È possibile per i Comuni aumentare le indennità di funzione del sindaco e degli assessori nella misura massima prevista dalla tabella A allegata al Dm 119/2000, tenendo conto della riduzione stabilita dall'articolo 1, comma 54, della legge 266/2005 e verificando di anno in anno il permanere delle compatibilità finanziarie. Lo ha affermato la sezione Toscana della Corte dei conti con la deliberazione n. 3/2018.