Trascrizione dell'intervento di Amelia Frascaroli, Assessore Servizi Sociali Comune di Bologna, svolto al convegno nazionale: “Le città e l'istituzione penitenziaria”, organizzato a Firenze il 2 aprile 2012 da Legautonomie e dal Forum per il diritto alla salute dei detenuti.
Trascrizione dell'intervento di Salvatore Allocca, Assessore al welfare della Regione Toscana, svolto al convegno nazionale: “Le città e l'istituzione penitenziaria", organizzato a Firenze il 2 aprile 2012 da Legautonomie e dal Forum per il diritto alla salute dei detenuti.
La Commissione affari sociali della Camera intende avviare una indagine conoscitiva relativa agli aspetti sociali e sanitari della dipendenza dal gioco d'azzardo. L'indagine parte dalla considerazione che dal 2002, cioè da quando il gioco d'azzardo in Italia è gestito legalmente da AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato), molti aspetti del contesto sociale ed economico sono mutati: a fronte di uno spaventoso ed esponenziale incremento delle offerte di gioco in ogni luogo e con ogni modalità (da una a tre estrazioni del lotto, nuovi giochi come il Superenalotto, il Gratta e vinci, Win for life, o il 10 e lotto) e al corrispondente aumento dei soldi spesi dagli italiani per giocare (nel 2002 erano 17,32 miliardi di euro e nel 2010 sono diventati 61 miliardi di euro), la crisi economica mondiale ha portato in Italia maggiore insicurezza e difficoltà economiche a carico delle famiglie, che sempre più faticosamente arrivano alla fine del mese, e dei giovani che faticano a trovare lavoro o, se lo trovano, è nella maggior parte dei casi precario e sottopagato. Il fenomeno del gioco d'azzardo legale in Italia sta assumendo, dunque, dimensioni amplissime, che investono ogni sfera della vita delle famiglie.  
L'Istat ha presentato una ricerca sugli interventi e i servizi sociali forniti dai comuni nel 2009. I dati presentati dall'istituto forniscono una panoramica sulle attività socio-assistenziali realizzate e gestite a livello locale dai comuni e dalle varie forme associative fra comuni limitrofi, con il dettaglio territoriale regionale.
Presentati dall'Auser oggi a Roma i risultati della Quinta rilevazione nazionale sul rapporto fra enti locali e terzo settore. Fra tagli e costi da abbattere, come cambia il Welfare in Italia: sempre meno pubblico. Il Terzo settore sempre più coinvolto e sostitutivo nella gestione dei servizi sociali. In allegato il Comunicato stampa e una sintesi del Rapporto
Slides di presentazione dell'intervento di Concetta Mirisola, Direttrice generale dell'Istituto nazionale per la Promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della povertà (INMP). Intervento svolta al convegno nazionale: “Le città e il sistema penitenziario”, organizzato a Firenze il 2 aprile 2012 da Legautonomie e dal Forum per il diritto alla salute dei detenuti
di Silvana Cesani, Assessore alle politiche sociali del Comune di Lodi. Relazione svolta al convegno nazionale: “Le città e il sistema penitenziario”, organizzato a Firenze il 2 aprile 2012 da Legautonomie e dal Forum per il diritto alla salute dei detenuti.
di Anna Romei, assessore al lavoro, formazione, welfare, associazionismo e terzo settore, pari opportunità della Provincia di Pisa. Relazione svolta al convegno nazionale: “Le città e il sistema penitenziario”, organizzato a Firenze il 2 aprile 2012 da Legautonomie e dal Forum per il diritto alla salute dei detenuti.
2 Aprile.“Il sistema penitenziario italiano si trova oggi in una condizione di intollerabile sovraffollamento con la presenza di poco meno di 67.000 detenuti, per una capienza di 45.000. Inoltre crea profondo rammarico constatare come sia stato disatteso per quattro anni il percorso di dismissione degli ospedali psichiatrici giudiziari, così come previsto dal DPCM del 2008 e sia stato necessario un ulteriore provvedimento di legge per stabilire una data certa per la loro chiusura, il 1 febbraio 2013”.
di Francesco Maisto, Presidente del Tribunale di sorvegliana di Bologna. Relazione svolta al convegno nazionale: “Le città e il sistema penitenziario”, organizzato a Firenze il 2 aprile 2012 da Legautonomie e dal Forum per il diritto alla salute dei detenuti.
Pagina 11 di 19