E' stato presentato ieri a Roma, presso la Sala Conferenze della sede nazionale dell'Anci, il "Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2015". Secondo il Rapporto, al 14 settembre 2015 sono giunti sulle nostre coste circa 121.500 migranti, soprattutto eritrei, nigeriani, somali, sudanesi, siriani. A fronte di questi arrivi nel 2014 le domande di protezione internazionale presentate in Italia sono state quasi 65mila, con un forte aumento rispetto al 2013 quando sono state circa 27mila. I minori stranieri non accompagnati che nel 2014 hanno presentato domanda di protezione internazionale sono stati 2.584 mentre nei primi cinque mesi del 2015 sono state presentate circa 25mila domande di protezione internazionale.  
Il Ministero per la Coesione Territoriale ha pubblicato il documento “Le politiche di coesione territoriale”, il rapporto di fine mandato che descrive quanto realizzato da Fabrizio Barca in sedici mesi di attività. Suddiviso in cinque principali capitoli, il documento focalizza l’attenzione sulla spesa dei fondi pubblici e, soprattutto, sulle novità di metodo introdotte per migliorarne l’efficienza.  
La manovra per la stabilizzazione finanziaria (decreto legge 6 luglio 2011 n. 98, convertito con L. 15 luglio 2011, n. 111 – “Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria”) ha previsto il livellamento retributivo Italia-Europa per i deputati e senatori, per i membri di altri organi di rilievo costituzionale, per i componenti gli organi di vertice di Autorità e Agenzie e per le figure apicali delle rispettive amministrazioni e delle amministrazioni centrali dello Stato, per i sindaci e i consiglieri comunali, per i presidenti e i membri dei consigli regionali e provinciali. A tal fine il decreto ha previsto la costituzione di una Commissione che provveda alla ricognizione e all'individuazione “della media ponderata rispetto al PIL dei trattamenti economici percepiti annualmente dai titolari di omologhe cariche e incarichi nei sei principali Stati dell'Area Euro riferiti all'anno precedente e aggiornati all'anno in corso sulla base delle previsioni dell'indice armonizzato dei prezzi al consumo contenute nel Documento di economia e finanza”. Pubblichiamo in allegato il Rapporto finale della Commissione sul livellamento retributivo Italia-Europa.  
Il Governo italiano ha inviato a Bruxelles le 39 risposte di chiarimenti chiesti dalla Commissione europea. Il documento, curato dal Ministero dell'Economia, reca il titolo: "chiarimenti sulla lettera del Primo ministro Silvio Berlusconi al Presidente del Consiglio europeo e al Presidente della Commissione europea". Il testo disponibile è in inglese.  
Alleghiamo la Lettera contenente gli impegni del Governo italiano consegnata alla UE  
Pagina 2 di 2