Le Regioni non hanno titolo a incamerare l'accisa su prodotti realizzati o importati, ma non immessi in consumo sul proprio territorio. E' stata cancellata, infatti, dalla sentenza n. 31/2015 della Consulta la norma finanziaria regionale della Sardegna che aveva affermato il diritto dell'ente territoriale a incamerare parte delle accise gravanti su quei beni che ovunque commerciati in Italia siano stati però fabbricati o importati sull'isola.
In allegato la sentenza della Corte dei Conti su un caso di doppio incarico e indennità di funzione non dovuta. La doppia percezione di emolumenti è in contrasto con il disposto di cui all'art. 82 del d.lgvo 18 agosto 2000, n. 267 il quale, al V° comma, dispone: "le indennità di funzione previste dal presente capo non sono tra loro cumulabili. L'interessato opta per la percezione di una delle due indennità ovvero per la percezione del 50% di ciascuna".
In allegato la sentenza della Corte dei conti, Sez. giur. Puglia, sent. n. 251 del 18/02/2013 che condanna a risarcire l'erario il giudice che impiega tre anni e cinque mesi per depositare una sentenza.
Il Tar Emilia-Romagna, Bologna, sez. I, l'11 febbraio 2013 ha depositato la sentenza n. 93, relativa alla legittimità della scelta di un'amministrazione comunale di aderire ad una "società per azioni", mista a prevalente capitale privato, per l'affidamento alla stessa del servizio di gestione delle farmacie comunali. In allegato la sentenza.
Pubblichiamo in allegato la sentenza n. 513 del Consiglio di Stato, Sez. VI, del 28 gennaio 2013, sulla dichiarazione ex art. 38 del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, riguardo alle società di capitali con più soci.
La legge 190/2012, anche detta "legge anticorruzione", si applica a tutti i soggetti pubblici e a quelli privati sottoposti al loro controllo. Entro 120 giorni dall'entrata in vigore della legge, specifiche intese da raggiungere in sede di Conferenza Unificata ne disciplineranno l'attuazione concreta negli enti locali. Molti sono gli adempimenti organizzativi previsti e le nuove responsabilità degli amministratori e dei pubblici funzionari. Dal piano triennale di prevenzione della corruzione, alle linee guida predisposte dalla CIVIT, dal responsabile anti-corruzione, che coinciderà, di norma, con la figura del segretario comunale, al codice di comportamento. Novità anche per quanto riguarda i controlli, riformati dal d.l. 174/2012, il nuovo ruolo della Corte dei Conti e le modalità e gli strumenti del controllo interno. Questi i principali temi affrontati il 4 febbraio nel corso del seminario nazionale "La legge anticorruzione e il sistema dei controlli nella Pubblica Amministrazione locale" davanti ad una folta platea di circa 200 amministratori pubblici provenienti da tutta Italia. Sono intervenuti, tra gli altri, Marco Filippeschi Presidente di Legautonomie e Sindaco di Pisa; Ermanno Granelli, Consigliere della Corte dei conti, ex vice Commissario vicario Anticorruzione; Paolo Ielo, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma; Maurizio Fiasco, Sociologo ed esperto di sicurezza pubblica.
Pubblichiamo in allegato un articolo di Mario Collevecchio, esperto di Legautonomie, che fà il punto sul sistema dei controlli nelle pubbliche amministrazioni alla luce delle recenti leggi varate dal governo alla fine del 2012, la cosiddetta legge anticorruzione, il d.l. n. 190/2012, e il decreto n. 174/2012 poi convertito nella legge n. 213/2012 che mira a ridurre io costi della politica.
Pubblichiamo in allegato un articolo, pubblicato su Italia Oggi dell'11 gennaio 2013, di Mariangela Di Giandomenico e Domenico Ielo, avvocati dello studio legale Bonelli Erede Pappalardo, sulla legge n. 190/2012. Legautonomie dedica alla legge 190/2012 un seminario che si svolgerà a Roma il prossimo 4 febbraio al Centro Congressi Cavour, in Via Cavour 50/A.
Il Tar Puglia, Lecce, con sentenza del 12 dicembre 2012 n.1984 ha dichiarato la legittimità della disciplina comunale che vieta l'installazione di impianti di telefonia mobile in zona A1 (centro storico).
Pubblichiamo un contributo dell'avv. Michele Trovesi sul tema ICI (IMU) ed Enti Ecclesiastici, un contributo alla riflessione “de jure condendo”, che mette in luce l'approssimazione con la quale il Legislatore è intervenuto sul tema negli ultimi anni.
Pagina 5 di 6