E' arrivato all'unanimità il via libera della Camera al disegno di legge per i piccoli Comuni, che ora passa al Senato. Il testo, che ieri a Montecitorio ha ottenuto 484 «sì», istituisce un fondo da 100 milioni di euro dal 2017 al 2023, che sarà gestito dal Viminale e andrà utilizzato per progetti di rilancio dei centri storici e del turismo, ma anche di sostegno all'economia con l'estensione della banda ultra-larga e gli incentivi all'insediamento produttivo e alle attività agricola. Il Fondo per lo sviluppo sarà alimentato con 10 milioni nel 2017 e con 15 milioni all'anno dal 2018 al 2023 ed è rivolto agli interventi nei 5.585 Comuni che non raggiungono i 5mila abitanti, anche nel caso in cui in questi anni si siano fusi con altri enti fino a creare realtà più grandi di questa soglia.
Le Commissioni riunite ambiente e bilancio della Camera hanno deciso di adottare l’ulteriore nuovo testo unificato predisposto dai relatori sulle misure volte al sostegno e alla valorizzazione dei comuni con popolazione pari o inferiore a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali. Il termine per presentare emendamenti è fissato al 18 maggio alle ore 16.
Pubblichiamo in allegato uno studio realizzato dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, Direzione Centrale della Finanza Locale, dal titolo "FUSIONI: Quali vantaggi? Risparmi teorici derivanti da un’ipotesi di accorpamento dei comuni di minore dimensione demografica".
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ricorda che verrà pubblicata il 28 aprile sulla Gazzetta Ufficiale la Convenzione Mit-Anci per i “Nuovi progetti di intervento” per i piccoli Comuni. Dal momento della pubblicazione dalle ore 9.00 del 13 maggio i Comuni interessati potranno procedere all’invio delle richieste. si tratta di un nuovo bando nazionale da 100 milioni di euro per progetti di opere infrastrutturali nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti.
Sospeso a luglio del 2014, le Commissioni riunite ambiente e bilancio della Camera hanno ripreso l’esame del testo base delle misure a sostegno dei piccoli comuni. Dato che sono state presentate 296 proposte emendative è stato deciso di affidare nuovamente al Comitato ristretto una prima valutazione.
Si è tenuto nell'Aula della Regina della Camera dei Deputati il Convegno organizzato dal gruppo del Pd e dedicato alla Proposta di legge sui piccoli comuni. Pubblichiamo in allegato l'intervento di Antonio Misiani, deputato e membro dell'ufficio di presidenza di Legautonomie, che invita a uscire dalla crisi puntando sulle nostre eccellenze, e il testo della proposta di legge, con schede e sintesi.
Pubblichiamo il testo unificato della Proposta di legge "Misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione pari o inferiore a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali nonché deleghe al Governo per la riforma del sistema di governo delle medesime aree e per l'introduzione di sistemi di remunerazione dei servizi ambientali, e disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici" (C.?65 Realacci e C.?2284 Terzoni), di cui è relatore alla Camera on. Antonio Misiani insieme agli on.li Enrico Borghi e Tino Iannuzzi.
Pagina 3 di 3