Ricchi eppure poveri: il dato che sfata il mito tradizionale del Nord Italia prospero e del Sud più povero è quello che proviene dalla ricerca del Centro Studi Sintesi di Venezia sul rischio di povertà a livello territoriale. Nella ricerca emerge che molte città del Nord sono quelle con il più alto tasso di persone “povere” nel Belpaese.  
Via libera dal Consiglio dei ministri allo schema di Piano sanitario nazionale 2011-2013. Il Cdm del 21 gennaio, tra i provvedimenti esaminati, ha infatti approvato, su proposta del ministro della Salute Ferruccio Fazio, lo schema di Piano sanitario nazionale 2011-2013, sul quale verranno sentite le organizzazioni sindacali e che verrà inviato alle Commissioni parlamentari per il parere e alla Conferenza unificata per la prevista intesa.
Il drastico ridimensionamento deciso con la manovra finanziaria per il 2011 dei fondi statali di carattere sociale potrebbe segnare la fine di importanti politiche socio assistenziali. E’ uno dei dati più eclatanti che emerge da uno studio dell'on. Antonio Misiani, responsabile federalismo fiscale di Legautonomie e membro della Commissione bilancio della Camera, che ha analizzato i numeri del Disegno di legge di stabilità 2011 (A.S. 2464) e del Bilancio di previsione 2011 dello Stato (A.S. 2465), così come approvati definitivamente dal Senato.
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 18 novembre, ha approvato un documento di proposte emendative allo schema di Decreto Legislativo in materia di autonomia di entrata delle regioni e province, nonché fabbisogni standard in sanità.
In questa indagine di Legautonomie, curata da Daniele De Pretto, Paola Manca e Francesco Montemurro, presentata in occasione del IX appuntamento annuale sulla finanza territoriale, tenutosi a Viareggio il 6 ottobre 2010, sono esposti i risultati emersi da un questionario somministrato ad un campione eterogeneo di comuni italiani in merito agli effetti della manovra correttiva introdotta dal Governo negli ultimi mesi.
Il 6 aprile nella cabina di regia Governo-Regioni è stato sottoscritto l'accordo per affrontare l'emergenza umanitaria determinatasi con i recenti flussi di immigrazione. L'intesa prevede una serie di punti che integreranno l'accordo del 30 marzo scorso sui profughi. Nel documento Governo, Regioni ed Enti locali, preso atto che l'esecutivo ha assunto "la determinazione di avvalersi dell'articolo 20 del Testo unico sull'immigrazione, ribadiscono che tutte le Istituzioni della Repubblica responsabilmente si impegnano ad affrontare questa emergenza umanitaria con spirito di leale collaborazione e solidarietà. Ciò impegna tutti i livelli della Repubblica ad essere coerenti e conseguenti a questa scelta politica".
Nel 2008 i Comuni italiani, in forma singola o associata, hanno destinato agli interventi e ai servizi sociali 6.662 milioni di euro, pari allo 0,42% del Pil, più 4,1% rispetto al 2007. La spesa media pro capite passa da 90 euro nel 2003 a 111 euro nel 2008, ma l’incremento è di soli 8 euro pro capite se calcolato a prezzi costanti. Persistono sensibili differenze territoriali: la spesa per abitante varia da un minimo di 30 euro in Calabria a un massimo di 280 euro nella provincia autonoma di Trento.
"Restano improntati alla prudenza i comportamenti di spesa delle famiglie, influenzati dalla condizioni del mercato del lavoro e dall'andamento del reddito disponibile....." E' uno dei punti evidenziati dalla Banca d'Italia nel Bollettino Economico trimestrale diffuso il 15 aprile 2011. In allegato pubblichiamo il testo integrale e l'appendice statistica.
“E’ molto grave quello che sta accadendo in queste ore. La questione di questa emergenza umanitaria poteva e doveva essere affrontata con maggior decoro e umanità garantendo la sicurezza dei nostri concittadini e l'assistenza dei profughi invece, mentre viene convocata la Conferenza Unificata stato-regioni-autonomie, il Governo in realtà sembra aver già predisposto le misure concrete per lo smistamento dei profughi sul territorio, senza concertarle con gli enti locali”.
Il Dipartimento Politiche Comunitarie ha firmato un accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il coordinamento e la realizzazione di iniziative e attività nel quadro dell'Anno europeo del Volontariato 2011.
Pagina 14 di 19