Ricchi eppure poveri: il dato che sfata il mito tradizionale del Nord Italia prospero e del Sud più povero è quello che proviene dalla ricerca del Centro Studi Sintesi di Venezia sul rischio di povertà a livello territoriale. Nella ricerca emerge che molte città del Nord sono quelle con il più alto tasso di persone “povere” nel Belpaese.  
Sulla crisi economica e finanziaria che ha colpito profondamente il nostro Paese, studiosi ed economisti si sono confrontati e si sono chiesti se e come riusciremo a tornare competitivi sfruttando i primi segnali di ripresa sullo scenario internazionale. Unioncamere ha cercato di offrire un contributo a tale riflessione, analizzando le tantissime informazioni sul mondo delle imprese che ogni giorno il sistema delle Camere di commercio raccoglie ed elabora in ciascuna provincia italiana.
Mentre si discute dello stanziamento dei 425 milioni per il Trasporto Pubblico Locale, i picchi dei prezzi di benzina e gasolio ricordano che è possibile una riforma “a costo zero” per ridurre i costi carburante delle aziende di Tpl. Un'analisi del Prof. Fabio Pammolli, docente di Economia e Management presso l’Università di Firenze e direttore della fondazione CeRM, e di Nicola C. Salerno, Responsabile Area Finanza Pubblica e Riforme Strutturali presso la stessa fondazione, ci mostra perchè benzina verde a gasolio costano di più in Italia, sia rispetto all'Ue-15 che rispetto all'Europa allargata, e perchè il maggior costo dei carburanti per autotrazione non sia da imputare al peso della fiscalità, ma ai margini di ricavo richiesti dalla filiera, dal produttore, al grossista, al distributore al dettaglio. A fronte dello "stacco" Italia, lo studio del CeRM avanza cinque proposte di policy che potrebbero entrare a far parte di quell’agenda di riforme strutturali "a costo zero" cui il Programma Nazionale delle Riforme affida il rilancio dell'economia e del Paese.
L’economia italiana continua a recuperare dopo la gravissima recessione in cui era entrata assieme a gran parte degli altri paesi OCSE, secondo un nuovo rapporto OCSE. Tuttavia si può fare di più per migliorare in modo duraturo la situazione economica dell’Italia. Il rapporto propone un insieme mirato di politiche macroeconomiche e strutturali che prese nel complesso potrebbero aiutare una crescita più sostenuta, contribuendo al risanamento dei conti pubblici.
Banca d’Italia pubblica il volume “Le infrastrutture in Italia: dotazione, programmazione, realizzazione”, a cura di Fabrizio Balassone e Piero Casadio – Aprile 2011. Il volume raccoglie una serie di ricerche presentate nel corso del convegno Le infrastrutture in Italia, tenuto a Perugia il 14-15 ottobre 2010. I lavori analizzano: la relazione tra investimenti pubblici e crescita economica; la dotazione e l'accessibilità delle infrastrutture sul territorio; le risorse finanziarie, pubbliche e private, destinate alle opere pubbliche; le procedure che governano la programmazione e la realizzazione degli investimenti; le reti e i servizi di trasporto. Il contenuto del volume costituisce il materiale di base per il convegno "Le infrastrutture in Italia: dotazione, programmazione, realizzazione", tenuto a Roma il 28 aprile 2011.
In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, istituita dall’ONU e celebrata ogni 22 marzo, l’Istat fornisce un quadro di sintesi su questa fondamentale risorsa attraverso statistiche sul ciclo idrologico, sull’uso delle acque urbane e su alcuni fattori climatici. I dati diffusi provengono da indagini condotte dall’Istat negli ultimi anni, tra le quali la “Rilevazione sui servizi idrici”, gli “Aspetti della vita quotidiana”, i “Consumi delle famiglie” e la “Rilevazione sui dati meteoclimatici e idrologici”.
Legautonomie ha svolto un'indagine mirata a fornire un quadro generale sullo stato di attuazione del Patto dei Sindaci nel nostro Paese, anche in relazione al ruolo di struttura di supporto che Legautonomie ricopre nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla Commissione europea.
In questa indagine di Legautonomie, curata da Daniele De Pretto, Paola Manca e Francesco Montemurro, presentata in occasione del IX appuntamento annuale sulla finanza territoriale, tenutosi a Viareggio il 6 ottobre 2010, sono esposti i risultati emersi da un questionario somministrato ad un campione eterogeneo di comuni italiani in merito agli effetti della manovra correttiva introdotta dal Governo negli ultimi mesi.
La Ricerca è stata presentata il 4 ottobre 2005, a Viareggio, nel corso dell'Appuntamento annuale sulla finanza e fiscalità locale, che ha avuto come tema "il federalismo possibile: risorse e progetti per lo sviluppo del Paese".
Il 2010 è stato l’Anno Europeo della lotta alla povertà. L’Italia ha partecipato alla celebrazione dell’Anno Europeo attraverso un vasto spettro di azioni strategiche e programmatiche, definite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Tra le azioni realizzate in attuazione del programma dell’Anno Europeo vi è stato lo svolgimento di workshop tematici aperti alle grandi città e al loro protagonismo su quattro grandi pilastri delle politiche di lotta alla povertà e all’esclusione: l’abitare sociale, le politiche di sostegno alla famiglia, quelle di integrazione urbana, il collegamento tra servizi e sostegno economico. I seminari sono stati realizzati in collaborazione con ANCI e curati dalla Fondazione "Cittalia - ANCI Ricerche".
Pagina 10 di 15