L'art. 4 del d.l. n. 95 sulla spending review si intitola "Riduzione di spese, messa in liquidazione e privatizzazione di società pubbliche". In pratica, si tratta della privatizzazione delle società partecipate e in house che forniscono servizi necessari al territorio. Questo il tema affrontato nell'approfondimento tematico di Legautonomie e Agenzia Dire di questa settimana. Intervengono: Eugenio Comincini, Sindaco di Cernusco sul Naviglio e Presidente Legautonomie Lombardia; Stefano Pozzoli, Ordinario di ragioneria generale Università Parthenope Istituto di studi aziendali; Marcello Risi, Sindaco di Nardò, Ufficio di presidenza Legautonomie; Antonello Delle Noci, Assessore al bilancio con delega alle società partecipate e al controllo dei contratti di servizio.
La Corte Costituzionale nella sentenza n. 199 del 17 luglio 2012 ha dichiarato: l’illegittimità costituzionale dell’articolo 4 del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo), convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, sia nel testo originario che in quello risultante dalle successive modificazioni; inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 4 del d.l. n. 138 del 2011, promossa dalla Regione Puglia, in riferimento all’articolo 117, primo comma, della Costituzione ed agli articoli 14, 106 e 345 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, all’articolo 36 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, nonché al principio di preemption, con il ricorso indicato in epigrafe. In allegato la sentenza.
Pubblichiamo in allegato un documento base dell'AVCP, Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture, per la consultazione sui contratti di rete nell'ambito delle procedure di gara.
L'Autorità per la vigilanza dei contratti pubblici di Lavori, Servizi e Forniture ha pubblicato una nota a seguito della richiesta di parere da parte del Comune di Mantova in merito alla trasformazione in "in house" di società a capitale interamente pubblico di cui il comune è socio.  
Pubblichiamo la sentenza del Tar Campania, Napoli, Sez. I, 18/4/2012 n.1809 sul ricorso - accolto - in tema di determinazione della tariffa del servizio idrico integrato.
Nella riunione del 19 aprile 2012 la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha espresso parere favorevole (condizionato all’accoglimento di alcuni emendamenti) sullo "schema di regolamento di attuazione dell’articolo 4, comma 33-ter, del d.l. 13 agosto 2011, n. 138, recante “criteri per la verifica della realizzabilità di una gestione concorrenziale dei servizi pubblici locali di rilevanza economica, per l’adozione di una delibera quadro nonché disposizioni attuative per il progressivo miglioramento, mediante un sistema di benchmarking, della qualità ed efficienza di gestione dei medesimi servizi, ed ulteriori necessarie misure di attuazione". In allegato il documento delle Regioni con la specifica degli emendamenti richiesti.
Pubblichiamo la memoria per l’audizione presso la VIII Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati relativa sull’avvio della regolazione dei servizi idrici nell'ambito dell'indagine conoscitiva in ordine alle proposte di legge C. 2 iniziativa popolare, C. 1951 Messina e C. 3865 Bersani, recanti: “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico".
Nel dossier si riporta il quadro di sintesi delle principali disposizioni in materia di servizi pubblici locali (art. 25), segnalando altresì, le disposizioni riguardanti i principi generali di liberalizzazione e le funzioni della Presidenza del Consiglio per la promozione e la tutela della concorrenza nelle Regioni e negli enti locali (art. 1, art. 4), nonché l’articolo 8 in materia di carte dei servizi, l’articolo 11 sulle farmacie, l’articolo 36 in materia di regolazione dei trasporti (v. servizio taxi) e l’articolo 88 in materia di fiscalità di imprese pubbliche di gestione di servizi pubblici .
Pubblichiamo la bozza provvisoria del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che individua le funzioni di regolazione del servizio idrico integrato trasferite all'Autorità per l'energia elettrica e il gas.
Regolamento di attuazione dell'articolo 4, comma 33-ter, del D.L. 13 agosto 2011, n. 138, recante i criteri per la verifica della realizzabilità di una gestione concorrenziale dei servizi pubblici locali di rilevanza economica, per l'adozione della delibera quadro nonchè disposizioni attuative per il progressivo miglioramento, mediante un sistema di benchmarking, della qualità ed efficienza di gestione dei medesimi servizi, ed ulteriori necessarie misure di attuazione. (12 marzo 2012)
Pagina 5 di 14