E’ uno straordinario successo. Vince anche Legautonomie, lo dico con orgoglio. Vince chi si è battuto per le energie rinnovabili, chi ha sostenuto un forte e autonomo movimento per l’acqua come bene comune e chi da sempre è impegnato in difesa della Costituzione, per l’equilibrio dei poteri dello Stato e contro le leggi ad personam. L’Italia si merita molto di meglio e ha trovato i modi di dirlo, dal basso, con le elezioni locali e un referendum, e di riconquistarsi il futuro”. Così il presidente nazionale di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, commenta il risultato del referendum e il raggiungimento del quorum.  
Governare il Territorio che è un web magazine di cui raccogliamo qui alcuni esempi, vuole essere un luogo virtuale in cui si racconta e si rappresenta la "governance" locale. Lo scopo è quello di suscitare qualche spunto di riflessione e di dar conto di una pluralità di punti di vista e orientamenti politici e culturali che alimentano il dibattito attorno alle trasformazioni che sta vivendo il nostro Paese. Attraverso l'individuazione di alcune tematiche di volta in volta affrontate in forma monografica si dà pertanto voce ai protagonisti del territorio, alle loro visioni e ai loro punti di vista sperando di alimentare un dibattito e di dare un piccolo ma significativo contributo alla piena consapevolezza di ciò che sta avvenendo in un mondo che noi chiamiamo locale, ma che sappiamo in realtà sempre più esposto al globale.  
"Il risultato elettorale rende possibile una necessaria puntualizzazione della posizione delle associazioni delle autonomie locali in tema di federalismo municipale e di riforme istituzionali, a partire dalla Carta delle autonomie. In generale, se si sono dovute subire politiche vessatorie, segnate da un centralismo asfissiante, il governo dev'essere avvertito che il cambiamento politico deve significare anche un cambiamento dei rapporti". Così il presidente nazionale di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, torna a commentare i risultati delle elezioni amministrative.  
Per essere sempre aggiornati sulle ultime novità legislative, i regolamenti e gli atti istituzionali che riguardano il mondo delle autonomie. Ogni settimana, Legautonomie pubblica una news con le principali notizie legate al mondo degli enti locali, disponibile ogni martedì e scaricabile dall’homepage, nella apposita sezione “Notizie Settimanali dal Parlamento”.  
Un aggiornamento indispensabile sulle ultime novità legislative, sui regolamenti, gli atti istituzionali, le scadenze dell'agenda degli amministratori locali, sugli studi e i convegni specializzati. A disposizione anche una nutrita rassegna stampa. La newsletter si può ricevere gratuitamente ogni settimana sul proprio indirizzo e-mail  
Sul nuovo numero di "Autonomie e Comunità" di maggio/giugno, il direttore generale di Legautonomie, Loreto Del Cimmuto, interviene sul tema del federalismo mettendo in relazione la sussidiarietà e il capitale sociale di un territorio: "sembrerebbe - spiega Del Cimmuto - che il federalismo e la sussidiarietà siano fortemente correlati al capitale sociale di un territorio, quindi alla sua ricchezza di relazioni, di vita sociale, di elementi aggregativi, di maturazione culturale e civile. Laddove invece si è in presenza di territori poveri di capitale sociale, o addirittura di capitale sociale negativo – come in territori con un forte radicamento della criminalità organizzata – allora il decentramento ulteriore dei poteri rischia di accentuare e aggravare il clientelismo, l’infiltrazione mafiosa nelle istituzioni pubbliche, un governo locale inefficiente e lo scarso senso civico delle comunità: il principio di sussidiarietà in questo caso si traduce in uno stretto e perverso legame tra gli interessi privati e l’amministrazione pubblica".  
Contraddicendo in modo plateale il processo di adeguamento ai principi di libertà di impresa e di apertura alla concorrenza tipici dell’ordinamento europeo, il Decreto Mi.S.E. del 19 gennaio 2011 sulla “Determinazione degli ambiti territoriali nel settore della distribuzione del gas naturale”, sta producendo, oltre al blocco illegittimo delle gare per l’affidamento del servizio pubblico, anche grande confusione tra gli operatori del settore, e diffuse e del tutto giustificate reazioni negative in centinaia di comuni.  
"Serve una logica di sistema e lo strumento politico adatto non può che essere il Senato della autonomie...", così dichiara il direttore di Legautonomie, Loreto Del Cimmuto, intervenuto a margine del convegno che la Fondazione Socialismo ha organizzato il 15 aprile 2011 a Roma sul tema: "federalismo all'italiana: dalla secessione alla confusione". In allegato l'agenzia Dire e Italia Oggi che riprendono la dichiarazione rilasciata dal direttore di Legautonomie.  
“Pari opportunità: per non aspettare il 2033"”, è il tema intorno al quale si confronta un ampio gruppo di interlocutrici, politiche, economiste ed esperte, sul numero di marzo di www.governareilterritorio.it, il magazine telematico di Legautonomie. Il 2033 è la data che secondo una recente indagine si dovrà aspettare, in assenza di politiche ad hoc, per raggiungere una condizione di parità in primis occupazionale tra uomini e donne in Italia.  
Il “mistero dell’acqua”, in riferimento alla liberalizzazione del servizio idrico che si apre col decreto Ronchi, è il tema del numero di aprile del mensile online di legautonomie Governare il territorio. Tra i contributi un articolo di Antonio Rosati, assessore della Provincia di Roma, un’intervista a Danielle Mitterand, l’intervento di Mauro D’Ascenzi, vicepresidente di Federutility.  
Pagina 8 di 12