Pubblichiamo il documento relativo allla riforma del mercato del lavoro presentata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze Mario Monti, al Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2012 e approvata dallo stesso nella medesima seduta.
Il Consiglio dei Ministri di venerdì 20 gennaio ha adottato con decreto-legge un pacchetto di riforme strutturali per la crescita. Come si legge nel comunicato stampa diffuso da Palazzo Chigi, "le riforme rientrano nel processo di rimozione di due grandi vincoli che hanno compresso per decenni il potenziale di crescita dell’Italia: l’insufficiente concorrenza dei mercati e l’inadeguatezza delle infrastrutture". In allegato la nota di Palazzo Chigi e la bozza del D.l. Infrastrutture.
E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.267 del 16 novembre 2011 il decreto 10 novembre 2011 del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero per la Semplificazione normativa, relativo alle "Misure per l'attuazione dello sportello unico per le attività produttive di cui all'articolo 38, comma 3-bis del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133".
Sulla crisi economica e finanziaria che ha colpito profondamente il nostro Paese, studiosi ed economisti si sono confrontati e si sono chiesti se e come riusciremo a tornare competitivi sfruttando i primi segnali di ripresa sullo scenario internazionale. Unioncamere ha cercato di offrire un contributo a tale riflessione, analizzando le tantissime informazioni sul mondo delle imprese che ogni giorno il sistema delle Camere di commercio raccoglie ed elabora in ciascuna provincia italiana.
Promulgata la Legge delega n. 183/2010 in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l’impiego, di incentivi all’occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro. Le nuove norme entreranno in vigore a partire dal 24 novembre 2010.
Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha chiesto alle Camere, a norma dell'art. 74, primo comma, della Costituzione, una nuova deliberazione in ordine alla legge: "Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione degli enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro"
Pagina 1 di 4