Articolo a firma di Fabrizio Pezzani, Ordinario di Economia aziendale Università Bocconi
Negli ultimi giorni è apparsa un’importante iniziativa sul CorrierEconomia che consente ai cittadini di esprimere la propria opinione, con un sondaggio, su un tema centrale come la trasparenza delle informazioni sui rischi dei prodotti finanziari derivati, che ha dei riflessi notevoli anche sulla finanza pubblica dei Comuni e delle Province.  
Con una sentenza del 7 settembre, il Consiglio di Stato ha promosso l'annullamento in autotutela dei contratti in derivati effettuato dalla Provincia di Pisa. L'ente, dopo aver rivelato i "costi impliciti", ha cancellato gli swap e i giudici amministrativi hanno chiarito la possibilità della procedura e la competenza a valutarla da parte del giudice amministrativo italiano. Pubblichiamo in allgato la sentenza del Consiglio di Stato.