UPI pubblica una bozza del documento “Strategia per la trasformazione delle Province in Case dei Comuni”, come previsto dalla Legge 56/14. Il documento è aperto alla massima condivisione e al contributo costruttivo per integrazioni revisioni o modifiche.
In Commissione affari costituzionali del Senato si è avviata l’audizione del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gianclaudio Bressa, sullo stato di attuazione della legge n. 56/2014. Per Bressa l’attuazione della Legge Delrio si è conclusa con successo, in asse con il complesso di riforme del Titolo V della Costituzione. A due anni dall’approvazione, serve un’implementazione, un aggiornamento, affinché sia salvaguardato il senso del servizio per le amministrazioni territoriali connaturato alla legge stessa.
La Commissione per le questioni regionali, durante l’indagine conoscitiva sulle forme di raccordo tra lo Stato e le autonomie territoriali, ha concluso l’audizione di rappresentanti della Corte dei conti.
Una profonda analisi su un aspetto particolare della revisione costituzionale. Di Mario Collevecchio. Pubblicato per gentile concessione dell'autore.
Sono stati pubblicati alcuni resoconti dell’indagine conoscitiva sul sistema delle conferenze, in corso presso la Commissione questioni regionali della Camera dei Deputati.
Il 10 maggio scorso si è tenuto a Firenze il convegno “I Cal nella riorganizzazione dei sistemi Regionali delle Autonomie” promosso dal Coordinamento Nazionale dei Consiglio delle Autonomie Locali. Nel corso dell’incontro è stato affrontato il tema della collocazione dei Cal nella riforma costituzionale appena approvata dal Parlamento e da sottoporre a referendum confermativo in ottobre.
E’ stato assegnato alla Commissione affari costituzionali del Senato per l’esame in sede referente il ddl Tocci e Astorre (PD) “Disposizioni per la città metropolitana di Roma capitale”. In allegato il testo del ddl.
Giovedì 10 marzo, al Tempio di Adriano, in Piazza di Pietra a Roma, Legautonomie ha organizzato un convegno dedicato alla riforma del Senato e del Titolo V della Costituzione disegnata dal ddl Boschi - in via di approvazione definitiva da parte del Parlamento. Sono intervenuti il presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il Ministro per le Riforme Costituzionali e i rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, il vicepresidente dell’Anci e sindaco di Pesaro Matteo Ricci, e Stefano Ceccanti, Professore ordinario di diritto pubblico comparato presso la Facoltà di scienze politiche dell’Università "La Sapienza" di Roma.
Roma, 10 marzo 2016 - "Condividiamo la Riforma Costituzionale, ne riconosciamo lo straordinario valore d’innovazione e anche di svolta politica, e dunque la sosteniamo e la sosterremo nel Referendum del prossimo autunno". Così Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa, all'apertura del convegno di Legautonomie dedicato alla riforma del Senato e del Titolo V della Costituzione, disegnata dal ddl Boschi, che si è svolto questa mattina al Tempio di Adriano a Roma. "Legautonomie, - ha proseguito Filippeschi davanti a una numerosa platea di sindaci e amministratori locali intervenuti a Piazza di Pietra - che è un’associazione meno vincolata a doveri istituzionali che altre, un’associazione che quest’anno compie cento anni di vita, darà sponda, in particolare, all’impegno dei sindaci e degli amministratori locali".
Le riforme che alleggeriscono i bilanci degli enti locali non devono rendere impossibile lo svolgimento delle loro funzioni: i tagli "sproporzionati" infatti violano non solo l'autonomia finanziaria delle amministrazioni territoriali, prevista dagli articoli 117 e 119 della Costituzione e il "buon andamento" della pubblica amministrazione tutelato dall'articolo 97, ma più di tutto entrano in conflitto con il principio dell'eguaglianza sostanziale di fronte alla legge fissato dall'articolo 3.
Pagina 2 di 18