronunciamento limpido del Presidente della Repubblica era prevedibile, tanto era palese la forzatura. Un atto di propaganda politica ha creato una nuova lesione istituzionale e ha messo sul binario sbagliato una riforma importantissima qual è il federalismo municipale".
"Ribadiamo il nostro no molto fermo al federalismo municipale proposto dal governo e chiediamo un percorso di condivisione con autonomie locali e regioni. Dopo l'azzardo di un decreto incostituzionale si deve ripartire col piede giusto.
Un'analisi sull'ultima versione del Dlgs sul federalismo municipale di Antonio Misiani, responsabile federalismo fiscale di Legautonomie e componente Commissione bicamerale per il federalismo
“Non era una proposta all’altezza, è un bene che non sia passata. Il voto di oggi conferma quello che Legautonomie aveva già detto mesi fa. Una riforma importante per il nostro Paese come il federalismo fiscale si è voluta attuare in tutta fretta e male”. E’ il commento di Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa, sul voto di oggi sul federalismo fiscale.
"Più tasse e meno autonomia: per favore non chiamatelo federalismo!" è il titolo di un comunicato sottoscritto congiuntamente da tre sindaci del Valdarno col quale denunciano un federalismo municipale approvato con sconsiderata e sospetta fretta dal Consiglio dei Ministri e dichiarato irricevibile dal Presidente della Repubblica. Un decreto che comporterà meno autonomia locale, più tasse ai cittadini, alle famiglie ed alle piccole imprese, meno servizi e molta più incertezza.
“E’ scellerato governare per decreto una materia così importante e complessa quale il federalismo municipale, che mette in gioco gli equilibri e prerogative costituzionali e il patto di cittadinanza. E’ una lesione alle garanzie democratiche”.
L'Audizione del Direttore del Censis nell'ambito dell'indagine conoscitiva sull'anagrafe tributaria nella prospettive del federalismo fiscale avviata dalla Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria della Camera dei deputati
“Apprendiamo di un clima positivo e di reciproco confronto tra Anci e il Ministro Calderoli nell'incontro per definire le modifiche al decreto sul federalismo municipale. Questo è buona cosa. Tuttavia, dalle prime anticipazioni, le aperture del Ministro non appaiono sufficienti e rassicuranti. Occorre pertanto più tempo a disposizione, perchè non servono modifiche superficiali e semplici aggiustamenti, ma una ridiscussione profonda dell'impianto del decreto e un confronto molto più ampio di quello in corso in questi giorni”.
“Legautonomie valuterà compiutamente in una riunione del proprio Consiglio federale il nuovo schema di decreto sul federalismo municipale e l'eventuale ripresa della mobilitazione e della protesta dei municipi”. Così Marco Filippeschi, Sindaco di Pisa e Presidente dell'associazione commenta il nuovo testo del decreto sul federalismo municipale.
Nel convegno organizzato dalla Corte dei Conti il 19 e il 20 gennaio u.s., sui temi del federalismo fiscale, il presidente Luigi Giampaolino è intervenuto nel corso della I sessione dedicata a: "Lo stato di attuazione del federalismo fiscale". Pubblichiamo in allegato la sua relazione.
Pagina 7 di 21