Articolo del Presidente di Legautonomie Marco Filippeschi, pubblicato su Italia Oggi del 26 giugno. In allegato il testo.
"Spetta al sindaco il compito di coordinare ed organizzare, sulla base degli indirizzi espressi dal consiglio comunale e nell’ambito dei criteri eventualmente indicati dalla regione, gli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, al fine di armonizzare l’espletamento dei servizi con le esigenze complessive e generali degli utenti". Con questa motivazione il Tar Lombardia ha respinto il ricorso presentato da un esercente contro l'ordinanza del sindaco del Comune di Lecco che nel novembre 2013 ha stabilito per le sale gioco l'orario massimo di attivazione dalle 10 alle 24.
Si è svolta presso la Commissione anagrafe tributaria in Senato l'audizione del direttore generale dell'Agenzia per l'Italia digitale, Alessandra Poggiani, che ha fatto il punto sullo stato di attuazione dei progetti prioritari della strategia complessiva dell'Agid alla vigilia del nomina del nuovo direttore: fatturazione e pagamenti elettronici, anagrafe nazionale, identità informatica, i temi trattati.
Con la sentenza n. 47/2015 la Consulta ha dichiarato l'illegittimità costituzionale della legge della Regione Piemonte 3 agosto 2004 n. 19, laddove essa impone ai soggetti gestori il pagamento di una quota parte delle spese istruttorie, ai fini del rilascio delle autorizzazioni all'installazione di impianti fissi per la telecomunicazione e la radiodiffusione. Secondo il giudice delle leggi, un siffatto potere impositivo non rientra nella competenza legislativa regionale, in quanto esso non risulta previsto da alcuna legge statale.
Migliorare la capacità del Paese di accogliere minori stranieri non accompagnati è l'obiettivo del un nuovo bando emanato il 1° aprile scorso dal dipartimento per le Libertà civili e l'immigrazione del ministero dell'Interno con decreto dello stesso giorno. Entro il 28 aprile 2015 enti locali, regioni, enti pubblici, onlus e cooperative impegnate nell'assistenza, anche consorziandosi, potranno chiedere contributi presentando progetti per accogliere temporaneamente ragazzi extracomunitari o apolidi minori di 18 anni che entrano in Italia senza essere accompagnati da una persona adulta responsabile della loro custodia o che di questa rimangono privi successivamente.
Con la Risoluzione n° 36/E del 3 aprile l'Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità di alcuni “limiti” alle compensazioni effettuate, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, per fruire delle agevolazioni fiscali e contributive riconosciute alle micro e piccole imprese operanti nelle Zone Franche Urbane. In allegato il testo.
Con una lettera inviata ieri a Regioni ed Enti locali, il dipartimento del Tesoro e l'agenzia del Demanio hanno avviato "Proposta immobili 2015", progetto finalizzato a individuare e selezionare proprietà pubbliche non utilizzate per scopi istituzionali da vendere entro l'anno. Con l'obiettivo di realizzare per 2,5 miliardi in tre anni. L'iniziativa è stata annunciata con un comunicato congiunto di dipartimento e agenzia e segue di pochi giorni la pubblicazione delle linee guida "Strategie e strumenti per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico"
I Comuni e le Province, grazie ad un accordo di collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, ICS, ANCI e UPI, possono ottenere mutui a tasso zero per la realizzazione o la ristrutturazione di spazi sportivi scolastici. Sono stati assegnati 123 milioni per costruire nuove palestre o ristrutturare vecchi impianti in 729 scuole. Il 16 marzo scorso si è conclusa la fase iniziale del progetto 'Mille cantieri per lo sport'. Dal 13 aprile prenderà il via la seconda iniziativa dedicata questa volta agli impianti di base che prevede un finanziamento a tasso zero di altri 75 milioni da destinare non solo agli Enti locali ma anche all'associazionismo sportivo.
Lo studio “Strategie e strumenti per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico” è stato realizzato dal Dipartimento per gli Affari regionali, le Autonomie e lo Sport (DARAS) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in stretta collaborazione con l’Agenzia del Demanio. Il vademecum fornisce un quadro dei metodi e degli strumenti legislativi in vigore per incrementare il valore economico, finanziario e sociale degli immobili pubblici e per innescare politiche efficaci di rigenerazione urbana.
Aggiunto un tassello operativo al quadro strategico per la crescita informatica del Paese: dopo aver superato l'esame della consultazione pubblica, il piano di azione della Coalizione nazionale per le competenze digitali è stato perfezionato e ora è pronto a partire. Il documento definitivo, online sul sito dell'Agid, traccia tempi e modalità del percorso pubblicando una roadmap per il primo semestre 2015.
Pagina 4 di 19