Con la riforma degli enti locali, approvata nel 2014, è profondamente mutato l'assetto ordinamentale delle autonomie territoriali: sono state ridefinite le funzioni e le modalità di elezione degli organi provinciali ed istituite le città metropolitane. Le province hanno così assunto il ruolo di enti di area vasta e i relativi organi – il presidente della provincia ed il consiglio provinciale - sono divenuti organi elettivi di secondo grado; analogo impianto è stato seguito per il consiglio nelle città metropolitane.
Pubblichiamo il Rapporto  2017 della ricerca sulle “Criticità finanziarie dei comuni” dell'Università Ca' Foscari di Venezia, presentato a Roma, il 27 febbraio 2018, presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati. Le criticità finanziarie dei Comuni italiani, colpiti dalla grande crisi, sono in questi ultimi anni aumentate. Il numero dei dissesti è cresciuto e anche la nuova fattispecie del riequilibrio finanziario pluriennale, introdotta alla fine del 2012, è stata attivata da molti enti. Il Ministero dell’Interno e l’Università Ca’ Foscari Venezia hanno realizzato il progetto di costruzione di una banca dati che raccoglie la documentazione riguardante le procedure di dissesto e riequilibrio dei Comuni italiani, base preliminare per lo sviluppo di analisi quantitative e qualitative.
Chiarimenti in materia di pareggio di bilancio per il triennio 2018-2020 per gli enti territoriali di cui all’articolo 1, commi da 465 a 508, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di bilancio 2017), come modificata dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di bilancio 2018). Le norme sono finalizzate, in via prioritaria, a rilanciare gli investimenti degli enti territoriali sul territorio nazionale al fine di favorire la crescita economica nel rispetto delle regole europee.  
La direzione centrale della Finanza locale del Viminale ha reso noti i dati sulla distribuzione dei fondi destinati a Province e Regioni a statuto ordinario per l'esercizio delle funzioni fondamentali per gli anni 2018, 2019 e 2020. I fondi sono collegati al contributo stanziato dall'articolo 1, comma 838, legge di bilancio 2018. I dati relativi alle quote sono già stati pubblicati dalla direzione centrale della Finanza locale, a pochi giorni dalla pubblicazione del decreto del ministero dell'Interno, di concerto con il ministero dell'Economia e delle Finanze  in Gazzetta Ufficiale.
Pagina 1 di 79