Legautonomie e la rete di imprese Connected City Council, di cui Sincron Polis fa parte da metà 2013, hanno firmato ieri una convenzione a Roma, con l'obiettivo di mettere a disposizione delle circa 2500 amministrazioni associate soluzioni e un sostegno che possa essere contestualmente teorico e operativo e che sia in grado di orientarle proficuamente sui temi delle smart cities.
L'approvazione dell'emendamento Chiavaroli, che prevede tagli ai trasferimenti di denaro per i comuni e le regioni che emanano norme restrittive contro il gioco d’azzardo contraddice pienamente la battaglia dei sindaci di questi ultimi anni contro il fenomeno del gioco d'azzardo patologico, in costante e preoccupante aumento soprattutto tra le fasce più deboli e vulnerabili della società.
In Commissione bilancio del Senato si è conclusa la discussione generale sul decreto-legge recante misure urgenti di riequilibrio della finanza pubblica nonché in materia di immigrazione, approvato dalla Camera. (S1174) Il provvedimento, con le modifiche apportate alla Camera, è stato illustrato dalla relatrice Chiavaroli (NCD). In allegato il testo.
La Corte conti sezione regionale di controllo per la Regione Piemonte, con delibera 13 agosto 2013, n. 306 (delibera n. 306/2013/SRCPIE/PAR) è intervenuta sull’adesione da parte di un comune ad un consorzio costituito da più enti pubblici per l'acquisto in comune, l'approvvigionamento, la distribuzione e la ripartizione di fonti energetiche presenta natura strumentale agli interessi e alle finalità dei consorziati. In allegato il Parere e un'analisi del Prof. Saltuari Celeste dell'Università di Trento.
Pubblichiamo il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia aggiornato con le successive modifiche ed integrazioni, il DPR 6 giugno 2001, n. 380, in vigore dal 19 settembre 2013.
Pubblichiamo in allegato un lavoro a cura della Regione Lombardia sul tema delle infrastrutture e della competitività, dal titolo "Le infrastrutture del futuro. Idee e proposte per i governi che verranno", che traccia la sintesi di idee e contributi offerti da un ampio numero di operatori e studiosi in vari comparti infrastrutturali del Paese.
Il Consiglio ha approvato un disegno di legge in materia di semplificazioni, su proposta del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione, Giampiero D’Alia, che contiene una serie di misure di semplificazione che arricchiscono e completano il quadro degli interventi di sburocratizzazione dell’amministrazione, avviati con il cd. decreto-legge “Fare”, approvato sabato scorso dal Consiglio dei Ministri; si tratta di norme funzionali alla riduzione degli oneri amministrativi e informativi a carico di cittadini e imprese e utili per il rilancio dell’economia e l’ammodernamento del Sistema Paese.
In allegato la delibera n. 139/2012 del CIPE, il comitato interministeriale per la programmazione economica, relativa alla ripartizione del fondo per le infrastrutture portuali, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.108 del 10 maggio 2013.
E' stato pubblicato il documento “Metodi e Contenuti sulle Priorità in tema di Agenda Urbana” sugli indirizzi per una politica nazionale per le città. Predisposto nell’ambito del Comitato Interministeriale per le Politiche Urbane (CIPU – previsto dall’articolo 12 bis della Legge 134/2012), il documento è stato promosso dal Ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca e si avvale dei contributi del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca Francesco Profumo, del vice-Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Mario Ciaccia, dei Sottosegretari Giovanni Ferrara (Ministero dell’Interno) e Vieri Ceriani (Ministero dell’Economia e Finanze), dei rappresentanti dei Ministeri dell’Ambiente, del Lavoro e degli Affari Regionali, del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, delle Regioni, delle Province e dell’ANCI.
Al via bandi per oltre 900 milioni di euro (di cui 237 privati) per contribuire ad azzerare il digital divide (almeno 2 mbps a tutti i cittadini) e accelerare lo sviluppo della banda ultralarga (da 30 mbps a 100 mbps) per circa il 40 per cento dei cittadini della Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Sicilia. A questo risultato ha concorso in modo rilevante la rimodulazione dei programmi cofinanziati che, attraverso il Piano d’Azione per la Coesione d’intesa con le Regioni interessate, ha fatto confluire nel progetto più di 347 milioni di euro.
Pagina 7 di 19