E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 74 del 31 marzo 2011 il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante proroghe di termini, che rinvia al 31 dicembre 2011 la scadenza delle Autorita’ d’Ambito Territoriale (Aato). Le disposizioni contenute nel decreto hanno effetto dal 1° aprile 2011.
E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale (n. 295 del 18 dicembre 2010) la legge di conversione (n. 217) del d.l. in materia di sicurezza e tracciabilità dei pagamenti che, dopo una rapida conclusione in Commissione, l’Aula del Senato ha convertito con 162 voti a favore, un contrario e 97 astenuti. Il testo è in vigore dal 19 dicembre 2010.  
“Il decreto approvato questa mattina dal Consiglio dei Ministri conferma l'avvio da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell'Ambiente di una revisione dei parametri degli incentivi e delle quote delle energie rinnovabili utili al raggiungimento degli obiettivi fissati in sede UE.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato due regolamenti di interventi di semplificazione in materia di prevenzione degli incendi e di tutela dell’ambiente che intervengono su adempimenti particolarmente onerosi per circa 2 milioni di Piccole e Medie Imprese italiane.
La Commissione bilancio della Camera ha avviato l’esame dello schema di decreto legislativo recante riordino della disciplina della programmazione negoziata e degli incentivi per lo sviluppo del territorio.
Indicazioni operative dall''Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture Indicazioni per la concreta attuazione degli obbligi di tracciabilità dei flussi finanziari relativi a contratti pubblici di lavori, forniture e servizi, al fine di prevenire infiltrazioni criminali.
L'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici ha predisposto un documento di consultazione sulle problematiche concernenti la realizzazione di infrastrutture strategiche mediante l'istituto della finanza di progetto e mediante contraente generale al fine di avviare una consultazione online ed adottare successivamente un atto a carattere generale e/o una segnalazione al Governo e al Parlamento.
Le Regioni, nel corso della Conferenza Unificata, hanno espresso una serie di criticità sul “Piano infanzia” sottolineando nel documento consegnato al governo il 18 novembre che “il mancato riferimento a risorse finanziarie e la non determinazione dei livelli essenziali (come previsto dall’articolo 117, lettera m della Costituzione), non consente allo stato attuale una valutazione positiva sul Piano e sulla sua concreta operabilità”.
L’Autorità per la Vigilanza sui contratti Pubblici, in cooperazione con il Dipartimento per il Coordinamento delle Politiche Comunitarie, ha messo online uno studio sui diversi sistemi normativi e strutture di riferimento in materia di appalti in 31 paesi: 27 paesi dell’Unione Europea più Macedonia, Norvegia, Svizzera e Turchia.
Il volume prosegue il lavoro avviato nel 2009 dall'Agenzia del Territorio per la costruzione di un'inedita mappa del patrimonio immobiliare, capace di identificare, sul piano statistico, la distribuzione delle unità abitativa in base alle categorie catastali ed alle dichiarazioni fiscali.
Pagina 4 di 19