Il sostegno all'inclusione attiva (SIA), operativo dallo scorso mese di settembre (di cui all'allegato decreto interministeriale del 26/5/2016) e il disegno di legge delega previsto dalla legge di bilancio 2016, che prevede l'adozione - per la prima volta in Italia - di una misura universale e strutturale per il contrasto alla povertà (il REI) di cui il SIA viene considerato un provvedimento-ponte attualmente all'esame del Senato, sono misure che rappresentano un grande salto di qualità rispetto al passato nella lotta alla povertà assoluta.  
In Commissione bilancio del Senato, il sottosegretario De Micheli ha depositato la relazione tecnica di passaggio sul ddl per il contrasto alla povertà, già approvato dalla Camera, fornendo, in proposito, alcuni chiarimenti.
La povertà in Italia non accenna a fermarsi ed anzi continua a colpire in particolare giovani e minori del nostro Paese. L'introduzione dei Reddito di Inclusione (REI), previsto dalla Legge delega sulla povertà in discussione al Senato, rappresenterebbe una importante innovazione strutturale per il nostro Paese, specie per quanto riguarda i servizi di presa in carico dei beneficiari e delle attività di inclusione sociale e lavorativa.  
Il Governo sta pensando che dal prossimo anno l'indicatore con cui si misurano le condizioni economiche dei cittadini ai fini dell'accesso alle prestazioni sociali agevolate, potrebbe essere rilasciato con una parte di dati già definiti. È quanto previsto da una norma contenuta nel decreto fiscale varato sabato sera insieme al disegno di legge di Bilancio 2017.
Si rende noto che il colloquio informatico tra l’Istituto e il Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche (SGATE), utilizzabile dagli Enti regolarmente accreditati e delegati dai Comuni - CAF compresi - per l’invio all’INPS delle domande per il SIA, è nelle fasi finali del collaudo e sarà rilasciato a breve. Le altre modalità telematiche per l’invio delle domande continuano ad essere operative ed utilizzabili per l’attivazione del flusso informativo.
Nel corso della Conferenza delle Regioni del 7 settembre 2016 è stato approvato un documento (consegnato in sede di Conferenza Stato-Regioni) relativo all'Intesa sul Dpcm di aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza sanitaria.
Pagina 19 di 19