Presso l’INPS viene istituita la banca dati delle prestazioni sociali agevolate al fine di rafforzare il sistema dei controlli dell'ISEE. La banca dati è alimentata dalle informazioni sulle prestazioni sociali agevolate, condizionate all'ISEE, e sui soggetti che ne hanno beneficiato. Nella banca dati confluiscono i dati identificativi dell'ente erogatore e del beneficiario; la tipologia delle prestazioni sociali agevolate; le informazioni relative alle caratteristiche e al valore economico delle prestazioni sociali agevolate.
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto-legge recante i primi interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale. Il decreto-legge, inoltre, proroga al 1° ottobre 2013 il termine a partire dal quale viene applicato l’aumento dell’aliquota ordinaria dell’IVA dal 21 al 22 per cento.
Il Consiglio ha approvato un disegno di legge in materia di semplificazioni, su proposta del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione, Giampiero D’Alia, che contiene una serie di misure di semplificazione che arricchiscono e completano il quadro degli interventi di sburocratizzazione dell’amministrazione, avviati con il cd. decreto-legge “Fare”, approvato sabato scorso dal Consiglio dei Ministri; si tratta di norme funzionali alla riduzione degli oneri amministrativi e informativi a carico di cittadini e imprese e utili per il rilancio dell’economia e l’ammodernamento del Sistema Paese.
Secondo una recente ricerca Cer-Confcommercio, "L'italia che arretra", dall'inizio della crisi il reddito pro capite italiano è sceso dell'11% rispetto alla Germania e ogni famiglia ha perso 3.400 euro di potere d'acquisto. Intanto la pressione fiscale "morde" le imprese e ogni azienda dedica l'equivalente di 269 ore di lavoro l'anno ad adempimenti fiscali. In allegato il testo.
Pubblichiamo il documento della CGIL, a cura del gruppo di lavoro promosso dal Dipartimento Settori Pubblici e dalla Consulta Giuridica, dal titolo "Superamento del precariato e la riforma del reclutamento nelle pubbliche amministrazioni". Il documento contiene alcuni utili spunti per un progetto di riforma dei sistemi di reclutamento del personale pubblico, per la regolamentazione dei rapporti di lavoro del personale pubblico con contratti a termine e di apprendistato, e una sintesi della giurisprudenza circa il precariato nelle PA.
Il 29 novembre 2012 è stato presentato alla Camera dei Deputati il ddl semplificazioni-bis, "Nuove disposizioni di semplificazione amministrativa a favore dei cittadini e delle imprese", che era stato approvato dal Cdm nella seduta del 16 ottobre 2012. Le semplificazioni-bis varate intervengono lavoro e previdenza, infrastrutture, beni culturali, edilizia, privacy, ambiente agricoltura. Si tratta del secondo provvedimento in materia di semplificazione, che segue il decreto-legge n. 5/2012, il cosiddetto Semplifica Italia. In allegato il testo del ddl di semplificazione presentato alla Camera il 29 novembre 2012 (A.C. 5610).
Pubblichiamo in allegato la bozza del pacchetto semplificazioni attualmente allo studio del Governo. Il decreto che, presumibilmente verrà varato entro fine mese, contiene 34 articoli che affrontano diversi nodi burocratici, dalla previdenza, alla sicurezza sul lavoro, dall’esposizione a torri a frequenze elevate a, non da ultimo, il comparto ambientale.
La legge 28 giugno 2012 n. 92 "Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita" è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.153 del 3 luglio 2012.
Nel 2009, il contributo dei sistemi del made in Italy alle esportazioni nazionali è pari al 43,7%, di cui il 13,5% ascrivibile ai settori tessile, pelli e abbigliamento e il restante 30,2% agli altri sistemi del made in Italy. Il 61,5% di queste esportazioni è diretto verso i paesi Ue. L'Istat ha pubblicato una recente ricerca sulle "Esportazioni dei sistemi locali del lavoro". Dallo studio emerge la forte concentrazione territoriale delle vendite all’estero: i primi 172 sistemi locali infatti (su un totale di 686) generano il 91,8% del totale delle esportazioni. Fra i sistemi che apportano il contributo più significativo alle esportazioni nazionali, 117 sono localizzati al Nord, 35 al Centro (soprattutto in Toscana e nelle Marche) e 20 nel Mezzogiorno (dei quali i primi sette contribuiscono per oltre il 50% all’export totale dell’area). In allegato la ricerca.
Pubblichiamo il documento relativo allla riforma del mercato del lavoro presentata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze Mario Monti, al Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2012 e approvata dallo stesso nella medesima seduta.
Pagina 2 di 4