Approvati dalle Commissioni riunite VIII e IX della Camera dei deputati, due emendamenti in materia di edilizia scolastica predisposti dal Miur. La prima modifica sbloccherà 9 milioni di euro all’anno per il prossimo triennio, al fine di progettare scuole innovative; 4,5 milioni di euro all’anno, per il prossimo biennio, andranno invece alla progettazione di nuovi Poli dell’infanzia. Il secondo emendamento consente, infine, di recuperare i fondi stanziati con un Programma di edilizia scolastica del 2009 e rimasti inutilizzati, che potranno ora venire destinati ad interventi di messa in sicurezza degli edifici.
Nuova data e nuovi requisiti di partecipazione al corso in Politica e amministrazione degli enti locali: c'è tempo fino a venerdì 16 febbraio per iscriversi, possono presentare domanda amministratori che non abbiano compiuto 45 anni (e non solo). In collaborazione con Legautonomie, l’Istituto DIRPOLIS della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa attiva la II Edizione del Corso di Alta Formazione “Politica e amministrazione negli enti locali”. Il Corso si terrà dal 24 febbraio 2018 al 26 maggio 2018 per un totale di 48 ore di formazione e si svolgerà di sabato presso la sede centrale della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa.Iniziativa di Scuola Superiore Sant'Anna e Legautonomie Nazionale. Bando e modulo di domanda online su https://www.santannapisa.it/…/politica-e-amministrazione-ne…
Un Piano Nazionale da 1 miliardo per la Scuola Digitale, con 350 milioni già stanziati nei primi 6 mesi dal lancio. Fondi aggiuntivi e nuovi strumenti e interventi per migliorare la qualità dell’edilizia scolastica. Risorse raddoppiate per il funzionamento delle scuole. Novantamila insegnanti assunti nel 2015, il numero più elevato degli ultimi 20 anni. Un concorso da 63.712 posti bandito nel 2016. Sono alcuni dei risultati raggiunti nei primi 12 mesi di attuazione della legge “Buona Scuola”, approvata il 9 luglio 2015 e poi entrata in vigore il 16 luglio, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
È stato pubblicato sul sito della Finanza locale il Dpcm del 29 dicembre 2015 che assegna a 86 enti locali, che ne hanno fatto richiesta in base al comunicato del Viminale del 19 agosto 2015, il contributo erariale previsto dal comma 13-quater dell'articolo 8 del Dl 78/2015. Si tratta di 30 milioni di euro, da ripartire tra province e città metropolitane, per le esigenze relative all'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici o sensoriali e per i servizi di supporto organizzativo del servizio di istruzione per gli studenti con handicap o in situazione di svantaggio. La Direzione centrale della Finanza locale, quando il decreto avrà avuto il via libera dalla Corte dei conti, provvederà ad attribuire le risorse.
La povertà educativa, cioè la mancanza delle competenze necessarie per uno sviluppo adeguato e per farsi strada nella vita, è una mina innescata sul futuro di milioni di bambini e adolescenti italiani. Secondo Save The Children, che ha presentato la ricerca "Illuminiamo il futuro 2030 - Obiettivi per liberare i bambini dalla Povertà Educativa", quasi il 25% dei quindicenni è sotto la soglia minima di competenze in matematica e quasi 1 su 5 in lettura, percentuale che raggiunge rispettivamente il 36% e il 29% fra gli adolescenti che vivono in famiglie con un basso livello socio-economico e culturale: povertà economica e povertà educativa, infatti, si alimentano reciprocamente e si trasmettono di generazione in generazione.
Il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha pubblicato sul sito ieri la circolare n. 3/2015 che chiarisce il tema della "Disciplina applicabile ai rapporti di lavoro a tempo determinato del personale delle scuole comunali, con particolare riferimento ai limiti di durata". Il documento è in attesa di registrazione da parte della Corte dei Conti.
Ai Comuni restano pochi giorni (entro le ore 24 del 30 giugno 2015) per presentare la domanda per esclusione dal Patto di stabilità 2015 le spese per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici.
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 109 del 13 maggio 2015 il Decreto interministeriale n. 66 del 14 aprile 2015, recante “Misure per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici”, attuativo dell’ articolo 9, comma 8, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 116. Le domande di ammissione al finanziamento potranno essere presentate a decorrere dalla data di pubblicazione da parte del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare di apposito comunicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Pagina 1 di 3